Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Week end di arresti per il personale della polizia

volanti notteNegli ultimi giorni il personale della Squadra Volante, durante i servizi di controllo del territorio, ha tratto in arresto due persone. Durante mirati servizi di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, sabato scorso una pattuglia notava su viale Isonzo, un uomo, il 42enne T.F., già noto per i suoi precedenti penali, che alla vista dell’auto della Volante repentinamente si allontanava in una via limitrofa per eludere qualsiasi tipo di controllo. Insospettiti del comportamento tenuto dall’uomo gli Agenti procedevano a fermarlo, ma con una mossa fulminea questi gettava in terra un oggetto che immediatamente recuperato risultava essere un involucro di cellophane contenente una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo eroina, che è stata posta sotto sequestro. Nel prosieguo il T. F. tentava ripetutamente di eludere il controllo e riprendere la fuga, ma la tenacia degli Agenti lo facevano desistere dalla resistenza opposta, pur continuando a profferire frasi oltraggiose ed offensive ai poliziotti e rifiutandosi di fornire notizie in merito alla provenienza della droga ovvero di come ne fosse venuto in possesso, limitandosi a dichiarare di essere abituale assuntore e di sottoporsi alle cure e controlli presso il locale SERT. Per la condotta posta in essere e considerati i numerosi precedenti penali, per reati contro il patrimonio, detenzione illegale di armi, detenzione di stupefacenti e del provvedimento della Sorveglianza Speciale di P.S. a cui sottoposto, con obbligo di soggiorno nel territorio di questo capoluogo, T.F. è stato tratto in arresto per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, ed anche denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di favoreggiamento personale. Nel rito per direttissima, il Giudice ha convalidato l’arresto, ed imposto l’obbligo della firma presso l’Autorità di P.S. per tre giorni la settimana. Per altri tre giorni permane al predetto l’obbligo di firma per la misura della Sorveglianza Speciale. Nella giornata di domenica veniva segnalato tramite i Carabinieri il furto di un camion Iveco presso i mercati generali. Poco dopo giungeva al 113 la segnalazione di un sinistro stradale sul Ponte Nalini nel quartiere marinaro causato dallo stesso camion che aveva danneggiato un’autovettura Mercedes. L’azione sinergica delle due sale Operative della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, permetteva a questi ultimi di intercettare e inseguire il veicolo rubato, ma il ladro incurante dell’intimazione all’Alt, proseguiva nella folle corsa cercando di speronare l’autovettura di servizio dell’Arma e creando grave pericolo per gli altri utenti della strada. L’inseguimento giungeva in Viale Brutium dove, all’altezza della Funicolare, il camion veniva definitivamente bloccato da due pattuglie della Squadra Volante. L’autore del furto veniva identificato per R.U.F., originario di Soverato di 28 anni, e residente a Catanzaro, con numerosi precedenti penali per reati in materia di stupefacenti, contro il patrimonio e la persona, nonché attualmente sottoposto alla misura di Prevenzione dell’Avviso Orale e sprovvisto della patente di guida poiché revocata dal 2015. R.U..F. è stato tratto in arresto per i reati di furto aggravato, danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico Ufficiale, guida senza patente. Nel rito per direttissima l’arresto è stato convalidato.

Soverato, insegue in auto la ex convivente e la tampona: arrestato un 28enne dai Carabinieri

Soverato, insegue in auto la ex convivente e la tampona: arrestato un 28enne dai Carabinieri - 4.0 su 5 basato su 1 voto

carabinierisoveratoNella decorsa serata, i Carabinieri della Compagnia di Soverato hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale Procura, nei confronti di S.A., 28enne di Soverato, ritenuto responsabile di maltrattamenti contro familiari e conviventi.
L’allarmante sequenza, ormai sistematica, di condotte persecutorie e vessatorie, connotate da violenze fisiche e verbali, non si sono placate neanche dopo l’allontanamento dalla casa familiare da parte della malcapitata vittima, costretta a rivolgersi più volte ai Carabinieri della Stazione di Soverato, al fine di ricevere tutela per se e per i propri figli; già, perché neanche la presenza dei minori è servita a fermare l’ira funesta del prevenuto.
Tutto è iniziato tre anni fa, nel 2014, anno in cui è stata avviata la convivenza. Da allora, il giovane ha sempre tenuto un atteggiamento arrogante e autoritario nei confronti della ragazza, sottoponendola a reiterate mortificazioni ed imposizioni, provocando, spesso senza alcuna giustificazione, delle violente liti, caratterizzate da ingiurie e percosse, giungendo finanche ad afferrarla per i capelli e a sbatterle la testa contro il muro. Cessata la convivenza, la situazione è definitamente degenerata: a causa della irrefrenabile gelosia, ha iniziato a molestarla con sms e telefonate e a pedinarla costantemente, anche sul luogo di lavoro.
L’episodio più inquietante si è verificato il 14 luglio u.s., allorquando il giovane, mentre attendeva il rientro della ragazza presso la propria abitazione, ha tentato dapprima di strattonarla e poi, messosi all’inseguimento dalla stessa con la sua auto, ha provocato il tamponamento del mezzo da lei condotto.
I continui interventi e le indagini della Stazione Carabinieri di Soverato hanno consentito di evitare guai ulteriori e di raccogliere, di concerto con l’Autorità Giudiziaria, gli elementi necessari per l’espletamento delle attività d’indagine.
Conseguentemente, è stata emessa la misura cautelare degli arresti domiciliari, con contestuale divieto di comunicare, anche telefonicamente e telematicamente, con persone diverse da quelle che con lui convivono.

Volley Soverato, domani sera match con Mondovì al "Pala Scoppa"

Volley Soverato logoDi nuovo campo. E, infatti, tempo di turno infrasettimanale per quanto riguarda il Samsung Galaxy Volley Cup A2; il Volley Soverato di coach Leonardo Barbieri ritorna a giocare davanti ai suoi splendidi tifosi dopo la vittoria esterna in terra di Lombardia contro la Savallese Millenium Brescia per tre set a uno. Domani sera, al “Pala Scoppa”, ci sarà la sfida contro una delle battistrada di questo campionato, la LPM Mondovì guidata da coach Delmati. Si tratta di un incontro che promette emozioni e dall’esito incerto con le calabresi del presidente Matozzo che avranno dalla loro parte il calore del proprio pubblico. Dall’altra parte della rete, una squadra costruita per le prime posizioni che nel suo organico ha giocatrici di tutto rispetto come l’attaccante Bici e la palleggiatrice, ex di turno, Demichelis. Il Soverato, nelle prime due gare di questa lunga stagione, ha dimostrato di avere delle ottime qualità e, soprattutto, come logico che sia, di avere ampi margini di miglioramento sotto tutti i punti di vista. Anche le due straniere, arrivate a ridosso dell’inizio del campionato, si stanno ben comportando e stanno crescendo di partita in partita. Durante la settimana si lavora molto e bene sotto la guida di coach Barbieri e del suo staff tecnico, senza dimenticare ovviamente il prezioso lavoro svolto dallo staff medico sempre presente e diretto dal dott. Mammone. Sfida dall’esito incerto dicevamo; Mondovì è un organico forte che sta esprimendo un bel gioco e che, certamente, scende in Calabria per continuare la scia di risultati positivi. Ieri, le “cavallucce marine” hanno avuto un giorno di riposo per recuperare dalla trasferta di Brescia, mentre oggi ci sarà doppia seduta di allenamento tra sala pesi e seduta tecnico tattica al palazzetto. Domani mattina, poi, consueta rifinitura prima del match che avrà inizio alle ore 20:30. LA gara sarà trasmessa, come di consueto, sui portali volleysoverato.it e volleysoverato.com. Arbitri di turno, la coppia Guarneri Roberto – Giorgianni Giovanni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa