all
Menu

Serie C, punto-salvezza del Catanzaro a Fondi! I giallorossi festeggiano a due gare dal termine del campionato

fondi cz fotoFONDI - Catanzaro salvo! E' questo il verdetto scaturito al termine dei novanta minuti di gioco di questo trentaseiesimo turno del girone C di Serie C. Salvezza giunta a due giornate dalla conclusione del campionato per i giallorossi che, a dire il vero, speravano in una stagione più tranquilla, ma soprattutto consona alla tradizione del blasone calcistico di Catanzaro, ma tant'è. Pareggio a Fondi e, se non altro, obiettivo minimo stagionale raggiunto per la tutto sommato soddisfazione del popolo giallorosso e della società del presidente Floriano Noto, al suo primo anno da massimo dirigente calcistico giallorosso. Gara che era iniziata in modo positivo per le 'Aquile' di mister Pancaro, schierate nuovamente con il 3-5-2 e modificate rispetto al solito, visto che è stato confermato a sorpresa titolare il giovane portiere Marcantognini, con conseguente panchina per capitan Nordi. Diciavamo, primi minuti di marca giallorossa, la compagine calabrese seguita da un buon numero di sostenitori al seguito è determinata a fare risultato ; Infantino, Letizia e De Giorgi impegnano l'estremo difensore locale Elazaj, bravo fino a quando non è costretto a capitolare al colpo di testa vincente di Spighi al 22' . E' un continuo attaccare, per il Catanzaro, per tutto il primo tempo, nella ripresa i ritmi di gioco diminuiscono, anche a causa del caldo, e improvvisamente il Fondi, fin'ora poco pungente, pareggia i conti con Adessi al 55', bellissimo il suo calcio di punizione dal limite su cui Marcantognini non può farci niente. E' questo, tuttavia, l'unico spunto degno di nota dei minuti di gioco, sull'1-1 si assiste ad un goal annullato ad Infantino, autore di un fallo nell'occasione secondo l'arbitro D'Apice e a null'altro. Così, al triplice fischio, festa salvezza per i giocatori giallorossi, attesi adesso dal turno di riposo domenica prossima e poi, tra due settimane, dalla trasferta di Pagani che concluderà questa stagione sportiva.

Francesco Gioffrè

Chiaravalle centrale, rastrellamento nell’area delle preserre: rinvenute armi, munizioni e stupefacenti occultati nella vegetazione

Materiale sequestratoAlle prime luci dell’alba di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Soverato, avendo ricevuto delle segnalazioni relative alla presenza di un armadio blindato divelto e di possibile provenienza furtiva, hanno eseguito un servizio di rastrellamento finalizzato alla ricerca di armi, munizioni e materiale esplodente nella zona delle preserre catanzaresi, coadiuvati, attesa la particolare conformazione del territorio, anche personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” e di unità cinofile anti-esplosivo.
Nella circostanza, durante le attività eseguite in alcune aree impervie del Comune di Chiaravalle Centrale, gli operanti, dopo aver appurato la veridicità della suddetta notizia, hanno rinvenuto una pistola revolver 44 magnum, marca Smith & Wesson, una pistola con canne parallele senza matricola, due fucili cal. 12, marca Franchi, 90 cartucce di vario calibro, 5 involucri, per complessivi 100 grammi, contenenti stupefacente tipo hashish e marijuana, e 4 bilancini di precisione: tutto abilmente occultato nella vegetazione e in perfetto stato di conservazione.
Nel medesimo contesto, le ricerche sono proseguite anche all’interno di alcuni vicini casolari, abitati e non, rinvenendo 6 flaconi di metadone e un block-notes contenente appunti manoscritti, con conseguente deferimento di un giovane del posto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope.
Le armi, opportunamente repertate e sottoposte a sequestro, verranno inviate al Raggruppamento Investigazioni Scientifiche (RIS) di Messina per i successivi accertamenti tecnici, tesi, tra l’altro, a verificare l’eventuale utilizzo in altri delitti, mentre gli stupefacenti saranno sottoposti alle analisi qualitative di rito presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti (LASS) di Vibo Valentia.
Sono tuttora in corso approfondimenti info-investigativi finalizzati all’individuazione dei reali detentori del suddetto materiale sequestrato, parte del quale risulta provento di furti in abitazione perpetrati in Forlì e Chiaravalle Centrale.

Bandiera Verde 2018 alla spiaggia di Squillace: intervento del segretario locale del Pd

spiaggia di squillace lidoSQUILLACE - «Apprendiamo con soddisfazione che alla spiaggia di Squillace è stata assegnata la “bandiera verde” che contrassegna le spiagge a misura di bambino». Lo afferma in una nota il segretario del circolo Pd “Sandro Pertini” di Squillace, Enzo Zofrea. Il riferimento è al riconoscimento come “spiaggia a misura di bambino”, assegnato ieri a Montesilvano, in provincia di Pescara, durante il quarto convegno nazionale delle “Bandiere Verdi”, presieduto da Italo Farnetani, ordinario di Pediatria della “Libera Università Ludes” di Malta. Squillace entra a far parte delle 18 spiagge calabresi ideali per bambini e ragazzi. «Le regole che presiedono a tale assegnazione – afferma Zofrea - sono acqua limpida, in base alle rilevazioni delle strutture regionali preposte ai controlli, e bassa vicino alla riva, sabbia per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio, giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare, gelaterie, locali per l'aperitivo e ristoranti per i grandi. Questo riconoscimento testimonia anche l’ottimo lavoro compiuto dalle nostre imprese balneari in un territorio che, grazie al lavoro di tutti i suoi operatori turistici, punta a innalzare sempre di più gli standard di qualità già raggiunti per garantire un turismo sempre più sostenibile». «Speriamo che questo riconoscimento – conclude Zofrea - possa essere da sprone all'amministrazione comunale di Squillace, che, è giusto ricordare, non ha merito alcuno, affinché si effettuino interventi finalizzati a rendere un minimo decoroso sia il lungomare sia gli accessi alle spiagge, evitando le impresentabili situazioni degli anni passati».

Carmela Commodaro

Il Quadrifoglio Soverato fa suo il derby col Futsal Montepaone, promozione in C2 vicinissima

derby quadrifoglioSOVERATO - Successo pesante per il Club Quadrifoglio Soverato nel derby comprensoriale di questo pomeriggio contro il Futsal Montepaone valido per il diciassettesimo turno del girone B di Serie D. Al “Pala Scoppa” netto 9-2 per i biancorossi che così mantengono la testa della classifica e, soprattutto, le distanze dal Catanzaro Futsal, il che significa che ad una giornata dalla conclusione del campionato, la promozione diretta al prossimo campionato di C2 è adesso vicina. Anche se l’ultimo impegno stagionale vedrà i soveratesi ospiti della terza forza del torneo, la Tre Colli Futsal, occorrerà comunque una vittoria per poter festeggiare. La squadra di mister Vitale, dunque, è già proiettata a sabato prossimo; come accennato, però, larga la affermazione odierna: partita perfetta e match chiuso già nel primo tempo, chiusosi sul 6-1. Le restanti reti nella ripresa, a segno per i soveratesi Bono e Parisi con una doppietta ciascuno, poi Sinopoli, Girillo, Politi, Caridi e Bressi.

Francesco Gioffrè

Soverato, assegnata la Bandiera Verde 2018

bandiera verde spiaggeLe spiagge italiane 'a misura di bambino' promosse quest'anno dai pediatri sono 136, 18 delle quali si trovano in Calabria, la prima regione per numero di località premiate.
Ecco l'elenco: - Bianco (Reggio Calabria), - Bova Marina (Reggio Calabria), - Bovalino (Reggio Calabria), - Capo Vaticano (Vibo Valentia), - Cariati (Cosenza), - Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), - Isola di Capo Rizzuto (Crotone), - Locri (Reggio Calabria), - Melissa-Torre Melissa (Crotone), - Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), - Nicotera (Vibo), - Palmi (Reggio Calabria), - Praia a Mare (Cosenza), - Roccella Jonica (Reggio Calabria), - Santa Caterina dello Ionio Catanzaro), - Siderno (Reggio Calabria), - Soverato (Catanzaro), - Squillace (Catanzaro).

Serie C: Catanzaro ospite del Fondi, 'Aquile' pronte allo sprint-salvezza

us catanzaroCATANZARO - Momento chiave della stagione giallorossa; Catanzaro a Fondi per la terz'ultima giornata di campionato, la penultima per l'undici calabro considerato il prossimo turno di riposo e la trasferta a Pagani che concluderà la stagione regolare tra due settimane. La squadra di Giuseppe Pancaro, con 40 punti all'attivo, è attualmente fuori dai pericoli, serve però, ancora, un altro piccolo sforzo per festeggiare la permanenza in terza serie e l'occasione che si presenta è propizia, classifica alla mano, anche se nel calcio non si sa mai; allo stadio "Domenico Purificato", Nordi e soci se la vedranno con una formazione quasi rassegnata ai playout, ma che cerca punti per riuscire nella difficile impresa di evitarli e che, perciò, venderà cara la pelle. Dopo cinque sconfitte di fila, la formazione ora allenata da un ex giocatore del Catanzaro, Pasquale Luiso, prova dunque ad invertire la rotta alla ricerca di un 'miracolo' sportivo, d'altra parte però le 'Aquile' sono in ripresa e puntano ad ottenere il massimo per poter essere, con un piede, salve. Sulla formazione che il tecnico giallorosso opporrà al Fondi, sono stati provati in settimana diversi schemi, è tuttavia complicato ipotizzare un undici di partenza, visto che molti giocatori, come Sabato, Cunzi, Onescu, Marin e Nicoletti non sono in perfette condizioni fisiche. Di certo però è che riprenderà il suo posto tra i pali capitan Nordi dopo aver scontato una giornata di stop per squalifica, in avanti ci saranno Infantino e Letizia. A dirigere il match di domani pomeriggio il signor D'Apice di Arezzo, assistenti designati Cecchi di Pistoia e Baldelli di Reggio Emilia; fischio d'inizio ore 14.30.
Notizia extra-campo, si è svolta nei giorni scorsi, al Teatro Comunale di Catanzaro, un'asta benefica in favore di Orlando Fratto, il ragazzo di Soverato affetto da sarcoma la cui storia è oramai nota a tutti anche a livello nazionale ed internazionale, essendosi sottoposto al difficilissimo intervento a New York; la società giallorossa ha infatti organizzato un'asta in cui sono state vendute alcune maglie da gioco delle 'Aquile' e l'intera somma ricavata è stata devoluta in favore dell'Associazione "Orlando il Guerriero Onlus", dunque anche il sodalizio del presidente Floriano Noto ha voluto partecipare all'infinita manifestazione di solidarietà che è stata fatta per Orlando.

Al termine della seduta di rifinitura, il tecnico Giuseppe Pancaro ha convocato per la partita Racing Fondi-Catanzaro di domani 22 calciatori:
PORTIERI: Nordi, Marcantognini; DIFENSORI: De Giorgi, Di Nunzio, Gambaretti, Nicoletti, Riggio, Sabato, Sepe, Zanini; CENTROCAMPISTI: Badjie, Maita, Marin, Onescu, Spighi, Van Ransbeeck; ATTACCANTI: Corado, Falcone, Infantino, Letizia, Puntoriere, Valotti.

Francesco Gioffrè

PROGRAMMA 36.a GIORNATA SERIE C GIR. C: 22/4 ore 14.30 Cosenza-Rende, Fondi-Catanzaro, Paganese-S.Leonzio e Siracusa-Bisceglie, ore 16.30 Casertana-J.Stabia e Reggina-Akragas, ore 18.30 Fid.Andria-Matera e Monopoli-V.Francavilla. 23/04 ore 20.45 Catania-Trapani
CLASSIFICA: Lecce 71, Catania 67, Trapani 64, J.Stabia 51, Monopoli e Cosenza 48, Rende 46, Casertana e Francavilla 44, Siracusa, 43 S. Leonzio 42, Matera e Catanzaro 40, Bisceglie 38, F.Andria e Reggina 36, Paganese 32, Fondi 26, Akragas 10

Chiaravalle, il sindaco: potenziare la pianta organica della Casa della Salute

ospedaledonatoPotenziare subito la pianta organica e le strumentazioni tecnologiche in dotazione alla Casa della Salute. E' la richiesta che il sindaco di Chiaravalle Centrale, Mimmo Donato, ha indirizzato direttamente sul tavolo della direzione generale Asp di Catanzaro, coinvolgendo anche il commissario ad acta Massimo Scura e la Regione Calabria. Lo ha fatto con l'appoggio del comitato civico che sostiene il progetto di riconversione dell'ex ospedale “San Biagio”. “Il nostro ragionamento è semplice - ha dichiarato il sindaco. - Da una parte c'è un progetto definitivo che va avanti speditamente, il che lascia ben sperare per il futuro. Un progetto che porterà alla realizzazione di una nuova struttura, moderna, efficiente, funzionale, al posto del vecchio edificio. Dall'altra occorre, però, evidenziare la quotidianità dei servizi oggi esistenti, spesso erogati con grande sforzo degli operatori, chiaramente sotto organico. Ciò accade nonostante gli impegni presi a tutti i livelli di responsabilità e nonostante l'evidente importanza che questa struttura ha acquisito per un'ampia fascia di territorio che va dal basso jonio catanzarese fino alle Serre vibonesi. Questa struttura dà risposte a centinaia, migliaia di utenti, mantenendo alte le prestazioni anche in termini di qualità. Eppure si lavora con pochissime unità, ben al di sotto delle reali esigenze”. Secondo Donato “è il momento di invertire questa inerzia”. Il sindaco ha annunciato che, nei prossimi giorni, verrà inaugurato a Chiaravalle in nuovo servizio: “Un centro alcologico che andrà a sostenere un piano di interventi nel campo della prevenzione, della cura e della riabilitazione delle patologie alcol correlate sul territorio”. “Un segnale importante - ha concluso il primo cittadino - che però non è ancora sufficiente”. Concetti ripresi e ribaditi dall'ex sindaco Nino Bruno, nella sua veste di componente del comitato civico pro ospedale.

Enti locali: Bova,Calabria,calo intimidazioni,non abbassare guardia

arturo bova«Il calo del 20% sul numero delle intimidazioni a danno degli amministratori locali in Calabria rispetto ai dati 2016 non deve far abbassare la guardia su un fenomeno che mette in evidenza quanto la criminalità organizzata, la ‘ndrangheta nello specifico, abbia necessità di far sentire la propria presenza nei confronti di sindaci, consiglieri comunali e tecnici degli Enti pubblici». Lo afferma l’on. Arturo Bova, presidente della Commissione contro la ‘ndrangheta in Calabria, dopo aver partecipato venerdì a Roma alla presentazione del Rapporto 2017 “Amministratori sotto tiro”, redatto da Avviso Pubblico. «I dati diffusi stamani da Avviso Pubblico – ha sottolineato Bova -, fotografano le difficoltà dell’essere amministratore locale in Calabria nonché ci ricordano di quanto sia necessario continuare ad operare affinché ai sindaci e ai loro collaboratori possano essere dati strumenti normativi grazie ai quali mettersi al riparo da ritorsioni e intimidazioni». «In quest’ottica – prosegue - s’inquadra perfettamente la disposizione contenuta nel Testo Unico contro la ‘ndrangheta in cui si prevede l’obbligo di selezionare, per gli appalti ad affidamento diretto, le imprese da una white list: con questo strumento si raggiunge il duplice obiettivo di sgravare i sindaci dalla responsabilità della scelta - circostanza in cui possono essere oggetto di intimidazione - e quello di sostenere le imprese che hanno denunciato le aggressioni subite. Questo e altri strumenti, dunque, possono aiutare concretamente i sindaci nella loro azione amministrativa quotidiana, mettendoli al riparo da decisioni in cui la volontà politica può essere soggetta alle attenzioni criminali». «Ma questa è solo una strada – continua il Presidente -, affianco alla quale ne devono essere costruite altre. Penso, ad esempio, al rafforzamento degli uffici giudiziari e della presenza delle forze dell’ordine. A tal proposito faccio mia la posizione della Commissione parlamentare antimafia, la quale suggerisce l’affidamento ai tribunali distrettuali della competenza esclusiva per i dibattimenti di criminalità organizzata, questo al fine di favorire la necessaria specializzazione dei magistrati sul tema». «Tra i dati diffusi da Avviso Pubblico – ha concluso - ciò che salta all’occhio è l’inquinamento accertato di almeno 27 gare d’appalto da parte di un gruppo imprenditoriale che fa riferimento ad una potente cosca calabrese, con particolare attenzione ai cantieri della Salerno-Reggio Calabria. Ciò che non è una novità, ma deve comunque essere tenuto in conto, è che la ‘ndrangheta, sebbene abbia spostato da tempo il centro dei suoi interessi fuori dai confini regionali, continua a manifestare e coltivare la propria capacità di controllo sulle amministrazioni locali calabresi per affermare il suo radicamento sul territorio d’origine. Un modo aggressivo e arrogante di affermare come la Calabria continui ad essere il cardine della rete affaristico-criminale della più potente organizzazione mafiosa al mondo»

Il Comune di Montauro si dota del PSC

montauroIl Comune di Montauro si dota del PSC (Piano strutturale comunale). Con la delibera di Consiglio n.12, il commissario prefettizio Armando Brescia è, infatti, stato approvato il Piano strutturale comunale e relativo regolamento edilizio e urbanistico. L'importante documento urbanistico rappresenta uno strategico strumento d'azione nell'ambito del settore mira, infatti, a disciplinare gli interventi. Soddisfazione per l'approvazione del Psc è stata espressa dal commissario prefettizio sopratutto per il fatto che il via libera all'atto arriva dopo tanti anni di stand by. Il Piano stabilisce, infatti, le strategie per il governo del territorio in coerenza con gli obiettivi generali di pianificazione della Regione e si propone il miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Medicina legale, attivati due ambulatori a Nocera Terinese e a Chiaravalle Centrale

medicina legaleCatanzaro, – Al fine di migliorare l’offerta dei servizi sanitari sul territorio, anche nell’ottica della prevenzione, a Nocera Terinese e a Chiaravalle centrale è stato aperto l’ambulatorio di Medicina legale. Nel Polo sanitario di Nocera Terinese, in via Dante Alighieri, l’ambulatorio di Medicina legale, diretto dal dott. Raffaele Mancini, è operativo ogni mercoledì dalle 15:30 alle 17:30, mentre nella Casa della Salute di Chiaravalle Centrale l’ambulatorio diretto dal dott. Fedele Caiazza, è operativo ogni giovedì dalle 9:30 alle 11:30. Entrambi gli ambulatori sono preposti alla consegna dei certificati per: rilascio e/o rinnovo patenti categoria A e B; rilascio certificati per porto d’armi e per sana e robusta costituzione fisica, oltre, comunque, tutto quant’altro di competenza medico-legale. Della nuova attività sanitaria sono stati tempestivamente informati i Sindaci dei Comuni afferenti alle strutture sanitarie di Chiaravalle e Nocera.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa