all
Menu

Martedì 23 ottobre 2018, scuole chiuse anche a Satriano

Satriano piazza Spirito SantoSATRIANO - A seguito del bollettino di allerta meteo prot. Arpacal n.43997/2018 - n. documento 322 del 22/10/2018, che prevede scenari di rischio di livello di allerta ARANCIONE, dalle ore 00.00 sino alle ore 24.00 di domani 23 ottobre 2018, anche il Sindaco di Satriano Aldo Battaglia, con Ordinanza n.19 ha disposto la chiusura delle scuole del suo territorio per la giornata di martedì 23 ottobre 2018. Di seguito l'ordinanza.

Nuova allerta meteo in Calabria per Martedì 23 ottobre, scuole chiuse a Soverato

protezione civ calabria 23102018SOVERATO - A seguito del messaggio di allerta meteo divulgato dalla Regione Calabria U.O.A. Protezione Civile prot.n.356843 del 22 ottobre 2018, il Sindaco di Soverato Ernesto Alecci ha disposto la chiusura delle scuole del territorio di pertinenza del suo comune, per la giornata di martedì 23 ottobre 2018. Di seguito l'ordinanza n.60 appena emanata.

La sede del Comune e il Duomo di Borgia si tingono di rosa nel nome della lotta al tumore al seno

Borgia 2BORGIA - La sede del Comune e il Duomo di Borgia si tingono di rosa nel nome della lotta al tumore al seno, il più frequente nel sesso femminile. Su input dell’assessore delegato alle Politiche sociali, Irene Cristofaro, l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Elisabeth Sacco, anche quest’anno ha aderito alla campagna Nastro Rosa con il sostegno del ministero della Salute, associata alla Campagna Internazionale “ Breast Cancer Awareness Month “. L’obiettivo della campagna di sensibilizzazione che si è concretizzata in una partecipata manifestazione nel cuore di Borgia, tenuta venerdì 19 ottobre, con luci e palloncini colorati, è quello di informare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, attraverso la corretta informazione, l'educazione sanitaria e le attività ambulatoriali di prevenzione. “Un ringraziamento particolare va ai ragazzi ed insegnanti della scuola primaria e secondaria di I grado dell’ Istituto Comprensivo “Sabatini” ed all’associazione il “Cenacolo” che hanno aderito alla nostra iniziativa – ha affermato l’assessore Cristofaro -. Questi tumori sono maggiori e più frequenti salendo con l'età oltre i 30 anni, raggiungendo un incidenza massima tra i 45 e i 60 anni, mentre sono rarissimi in donne sotto i 20 anni e rari tra i 20 e i 30, anche se non è impossibile che i tumori al seno si presentino nelle donne giovani under 40 – spiega Irene Cristofaro -. È fondamentale una prevenzione primaria per il cancro al seno caratterizzata da uno stile di vita sano e alcune regole che permettano, per quello che si possa, di prevenire il cancro. Inoltre è basilare una prevenzione secondaria basata su controlli preventivi ciclici e screening specifici allo scopo di arrivare a una diagnosi precoce della lesione tumorale, per migliorare la prognosi mediante un trattamento tempestivo. Nella maggior parte dei casi questo può portare ad una guarigione completa con ovvia riduzione della mortalità. Negli ultimi anni si sta registrando una sensibile diminuzione della mortalità: un ruolo fondamentale è da attribuire alla prevenzione”.

Caulonia: statua rubata, lo sdegno del sindaco: «Gesto riprovevole»

cauloia padroneUna statua lignea settecentesca che raffigura Sant'Ilarione Abate è stata rubata da ignoti nel convento dedicato al Patrono di Caulonia. «Un gesto riprovevole - afferma il sindaco Caterina Belcastro - che offende la Chiesa e l'intera Caulonia. Sono molto turbata, attonita e dispiaciuta per il grave gesto che segna la nostra comunità. L'auspicio - rimarca il primo cittadino - è che presto venga restituita la statuetta di Sant'Ilarione, che ha un prezioso valore simbolico e spirituale per i Cauloniesi».

Volley Soverato: altra vittoria in trasferta

Itas F. Martignacco 1
Volley Soverato 3

Parziali set: 27/29; 25/11; 22/25; 18/25

ITAS F. MARTIGNACCO: Pozzoni, Turco, Martinuzzo, De Nardi (L), Dhimitriadhi, Beltrami, Caravello, Sunderlikova, Molinaro, Gennari, Fedrigo, Tangini. Coach: Marco Gazzotti

VOLLEY SOVERATO: Boriassi, Formenti, Napodamo (L), Aricò, Boldini, Hurley, Barbiero, Guidi, Tanase, Saccani, Mangani, Riparbelli. Coach: Bruno Napolitano

ARBITRI: Laghi Marco – Traversa Nicola

DURATA SET:

MURI:

Volley Soverato logoCala il tris il Volley Soverato. La squadra guidata da coach Bruno Napolitano sbanca anche Martignacco superando le padrone di casa della Itas Città Fiera Martignacco e conquista la terza vittoria consecutiva, seconda in trasferta, portandosi a nove punti in classifica nel girone A. E’ stata una gara condotta bene dalle biancorosse, secondo set a parte, che hanno ottenuto una vittoria importante su un campo difficile. Ancora una volta è emersa la grande determinazione e grinta delle ragazze di Napolitano. Padrone di casa in campo con Gennari al palleggio e Sunderlikova opposto, coppia centrale formata da Martinuzzo e Molinaro, in banda Caravello e Dhimitriadhi con libero De Nardi. Rispondono le calabresi di coach Napolitano con la diagonale Boldini – Aricò, al centro Boriassi e Guidi, schiacciatrici Hurley e l’ azzurrina Alice Tanase mentre Napodano è il libero. Davanti ad una buona presenza di pubblico e con alcuni sostenitori del Soverato presenti in tribuna, il match inizia in equilibrio ma sono le locali a provare l’allungo sul 6-4 con il primo time out chiesto dalle ioniche. Al rientro, altre due punti delle ragazze di coach Gazzotti avanti 10-6 ma Soverato si riavvicina subito, 10-9 ed ecco il time out per Martignacco. Raggiunta la parità, Boriassi e compagne guidano il punteggio 13-14, ma le padrone di casa restano sempre attaccate alle avversarie e quindi in questa parte centrale del set la gara si mantiene in equilibrio con il pubblico che si diverte. E’ ancora Soverato a condurre ma il vantaggio è minimo, 18-19, con le due squadre che non riescono a dare lo sprint decisivo per allungare in questo primo parziale. Hurley regala il più tre alle ospiti e coach Gazzotti ricorre al time out sul 18-21; al rientro in campo Martignacco è a meno uno, 20-21 e sul 21-22 coach Napolitano chiama time out. Si rientra in campo, e squadre sul 23-23 ed il primo set point è per le locali, 24-23; annulla Hurley e si continua ai vantaggi. Muro di Guidi e set point Soverato, 24-25 prontamente annullato; terzo set point per Soverato avanti adesso 26-27 con Aricò in battuta ma niente da fare, 27-27. Alla quarta opportunità errore in attacco di Martignacco e set che si chiude a favore delle calabrese 27/29. Buona partenza nel secondo set di Martinuzzo e compagne che si portano sul 6-2 con Soverato costretto al time out; buon momento adesso per Martignacco che conduce 10-3 mentre Soverato sembra adesso non reagire. Altro tempo per Napolitano sul 12-3 per le padrone di casa. Non c’è il Soverato in questo parziale e coach Napolitano cambia parecchio mentre Martignacco è ampiamente avanti, 18-5. Termina il parziale con il punteggio di 25/11. Inizio equilibrato di terzo set con le biancorosse avanti 5-7 e con Hurley allunga sul 6-9 con coach Gazzotti che chiede time out. Continuano le due squadre ad essere vicine nel punteggio con le ospiti leggermente avanti, 14-16; fase decisiva del set e Soverato conduce 19-22 con time out per Martignacco che al rientro con un mini break si rifà sotto, 21-22 e time out questa volta per le calabresi. E’ parità 22-22 ma Soverato si riporta avanti e guadagna due palle set con un mani out di Alice Tanase, 22-24. Chiude capitan Aricò, 22/25. Sulla scia del set vinto, Soverato parte bene nel quarto gioco e si porta avanti 1-4 e 2-6 ma le locali rimontano e si portano ad una sola lunghezza, 5-6, con time out per Soverato. Rimonta Martignacco che adesso è avanti 9-7 ma è ancora parità, 11-11. E’ Soverato a tentare la fuga portandosi sul più tre, 12-15, con punto di Hurley e coach Gazzotti ricorre al time out. Adesso spinge la compagine di coach Napolitano, avanti 14-18, e diventano cinque i punti di vantaggio poco dopo, 16-21. Mantiene il vantaggio Soverato e conquista ben quattro match point che chiude con un attacco di Ludovica Guidi dal centro. Tre punti pesanti per le “cavallucce marine” che adesso nel prossimo turno osserveranno il turno di riposo. Prossima sfida, ancora in trasferta, nel turno infrasettimanale del 1 novembre in quel di Roma.

Vivere con l’artrite: Cittadini e medici si incontrano al Parco della Biodiversità

vivere con artrite 3E’ stata una mattinata all’insegna della salute e della prevenzione quella promossa dall'Acalmar- Associazione calabrese malati reumatici onlus – che ha animato il Parco della Biodiversità mettendo insieme cittadini e medici. "Vivere con l'artrite" il titolo dell’iniziativa, ultimo evento organizzato nell'arco del 2018 nella Città Capoluogo dall’Acalmar nell’ambito del progetto di volontariato sostenuto da Fondazione Con il Sud. La giornata, che ha registrato una notevole partecipazione, ha avuto inizio con un momento di dibattito nella sala del Musmi – moderato da Domenico Gareri - che ha offerto l’occasione per discutere delle malattie reumatologiche del bambino e dell'adulto e dei più recenti percorsi diagnostici e terapeutici che consentono ai pazienti calabresi di curarsi nella propria terra riducendo l’emigrazione sanitaria. Ci si è trasferiti, poi, al posto medico avanzato fornito dall'Unità territoriale Calabria del Corpo militare ACISMOM (Associazione dei cavalieri italiani del Sovrano militare Ordine di Malta) dove è stato possibile effettuare visite mediche gratuite. Presente anche il Dg dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio, Giuseppe Panella, che ha elogiato l’iniziativa dell’associazione nell’ambito di una programmazione mirata a limitare i viaggi della salute e i costi della sanità regionale calabrese. A dare il benvenuto è stato Rosario Pugliano, Presidente dell'Associazione, che ha rimarcato l’impegno messo in campo per dare supporto ai malati reumatici e difendere i diritti dei pazienti, sensibilizzando i cittadini a sostenere le attività del sodalizio. A sottolineare la fondamentale collaborazione tra presidi sanitari, associazionismo e terzo settore sono stati, nei loro saluti istituzionali, Giuseppe Iannello, presidente dell'Ordine degli avvocati, e Vincenzo Ciconte, presidente dell'Ordine dei medici di Catanzaro e consigliere regionale, che hanno posto anche l’accento sull’importanza di un’informazione più capillare a beneficio dei cittadini. Il presidente della Provincia, Enzo Bruno, ha rimarcato il valore di una location come il Parco della Biodiversità che "continua a essere una vetrina ideale non solo per il divertimento e lo spettacolo, ma anche per la promozione e la sensibilizzazione ai temi della salute grazie al valido esempio di Acalmar". E’ stata poi la volta dei medici offrire la loro testimonianza in un’ottica interdisciplinare: Rossella Cimino, direttore dell’UOC di Medicina interna, e Giuseppe Muccari, responsabile ambulatorio di reumatologia dell’ospedale Pugliese-Ciaccio, hanno affermato che la strada intrapresa verso un’assistenza più efficiente e attenta ai bisogni dei malati è quella giusta. Francesco Cassadonte, direttore dell'UOC Cardiologia, ha affrontato invece i profili dell’artrite relativi al rischio cardiovascolare, mentre Marco Vatrano - responsabile del Centro per lo studio e la cura dell'ipertensione polmonare – ha posto l’accento sulla specializzazione di un servizio che garantisce una corsia preferenziale e tempi di attesa estremamente ridotti. Clodoveo Ferri dell’Università di Modena ha evidenziato l’importanza di rafforzare la rete tra specialisti e amministratori pubblici e che la Calabria costituisce un modello positivo in quanto dotata di ben quattro piani terapeutici. Maria Cirillo, responsabile dell'ambulatorio di reumatologia pediatrica UOC Pediatria del Pugliese-Ciaccio, ha concluso ribadendo che gli sforzi profusi consentiranno di effettuare una diagnosi precoce quale strumento fondamentale per ridurre sempre di più l'emigrazione sanitaria.

Sergio Cammariere: “Al Festival d’Autunno la mia anima di cantautore e quella brasiliana”

Sergio Cammariere 2Si definisce “cantautore piccolino, ma da anni è di diritto uno dei maggiori musicisti appartenenti a quella categoria. Sergio Cammariere parla di sé e della sua Alma Latina in attesa di esibirsi giorno 27 ottobre nel Teatro Politeama di Catanzaro nell’ambito del Festival d’Autunno, diretto da Antonietta Santacroce Sin da piccolo ha mostrato di essere a suo agio davanti a un pianoforte. Vuole raccontarci come è nato il suo amore per la musica? A Crotone frequentavo quelle che possiamo considerare una, forse l’unica possibilità di aggregazione: le parrocchie. Non posso nascondere che sin da piccolo sognavo di diventare un musicista. A otto anni entrai a far parte di un coro di voci bianche, ma non mi limitavo a cantare. Suonavo anche una melodica soprano, che altro non è che una piccola tastierino da due ottave. Uno strumento che faceva intendere che il pianoforte sarebbe stato il suo grande amore. Sì, ma prima ci fu un altro passaggio. Sempre in chiesa cominciai a suonare l’organo a canne durante le messe. Che tipo di musica ascoltava in quel periodo? Ascoltare musica classica mi ha spinto a studiare il pianoforte. Provavo a risuonare i
miei ascolti di Beethoven e Bach, ma la mia formazione completa la devo ad Arthur Rubinstein, Benedetto Michelangeli e Glenn Gould. Mi sembra di capire che il rock per lei era un pianeta lontano. Al contrario. Nonostante io mi ritenga un beethoveniano convinto ascoltavo anche molti dei gruppi rock in voga negli anni settanta. Led Zeppelin, Deep Purple, Black Sabbath, ma anche Pink Floyd e Genesis. Di questi ultimi mi intrigava “Firth of fifth”, un brano che aveva un lunga introduzione di pianoforte che ben presto diventò uno dei miei cavalli di battaglia assieme a “Honky tonky train blues” di Keith Emerson e “Let it be” dei Beatles. Ha anche un’anima latina. Non poteva non essere che così. Negli anni ottanta accanto ai grandi compositori classici ascoltavo gente come Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, Count Basie ed ero molto affascinato dalla musica brasiliana. Non si possono non amare personaggi come
Toquinho, Antonio Carlos Jobim, Vinicius De Moraes e Joao Gilberto che molto mi hanno influenzato. Poi l’incontro con i cantautori. Il primo concerto di un cantautore che ho visto è stato quello di Angelo Branduardi, ma io non posso negare di essere ispirato da Luigi Tenco. Ma c’è molto altro. Tutti i cantautori genovesi, Francesco Guccini, Francesco De Gregori fanno parte del mio DNA. Così come i francesi Jacques Brel e Leo Ferré. Quanto spazio hanno oggi i cantautori nella nostra discografia? In questi anni i cantautori sono cambiati. Non è facile trovare i nuovi Guccini, De Gregori, Venditti, Tenco o, guardando all’estero, Cohen e Dylan, solo per citarne alcuni. Non intravedo neanche una figura importante come Vincenzo Micocci, colui il quale mi ha scoperto. Oggi si guarda altrove e con una diversa ottica, ma i cantautori non spariranno perché fanno parte del nostro patrimonio. Lei è l’erede di una grande scuola. Negli anni sessanta i cantautori segnarono un periodo storico importante con brani di valore assoluto. Per fare un esempio mi verrebbe da dire che “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo o “Il nostro concerto” di Umberto Bindi hanno il DNA della canzone d’autore. Forse, però, la risposta migliore va ricercata in un mio brano dal titolo “Oggi”: “Oggi/è un sentire diverso/di voci e di suoni/di stupide rime/in dialetti lontani/richiami/del sentito di già”. Recentemente ha pubblicato “Piano”, un album completamente strumentale. Come è nata questa sua idea? Più che una idea è stata la voglia di raccontare la mia storia musicale. In ogni album era presente un brano strumentale. In questo disco c’è l’essenza della mia anima. Con la sua esibizione al Festival d’Autunno avrà l’occasione di un ritorno nella sua terra, la Calabria. Sarà sicuramente l’occasione per respirare l’aria di casa mia. Che concerto sarà?
Ripercorrerò le fasi più significative della mia carriera, canterò dal vivo insieme a una band molto coesa, con cui suono da vent’anni, le canzoni più note, i brani sanremesi e soprattutto i pezzi con l’anima latina, in omaggio al Brasile e a questo Festival. Non solo un concerto. Sergio Cammariere venerdì 26 ottobre, alle ore 18.30, terrà una masterclass gratuita nel museo Marca di Catanzaro con l'obiettivo di consentire ai musicisti, ai fan e agli appassionati del genere di ascoltare i racconti della sua carriera, i suggerimenti e i consigli per cercare di affermarsi nel difficile mondo della musica.

L’ingresso consentito a tutti è gratuito.
I biglietti per il concerto di Cammariere potranno essere acquistati in tutte le rivendite e
sul sito all'indirizzowww.festivaldautunno.com. Ogni informazione sarà reperibile
sull'app, scaricabile gratuitamente su ogni cellulare, sui canali social e sul sito ufficiale
della rassegna oppure contattando il numero telefonico 331.8301571.
Facebook: https://www.facebook.com/Festival-DAutunno-141687270107/?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/festivalautunno
Instagram: https://www.instagram.com/festivaldautunno_official/

Dog Village 2018, successo di pubblico e grande soddisfazione dell’organizzazione

dog villageSOVERATO - Divertimento a gogo per l’edizione 2018 del Dog Village, protagonista assoluto a Soverato nel pomeriggio di ieri. L’area ex-Comac ha ospitato l’evento, organizzato dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane - Sezione di Soverato, in collaborazione con il Comune, accogliendo moltissimi cani accompagnati dai rispettivi padroni. Filo conduttore della manifestazione l’amore, quello tra animali ed esseri umani, spesso sottovalutato, ma che in realtà nasconde significati profondi che solo chi vive quotidianamente a contatto con i quadrupedi può comprendere davvero. C’era il sole ieri a Soverato, scongiurato così il pericolo che già aveva fatto un brutto scherzo a tutti domenica scorsa, costringendo di fatto il rinvio di una settimana della festa. Così, tra cani che abbaiavano e giocavano, padroni che familiarizzavano con altri e lo staff della LNDC al completo, si è trascorso un bellissimo pomeriggio all’insegna della sensibilizzazione: ne ha parlato il WWF in apertura, parlando anche di ambiente, ne ha parlato anche la presidente della LNDC Soverato, Serena Voci. Dopo di che è stata la volta della simpaticissima sfilata, con più di trenta cani, al fianco dei rispettivi proprietari, valutati dalla giuria ed applauditi dai presenti. Premiati i più belli e simpatici, così come ci sono stati riconoscimenti per i concorsi social lanciati in questi giorni. E poi, premi e attestati di partecipazione per tutti a concludere in bellezza una bellissima giornata che, speriamo, possa essere ripetuta anche nel futuro.

Francesco Gioffrè

Calcio a 5, C2: Blingink e Club Quadrifoglio Soverato, vittorie per entrambe

blingink c5SOVERATO – Si è giocata la quarta giornata del girone B di C2 e prosegue, in testa alla classifica, il duello tra Catanzaro Futsal e Blingink Soverato. La compagine jonica di mister Cundò si mantiene a punteggio pieno assieme ai ‘cugini’ del capoluogo grazie al successo ottenuto al “Pala Scoppa” contro la Futsal Club Filadelfia al termine di un match molto bello ed equilibrato chiusosi sul 5-3; gara in salita per i locali, sotto 0-1 grazie al rasoterra di Carchedi. I biancorossi però non mollano e pareggiano dopo pochi minuti con Riccardo Parafati che sfrutta un errore del portiere vibonese. Il Soverato insiste, spreca un tiro libero con Celia, ma un’autorete e Francesco Parafati gli consentono di passare in vantaggio aumentando il passivo alla prima fase di gioco. Filadelfia ancora in corsa in apertura di ripresa con il gol di Dastaoli, Blingink tuttavia è deciso a prendersi i tre punti, così Celia e Castanò (gran destro sotto l’incrocio) rendono vano il terzo centro del Filadelfia firmato Panzarella e proseguono la striscia di vittorie che, appunto, dura da inizio campionato.
Torna al successo anche il Club Quadrifoglio dopo il k.o. subito a Catanzaro nel match di recupero di mercoledì. I ragazzi di mister Matacera si impongono a Roccella di misura (5-6) anche qui match in equilibrio perenne fino al sessantesimo minuto, premiata però la maggiore determinazione soveratese; a segno per i biancorossi Voci con una tripletta, doppio Girillo e Zaffino. Tra sette giorni impegni invertiti per le due soveratesi; Blingink atteso a Siderno, Quadrifoglio ospiterà Rosarnese.

Francesco Gioffrè

4.GIORNATA SERIE C2/B: Roccella Futsal-C.Q.Soverato 5-6, CZ Futsal-Ludos V.M. 7-1, B.Soverato-F.C. Filadelfia 5-3, Pol.Cittanova-Futsal Fortuna 10-4, Propellaro Soccer Lab-Xenium RC 6-4, Zefhir Reggio FC-F.F. Siderno 3-1. Riposa Rosarnese
CLASSIFICA: CZ Futsal e B.Soverato 12, C.Q.Soverato, Cittanova e Zefhir 9, Filadelfia, 6, Ludos V.M., Fortuna, F.F. Siderno e Rosarnese 3, Roccella, Xenium e Pro Pellaro 0

Volley serie B maschile: Raffaele Lamezia arriva Antonio Stella

foto antonioNovità nello staff tecnico della squadra gialloblù con l’ingresso di mister Antonio Stella che affiancherà sulla panchina lametina, il coach Antonio Ferraro. Impegnativo il curriculum di Antonio Stella che ha al suo attivo, da secondo allenatore della Callipo, la prima storica promozione in A2; la vittoria di Coppa Italia per la A2 e la prima promozione in A1.
Un ritorno di Antonio Stella a Lamezia, infatti dopo essersi occupato del settore giovanile di Vibo con la B2 e under 18 di lega, e nel 2007 ha rivestito un ruolo decisivo con la Pallavolo Lamezia, prima da secondo a Taborda, e poi da primo allenatore, a sette gare dalla fine del campionato, con la squadra in zona retrocessione, vincendo 6 partite su 7.
Prima di ritornare a Lamezia, questa volta con la Raffaele, Stella ha investito le sue energie, per sette anni, con la femminile a Soverato.
Sono onorato di prendere parte a questa nuova avventura – ha dichiarato mister Stella – soprattutto perché è una squadra giovane, dotata della giusta grinta ma ancora bisognosa di lavorare, per aquisire la giusta sicurezza che solo l’allenamento e la adrenalina del campo potrà fornire.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa