all
Menu

Danneggiamento di un escavatore la condanna del vile atto da parte dell’Amministrazione comunale di Borgia

borgiaBORGIA  L’Amministrazione Comunale di Borgia, guidata dal sindaco Elisabeth Sacco, condanna, definendolo un vile atto, il danneggiamento di un escavatore di proprietà della ditta “Calcestruzzi Veltri” nella notte di martedì scorsa. La ditta è impegnata da qualche tempo nella realizzazione dei lavori di ammodernamento della strada rurale “Serbigora-Santo Pietro” che il Comune ha potuto avviare grazie ad un finanziamento di 250 mila euro ottenuto dalla Regione Calabria nell’ambito dei contributi del Programma di Sviluppo rurale 2014/2016. Una presa di posizione formalizzata anche in una delibera di Giunta. “Siamo certi che la magistratura e le forze dell’ordine prontamente intervenute a tutela anche della nostra comunità che si trova ad assistere preoccupata all’ennesimo atto criminale, in tempi brevi faranno piena luce sull’accaduto, individuando i responsabili – affermano i componenti dell’Esecutivo comunale guidato dal sindaco Sacco-. Se gli inquirenti confermassero inoltre la natura di quanto accaduto così come ipotizzato sugli organi di stampa questa mattina saremmo di fronte ad un evento gravissimo e oltremodo sconcertante: questi gesti ai danni di ditte che, lavorando per il territorio, sono al servizio della comunità incidono negativamente sul tessuto economico e sociale. L’invito, a tutta l’imprenditoria sana che opera nella nostra regione è quello di andare avanti a testa alta, nel nome della legalità e della trasparenza che, in qualità di uomini e donne delle istituzioni, siamo impegnati a garantire e mantenere”.

Chiaravalle Centrale, lo stadio comunale Foresta al centro del dibattito politico dopo la chiusura della tribuna coperta

IMG 20190117 WA0001Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa gruppo politico CHI.CE - Chiaravalle attiva
Il lungo “monologo” dello scorso 8 gennaio da parte di sindaco ed assessori, definito impropriamente “conferenza stampa”, non ha aggiunto nulla di nuovo rispetto a quanto già si sapeva della situazione dello stadio comunale “Palach – Maellare”. L’amministrazione ha dunque confermato che sulla struttura grava l’interdizione alla tribuna coperta mentre la gradinata opposta può ospitare un massimo di 99 spettatori. Per ottenere l’agibilità, lo stadio abbisogna di lavori per circa 200 mila euro, ai quali la stessa amministrazione spera di ovviare con contributi regionali, frutto di un protocollo d’intesa stipulato dalla Regione con l’Istituto per il Credito Sportivo. Fondi utili, che tutti auspichiamo saranno ottenuti, anche per interventi sugli altri impianti sportivi di località Foresta. Ciò premesso, i tre amministratori in più di 20 minuti di dichiarazioni rilasciate a Telejonio non hanno chiarito alcunché rispetto al servizio che la stessa emittente televisiva ha mandato in onda nell'edizione del telegiornale del 27 dicembre scorso, riguardante una partita tra istituti superiori locali che ha visto gli studenti occupare in massa la tribuna coperta dello stadio comunale Foresta, nonostante l’interdizione. Insomma, l’amministrazione non ha ancora precisato chi abbia dato agli studenti, il 19 dicembre scorso, la possibilità di accedere alla tribuna coperta dichiarata “inagibile”.

Joy Volley ospite della Ferraro Lamezia

copertina2Un Sabato pomeriggio alternativo per gli atleti della Joy Volley. Infatti, staff tecnico, atleti e genitori saranno sugli spalti del palazzetto dello sport di Pianopoli per assistere all’incontro del Campionato Nazionale di Pallavolo serie B1 Femminile tra Ferraro Lamezia e Napoli. Grande emozione tra i giovani atleti in attesa di questo evento che consentirà di vedere scendere sul taraflex di Pianopoli tante campionesse. Un’altra occasione di socializzazione e sano sport che fa della Joy Volley una società dinamica e attenta al territorio con uno staff tecnico preparato, competente e con tanta passione per lo sport.

Iniziative dell’ANPI di Soverato per la Giornata Internazionale della Memoria

Locandina Cardinale 26 gen.2019 e1547797513439Il dovere della Memoria. La conoscenza della Storia. Anche per quest’anno l’ANPI, unitamente a vari Istituti scolastici – Associazioni e librerie, sarà impegnata in città e in tanti comuni, da Soverato a Botricello – Soveria Mannelli e altri luoghi,per le celebrazioni del 27 gennaio Giornata Internazionale della Memoria. “Ci preoccupa un aumento di fenomeni di antisemitismo o di razzismo in Italia e in Europa, ha detto recentemente la presidente dell’UCEI – Comunità ebraiche italiane – Noemi Di Segni. Credo che sia responsabilità delle istituzioni comprendere i motivi e non sottovalutare i segnali. Ma credo che sia anche compito di ciascuno di noi tutti i giorni nel nostro piccolo non restare indifferenti”. Questa riflessione ci guida e ci impegna ormai da molti anni nel portare avanti iniziative, in particolare con le nuove generazioni, sulla necessità di non dimenticare gli orrori del passato. Un impegno che diventa un dovere morale, civile e politico per conoscere le tragedie del nazifascismo col suo carico di morte e dolore. Oggi più che mai non sono consentite sottovalutazioni rispetto al clima di odio e paura sempre più diffuso in Italia e in Europa. La caccia al “diverso”, l’accanimento contro le fasce più diseredate della popolazione, la logica perversa del capro espiatorio su cui scaricare il malessere della società è qualcosa di già visto. Gli ebrei, gli oppositori politici, i disabili, gli omossessuali, i rom furono sterminati a milioni. Mantenere viva la memoria deve servire allora non solo per ricordare i morti, ma per aiutarci a comprendere il presente e lavorare per un futuro migliore.

Nuovo progetto Erasmus plus a Serra San Bruno

erasmus serraSi svolgerà dall’1 al 9 marzo prossimo a Serra San Bruno il nuovo progetto Erasmus plus “Education against Discrimination”. Il progetto, ideato dall’associazione Passepartout.up, guidata da Biagio Tassone e Edoardo Russo, vedrà 25 partecipanti confrontarsi su nuovi metodi educativi per riconoscere, prevenire e contrastare la discriminazione. I paesi partecipanti saranno rappresentati dalle seguenti organizzazioni: Passepartout.up (Italia), ASK Yourself (Romania), Espírito de Mudança – Associação Juvenil (Portogallo), Praxis (Grecia), Consiglio Eu Diaspora (Svezia). Il corso di formazione sarà utile agli animatori giovanili per sviluppare un atteggiamento di protezione nei confronti delle persone discriminate. L’obiettivo del training course è infatti quello di cercare di arginare questo fenomeno spiegando ai giovani quali siano gli effetti negativi della discriminazione. A conclusione del progetto verrà rilasciato il certificato ufficiale della Commissione Europea Youthpass.

A Catanzaro Lido “Giornate reumatologiche della Calabria Centrale”

muccari ursiniLe malattie reumatiche colpiscono oltre 5 milioni di italiani ed il numero di casi è progressivamente crescente. Le “Giornate reumatologiche della Calabria centrale” nascono come un ciclo di eventi a cadenza annuale finalizzati ad affrontare in ma-niera multidisciplinare argomenti emergenti della gestione del paziente reumatico che travalicano il controllo dell’attività di malattia per sconfinare nella comorbi-dità, nella safety e nella gestione della complessità. Ecco perché fare il punto sulle attuali ricerche scientifiche e sulle terapie in uso è di estrema importanza per evi-tare serie complicanze.
Tutto ciò sarà oggetto di discussione nel 1° simposio scientifico, promosso dall’Associazione calabrese per la Ricerca in Reumatologia, presieduta dal dott. Francesco Ursini, (unico reumatologo calabrese ad aver conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore Associato in Reumatologia), che si terrà a Catanzaro Lido (Hotel Perla del Porto), il 25 e il 26 gennaio prossimi.
Nel corso del simposio, diversi professionisti affronteranno, ciascuno secondo le specifiche competenze mediche, alcuni topic chiave come il ruolo delle vaccina-zioni, gli aspetti cardiopolmonari, la medicina di genere, l’utilizzo dei nuovi far-maci e la gestione delle complicanze nei pazienti che presentano malattie reumati-che croniche.
L’iscrizione è gratuita ed è indirizzata a medici, farmacisti, ma anche ad infermie-ri, podologi, tecnici di radiologia medica, fisioterapisti, assistenti sanitari e tecnici ortopedici. Sono previsti 7 crediti Ecm. Per informazioni o iscrizioni è possibile scrivere a info@morenarombola.it, oppure telefonare al n. 392.2234478.
Il simposio si aprirà venerdì 25 gennaio, alle ore 14,00 con la relazione introdut-tiva del responsabile scientifico, dottor Giuseppe Muccari. Seguiranno i saluti istituzionali del presidente dell’Ordine dei Medici di Catanzaro, dottor Vincenzo Ciconte, del delegato regionale della SIR (Società Italiana di reumatologia), dottor Francesco Ursini, nonché dei dottori Enrico Ciliberto e Antonino Maglia (pre-sidenti OMCEO di Crotone e Vibo Valentia) e del dott. Giuseppe Varrina, segre-tario FIMMG Calabria.
La 1ª sessione, moderata da Giuseppe Muccari e Francesco Ursini, si aprirà alle ore 14,30, con la lettura introduttiva “In salute e in malattia: il microbiota nelle malattie autoimmuni” del Prof. Roberto De Giorgio, Ordinario di Medicina In-terna all’Università di Ferrara. Seguiranno gli interventi del dott. Marco Vatrano (Diagnosi e terapia dell’ipertensione polmonare nelle malattie autoimmuni) e del dott. Domenico Olivo (La vaccinazione del malato reumatico: stato dell’arte e prospettive).
La 2 ª sessione, moderata dalle dottoresse Maria Cirillo e Antonietta Accoti, si aprirà con l’intervento di Caterina Ermio sul tema “La medicina di genere: defi-nizione e aspetti normativi”. Seguiranno gli interventi di Giuseppa Pagano Ma-riano (La medicina di genere in reumatologia), Roberta Pellegrini (Utilizzo dei farmaci biologici in gravidanza) e Laura Andreoli (Problematiche ginecologiche ed ostetrice in reumatologia). La prima giornata si concluderà con l’intervento del prof. Francesco Mattace Raso sul tema “Infiammazione e disfunzione vascolare”.
La 1ª sessione di sabato 26 sarà moderata dai dottori Maurizio Caminiti e Pietro Gigliotti. Gli interventi si apriranno alle ore 9,30 con la relazione di Piero Ruscit-ti sul tema “Medicina personalizzata nell’artrite reumatoide”. Dopo Ruscitti rela-zioneranno: il dottor Francesco Ursini che si soffermerà sui nuovi farmaci nell’artrite reumatoide, il dottor Salvatore D’Angelo che tratterà i “Nuovi farma-ci nelle spondiloartriti e nell’artrite psioriasica” e il dottor Giulio Favalli che si soffermerà sul ruolo della PDE4 nei pazienti con PsA.
Dopo una approfondita discussione i lavori riprenderanno alle ore 11,30 con la 2 ª sessione, moderata dai dottori Giuseppe Varcasia e Massimo L’Andolina. Ad aprire tale sessione sarà la dottoressa Rosella Cimino (Inquadramento e tratta-mento delle ulcere sclerodermiche). Dopo Cimino interverrà il dott. Bruno Iannò che parlerà del trattamento medico-chirurgico dell’algodistrofia.
Le “Giornate reumatologiche della Calabria centrale” si concluderanno con la let-tura “Intestitial Pneumonitis With Autoimmune Features (IPAF)” del Prof. Clo-doveo Ferri, reumatologo di fama internazionale di origine calabrese.
Due giorni, quindi, di approfondite discussioni scientifiche, messi in campo dall’Associazione Calabrese per la Ricerca in Reumatologia, con il contributo dei più noti reumatologi della regione, ma non solo.

Catanzaro, “Quartet” il 22 gennaio al Teatro Comunale di per la rassegna teatrale Vacantiandu

Locandina QUARTETTO e1547798617630Dopo Francesco Pannofino e Carlo Buccirosso in arrivo, al Teatro Comunale di Catanzaro, un altro grande spettacolo di successo inserito nel cartellone della rassegna teatrale Vacantiandu con la direzione artistica di Diego Ruiz, Nico Morelli e direzione amministrativa di Walter Vasta. Promosso dall’Associazione teatrale I Vacantusi di Lamezia Terme, Vacantiandu è uno dei progetti culturali con validità triennale finanziati dalla Regione Calabria con fondi PAC. Martedì 22 gennaio, ore 20.45, quattro mostri sacri della scena teatrale italiana. Giuseppe Pambieri, Paola Quattrini, Cochi Ponzoni ed Erica Blanc saranno i protagonisti della commedia Quartet di Ronald Harwood per la regia di Patrick Rossi Gastaldi. Il titolo della commedia si riferisce al famoso Quartetto del Rigoletto di Verdi, che inizia con l’aria “Bella Figlia dell’Amore”. Quattro grandi, energici, irascibili e divertenti ex-cantanti d’opera sono ospitati in una casa di riposo per musicisti lirici. I loro rapporti non sono privi di tensioni, battute e scaramucce ma, di fronte alla possibilità di poter cantare di nuovo insieme, tutto si appiana e loro riscoprono di essere ancora giovani e gloriosi come un tempo. Un gioco teatrale e drammaturgico capace di far ridere, riflettere e commuovere ma anche una imperdibile occasione di assistere alla reunion di quattro attori senza tempo!

Catanzaro, al San Giovanni la Festa dell'Architetto 2019

festa architettoOggi, venerdì 18 gennaio, dalle ore 16, a Catanzaro, all’interno del Complesso monumentale del San Giovanni si terrà la “Festa dell’architetto 2019”, organizzata dall’Ordine degli Architetti della provincia di Catanzaro, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune e la Fondazione Architetti di Catanzaro. Si tratta di un’edizione molto particolare poiché sarà celebrata nell’ambito della mostra di “Escher. La Calabria, il mito”, ancora presente nelle sale del Complesso monumentale sino al 20 gennaio e che ha raggiunto le 6500 visite. Un’iniziativa che sancisce anche un’importante sinergia tra l’Ordine degli architetti della Provincia di Catanzaro e l’Assessorato alla Cultura del Comune.Dopo la visita alla mostra, dalle ore 17 partiranno le celebrazioni con i saluti istituzionali del Presidente dell’Ordine degli Architetti , arch. Giuseppe Macrì, e del vice-sindaco con delega alla Cultura, Ivan Cardamone. Interverrà il vescovo della Diocesi di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone, e il presidente della Fondazione Architetti di Catanzaro, arch. Eros Corapi. Oltre a conferire i premi alla carriera a 100 professionisti della provincia, sarà presentata la “Preghiera dell’Architetto” scritta dall’arch. Giuseppe Antonio Zizzi - presidente emerito dell’Ordine degli Architetti di Catanzaro - in occasione del Giubileo del 2000, associata a San Benedetto, patrono degli architetti e patrono d’Europa. La serata sarà scandita dall’intrattenimento musicale a cura del duo formato da Barbara Galati al violino e Paolo Sergio Marra al flauto e si concluderà con il brindisi augurale degli architetti.

Catanzaro, Confesercenti condivide l'idea di pedonalizzare una parte del centro storico

vittoriocolacione“Piena condivisione” da parte di Confesercenti rispetto alla proposta di pedonalizzare una parte del centro storico del capoluogo, così come lanciata dal presidente di “Cara Catanzaro”, Claudio Pileggi. “Condividiamo l'idea di restituire alla città il suo salotto buono” dichiara Vittorio Colacione, vicepresidente di Confesercenti Catanzaro. “In più - sottolinea - la soluzione prospettata, oggi diffusa a mezzo stampa, si limiterebbe ad una parte ben circoscritta e particolarmente suggestiva di corso Mazzini, tra piazza Cavour e piazza Grimaldi, e andrebbe a coinvolgere il quartiere Duomo, da via Menniti Ippolito a piazza del Rosario”. “Chiederemo un incontro con l'amministrazione comunale - aggiunge Colacione - per approfondire eventuali tempi e modi di realizzazione”. La valutazione positiva di Confesercenti tiene conto anche “dell'importante esperienza maturata in via XX Settembre, con l'isola pedonale notturna nei week-end che ha favorito il fiorire delle attività commerciali nel settore food e dell'intrattenimento e che va sicuramente confermata”.

Sequestrati dalla Guardia Costiera 15 kg di bianchetto

novellameNell’ambito di controlli mirati a prevenire la pesca e la commercializzazione abusiva di novellame di specie ittica, nella mattinata odierna il personale del Circondario Marittimo di Soverato ha rinvenuto all’interno di un contenitore 15 kg di novellame di sarda, più comunemente chiamato "bianchetto", presso il porto di Catanzaro Lido. Trattandosi di prodotto ittico nello stadio giovanile per il quale è vietata la pesca, la detenzione, il trasporto e lo sbarco, sia dalle normative nazionali che comunitarie, il personale operante ha proceduto al sequestro e, in seguito ad ispezione da parte del servizio veterinario Area "B" della locale ASP, è stato donato in beneficenza ad istituti caritatevoli locali.
Tale condotta, oltre a rappresentare una grave violazione alla normativa vigente sulla pesca, crea un serio nocumento per la conservazione delle risorse ittiche e biologiche del mare, in quanto non permette a questi di giungere al naturale periodo di riproduzione, causando così una graduale diminuzione della risorsa ittica. A tal riguardo l’Ufficio Circondariale Marittimo di Soverato per i prossimi mesi, oltre ad intensificare la propria attività di controllo mirata alla repressione degli illeciti connessi con la pesca e commercializzazione del novellame con attività congiunte terra - mare, coglie l’occasione per sensibilizzare i consumatori finali sia sulla necessità di, ed il diritto, di essere adeguatamente informati sui prodotti della pesca e dell’acquacoltura commercializzati, sia per dissuaderli dall’acquisto di specie ittiche protette e di esemplari allo stato giovanile, la cui cattura e commercializzazione costituisce un grave pericolo per il futuro delle risorse ittiche e biologiche del mare.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa