all
Menu

Commissariato il PD in Calabria

logo PDCATANZARO – Il Pd della Calabria è stato commissariato dal Presidente del partito Matteo Orfini al termine di una riunione a cui erano presenti il presidente della Commissione nazionale per il congresso, Gianni Dal Moro, e parlamentari e consiglieri regionali calabresi.
Dopo le dimissioni del segretario Maurizio Martina e lo scioglimento dell’Assemblea nazionale, il presidente e la Commissione per il Congresso sono i soli organi statutari ancora in vigore nel Pd in attesa dell’elezione del nuovo segretario e della nuova Assemblea nazionale.
Il commissariamento sta suscitando polemiche e critiche. Paola De Micheli, coordinatrice di “Piazza Grande”, la componente del Pd che fa capo a Nicola Zingaretti, candidato alla segreteria nazionale, parla di “scelta che appare lesiva dei diritti degli iscritti di esprimersi e determinare democraticamente i propri gruppi dirigenti locali”.
Critica anche la deputata Enza Bruno Bossio, secondo la quale quello di Orfini “è stato un atto unilaterale e non condiviso dai presenti”.

La Provincia Catanzaro, lo “sportello Europa" è quasi realatà

provincia di CatanzaroCATANZARO – Lo “Sportello Europa” è quasi realtà. Entro il prossimo mese di febbraio, la nuova struttura organizzativa che l’Ente intermedio sta mettendo in piedi, sarà attivata a vantaggio dei Comuni ricadenti nel territorio della provincia di Catanzaro.
Valutare le possibilità di accesso ai finanziamenti comunitari per gli enti locali è l’obiettivo con il quale nasce il nuovo strumento.
“Così come previsto nelle linee programmatiche 2018-2022 – spiega il presidente Abramo – abbiamo ritenuto di dare vita allo “Sportello Europa” per rispondere alla vasta domanda rilevata nei diversi Comuni, diventata sempre più pressante in considerazione, non solo della rilevanza delle risorse comunitarie per le politiche di sviluppo del territorio, ma anche dell’importanza che assumono i fondi europei in una fase acuta di restrizioni della disponibilità finanziaria degli enti locali.
E’ evidente che, in questo scenario, i fondi europei appaiono come l’unica opportunità per quasi tutti i Comuni di poter finanziare servizi di innovazione per le politiche locali di sviluppo. Stante l’evidente impossibilità per i Comuni di sostenere in maniera autonoma l’accesso alle informazioni sui fondi comunitari e di presentare progetti in relazione ai diversi bandi, riteniamo che lo “Sportello Europa” sia per loro un importante supporto. In tal modo si riuscirà a sottrarre tale servizio alle prassi finora consolidate di affidamento, da parte dei Comuni, a società private e a consulenti, talvolta con scarso risultato di qualità”.
Il nuovo strumento prevede la realizzazione di una sezione tematica apposita sul sito istituzionale della Provincia e di un’attività di “front-office” e di “back-office” presso la Provincia, con personale addetto, che avranno il compito di: monitorare i bandi a finanziamento comunitario attraverso l’analisi dei principali programmi di finanziamento esistenti a livello nazionale e comunitario, i cui destinatari saranno gli enti locali del territorio della Provincia di Catanzaro; redigere schede di sintesi dei bandi; garantire la progettazione, consistente nell’assistenza per la predisposizione di domande di finanziamento sui bandi selezionati e concordati con la Provincia e gli enti locali beneficiari.
Lo “Sportello Europa”, per come esplicitamente previsto dalle linee programmatiche 2018-2022, è costituito avvalendosi dell’integrazione e della collaborazione con l’Unità di Progetto che il Comune di Catanzaro ha già attivato, ricorrendo a qualificate professionalità esterne. A tal fine, l’Ente intermedio ed il Comune di Catanzaro sottoscriveranno una convenzione che prevedrà la condivisione di personale, strutture e competenze in materia di programmazione e gestione di fondi comunitari.
La struttura si avvarrà, inoltre, della collaborazione di strutture nazionali degli enti locali specializzate nel campo della progettazione comunitaria, senza costi per la Provincia.

Soverato, la “Stradonbosco” domenica 27 gennaio

stradonbosco2019Domenica 27 gennaio si svolgerà a Soverato la tanto attesa “Stradonbosco” , manifestazione podistica a passo libero, organizzata dall’ Oratorio Salesiano. “La Stradonbosco” si colloca all’interno delle numerose iniziative proposte in onore di San Giovanni Bosco, i cui festeggiamenti si concluderanno il 31 gennaio. Tale iniziativa segue una lunga tradizione che ha visto generazioni prender parte alla corsa o alla passeggiata per le strade principali della città, ed è occasione di incontro tra le diverse generazioni della comunità soveratese, oltre che a rappresentare un forte richiamo anche per i paesi limitrofi. Lo sport diviene momento fondamentale soprattutto per i più giovani, quando riesce ad aggregare a divertire e a far veicolare valori fondamentali quali l’amicizia, la lealtà, l’onestà e il rispetto di sé e degli altri. L’evento sportivo, sarà preceduto dalla celebrazione della Santa Messa alle ore 9,45 . A seguire è previsto il raduno in Piazza Maria Ausiliatrice con partenza alle ore 10.45. Il percorso sarà intervallato da più punti ristoro oltre a quello allestito nel cortile dell’Oratorio presso il quale è fissato il traguardo finale. Al termine della gara, avrà luogo la premiazione dei primi tre classificati delle diverse categorie. Vi aspettiamo numerosi per vivere un momento di gioia e allegria ! Ma sarà anche un’ occasione per sostenere le tante attività dell’Oratorio: quest’ anno l’incasso sarà destinato all’acquisto di un impianto audio. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi presso il foyer dell’Oratorio Salesiano.

Natale D’A…Mare: cala il sipario sulla prima edizione

FOTO 2Cala il sipario sulla prima edizione di Natale D'A...Mare, la manifestazione organizzata dalla Cop.e.l. a Stalettì sotto la direzione artistica di Giuseppe "Joe" Calabretta. Numeri altissimi ed una partecipazione costantemente appassionata e calorosa hanno accompagnato le attività messe in calendario nel periodo natalizio dall'organizzazione con il Presepe di Sabbia, attrazione di punta della kermesse, affollatissimo nelle cinque settimane di apertura.
«Un grande successo» lo ha definito Calabretta non nascondendo la soddisfazione per aver potuto regalare alla comunità stalettese un Natale diverso, fatto di divertimento, gusto, spensieratezza e riflessione sacra.
«Lanciarsi in questa avventura è stato probabilmente un rischio - ha affermato il direttore della manifestazione - ma con un po' di sana follia siamo riusciti a dimostrare il valore di un sogno e quanto di buono si possa fare partendo dal basso ed avendo come unico fine il bene del proprio territorio». Patrocinata dal Consiglio Regionale della Calabria, dal Comune di Stalettì, dalla Camera di Commercio e dalla Confcommercio di Catanzaro oltre che dall'AVIS Provinciale, Natale D'A...Mare aveva aperto i battenti nel giorno dell'Immacolata, a stretto giro dalla riapertura a Stalettì della Chiesa Matrice alla presenza del vescovo Bertolone; da lì in poi tante iniziative che hanno attratto l'attenzione di turisti e visitatori: concerti dal Gospel alla musica tradizionale, spettacoli di cabaret - il più importante, con Enzo Colacino - mercatini natalizi, show cooking e show eat con i prodotti locali, giornate di solidarietà e una lunga serie di altre iniziative hanno fatto da cornice alla grande esposizione artistica del Presepe di Sabbia firmata per l'occasione da artisti internazionali provenienti da Spagna, Russia ed Ucraina.
Un’esperienza che l’organizzazione vorrebbe ora trasformare in appuntamento fisso per il futuro con il concreto sostegno però anche dell’amministrazione comunale di Stalettì. Desiderio manifestato già a poche ore dalla chiusura del villaggio con un incontro cordiale in Municipio tra il direttore artistico Calabretta, il sindaco Mercurio e tutta la squadra dell’amministrazione. «Il successo di questa prima edizione è andato ben oltre le nostre aspettative – ha affermato il sindaco – l’iniziativa si è rivelata trainante per la comunità, di stimolo per noi e di interesse per l’intera regione. Questo natale lo ricorderemo per molti anni – ha proseguito Mercurio - abbiamo visto un paese riconciliato con se stesso, vivo e partecipe e su queste basi lavoreremo, di concerto con gli operatori commerciali e turistici, per assicurare un seguito all’iniziativa». Fiducioso per questa apertura Calabretta per il quale «la risonanza dell'evento, primo nel meridione, ha dato la possibilità di far conoscere a tanti anche lo splendido borgo del paese, di apprezzarne gastronomia e tradizione».

Abusivismo edilizio e utilizzo di plastica illegale, due denunce a S.Caterina e Catanzaro

Carabinieri 1Nel corso di mirate attività di polizia ambientale nel comune di S. Caterina Ionio in località Miloti, la stazione Carabinieri forestale di Davoli, ha accertato 2 episodi di abusivismo edilizio,uno dei quali realizzato a una distanza inferiore ai 300 metri dalla battigia del mare e quindi in zona sottoposta al vincolo paesaggistico ambientale, e l’altro a distanza di poco superiore. In particolare i militari, nel corso degli ordinari servizi, individuati i manufatti, hanno proceduto
alla verifica dell’esistenza dei necessari titoli abilitativi e, accertata l’insussistenza, anche presso i competenti uffici comunali, ed eseguiti gli accertamenti e i rilievi di rito, hanno deferito all’AG idue soggetti responsabili dell’esecuzione dei lavori. Di particolare rilievo sono risultate le modalità di esecuzione dei lavori consistiti nella realizzazione di platee in cemento alle quali in adiacenza sono stato collocati dei container trasformati in una abitazione funzionale, con pannelli coibentati, cucina, saloncino, e servizi igienici completi di impianto elettrico, idrico e con scarico per le acque reflue. Il contesto ambientale, costituito da uliveti ubicati a poca distanza dal mare, e le modalità di
realizzazione, stanno costituendo un elemento di particolare attenzione da parte dei Carabinieri forestali, al fine di contrastare sul nascere possibili fenomeni di lottizzazione abusiva in uno dei contesti di elevata valenza paesaggistico-ambientale quale la fascia litoranea del basso Jonio catanzarese. Nella stessa giornata, nell’ambito dei servizi generali e dell’importanza e del rilievo che ha assunto la problematica dell’enorme diffusione nell’ambiente delle microplastiche, i militari della stazione Carabinieri forestale di Catanzaro hanno accertato che in un negozio di ortofrutta a Catanzaro Sala erano utilizzate buste di plastica non biodegrabili prive delle diciture previstedalla normativa.
Al titolare del negozio è stata quindi contestata la relativa violazione per la quale è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa da 2.500 a 25.000 euro.

 

Abusivismo edilizio e utilizzo di plastica illegale, due denunce a S.Caterina e Catanzaro

Nel corso di mirate attività di polizia ambientale nel comune di S. Caterina Ionio in località Miloti, la stazione Carabinieri forestale di Davoli, ha accertato 2 episodi di abusivismo edilizio,uno dei quali realizzato a una distanza inferiore ai 300 metri dalla battigia del mare e quindi in zona sottoposta al vincolo paesaggistico ambientale, e l’altro a distanza di poco superiore. In particolare i militari, nel corso degli ordinari servizi, individuati i manufatti, hanno proceduto
alla verifica dell’esistenza dei necessari titoli abilitativi e, accertata l’insussistenza, anche presso i competenti uffici comunali, ed eseguiti gli accertamenti e i rilievi di rito, hanno deferito all’AG idue soggetti responsabili dell’esecuzione dei lavori. Di particolare rilievo sono risultate le modalità di esecuzione dei lavori consistiti nella realizzazione di platee in cemento alle quali in adiacenza sono stato collocati dei container trasformati in una abitazione funzionale, con pannelli coibentati, cucina, saloncino, e servizi igienici completi di impianto elettrico, idrico e con scarico per le acque reflue. Il contesto ambientale, costituito da uliveti ubicati a poca distanza dal mare, e le modalità di
realizzazione, stanno costituendo un elemento di particolare attenzione da parte dei Carabinieri forestali, al fine di contrastare sul nascere possibili fenomeni di lottizzazione abusiva in uno dei contesti di elevata valenza paesaggistico-ambientale quale la fascia litoranea del basso Jonio catanzarese. Nella stessa giornata, nell’ambito dei servizi generali e dell’importanza e del rilievo che ha assunto la problematica dell’enorme diffusione nell’ambiente delle microplastiche, i militari della stazione Carabinieri forestale di Catanzaro hanno accertato che in un negozio di ortofrutta a Catanzaro Sala erano utilizzate buste di plastica non biodegrabili prive delle diciture previstedalla normativa.
Al titolare del negozio è stata quindi contestata la relativa violazione per la quale è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa da 2.500 a 25.000 euro.

 

Chiaravalle Centrale, si è insediata la nuova giunta comunale

rizzoferaA Chiaravalle Centrale ufficializzato oggi il passaggio delle consegne tra la vecchia e la nuova giunta comunale. Un turn-over già concordato da tempo in seno alla maggioranza “che è maturato in un clima di totale armonia” commenta in una nota il sindaco, Mimmo Donato. Ad affiancarlo, come vicesindaco, subentra la giovane avvocatessa Stefania Fera che, al cambio della guardia di stamattina, ha ricevuto in dono un mazzo di fiori dall'uscente Pina Rizzo “come segno di grande stima e affetto”. La staffetta si è completata con la stretta di mano tra i nuovi assessori Elisa Fera, Gianfranco Corrado e Bruno Santoro e gli ex componenti dell'esecutivo Claudio Foti, Sergio Garieri e Liberata Donato. La nuova giunta comunale di Chiaravalle verrà presentata ufficialmente alla popolazione nel corso di un incontro pubblico in programma il prossimo 18 gennaio alle ore 17.30 a Palazzo Staglianò. “Eredità ed eredi” il tema della conferenza che metterà al centro “il bilancio dell'attività politico-amministrativa di metà mandato”. “Fatti e risultati” gli argomenti dell'iniziativa che verranno esposti dal sindaco e dai consiglieri di maggioranza. Gli interventi si focalizzeranno, in gran parte, sulle opere pubbliche e i finanziamenti ottenuti tramite fondi regionali, nazionali ed europei, per un importo che supera i 20 milioni di euro. Ma non mancheranno accenni alla più generale situazione economico-finanziaria delle casse comunali e alle possibili vie d'uscita dal dissesto, dichiarato anni fa durante la consiliatura dell'ex sindaco Gregorio Tino.

Nuovo progetto Erasmus+ dell' ITT Malafarina di Soverato 2019 in Turchia

8e22a181 4281 4726 8234 af1154e4aea6L’Istituto Tecnico Tecnologico G. Malafarina ha avviato il 2019 con il nuovo progetto Erasmus+ “Let’s Use Energy Usefully” di cui è coordinatore. La mobilità ha avuto luogo nella seconda settimana di gennaio a Samsun sul Mar Nero presso il Carsamba Anadolu Kiz Imam Hatip Lisesi. Le altre scuole che tratteranno l’importante tematica delle fonti di energia rinnovabli sono l’Agrupamento de Escolas Abade de Baçal portoghese, la Profesionalna gimnazia po targovia i restorantyorstvo bulgara e la Nyíregyházi SZC Vásárhelyi Pál Építöipari és Környezetvédelmi-Vízügyi Szakgimnáziuma ungherese. La delegazione, costituita dalla coordinatrice del team Erasmus+ della scuola soveratese Savina Moniaci, affiancata dall’esperto di domotica e robotica Franco Babbo, dall’assistente tecnico Giuseppe Schiavi e dagli allievi Alessia Teti, Maria Giovanna Staglianò, Alberto Franzè, Andrea Rosanò e Gregorio Voci, ha presentato il contesto ambientale calabrese, operando un confronto con la situazione nazionale ed europea. Nell’occasione sono stati definiti un piano di azione delle attività biennali ed un manifesto di disseminazione volto a promuovere un impatto efficace del programma cofinanziato dalla Commissione Europea. In particolare il professore Babbo ha annunciato la creazione di un prodotto tangibile da presentare nel corso dell’ultimo meeting che si terrà nel marzo del 2020 a Soverato. Il progetto ambizioso, fortemente voluto dal Dirigente, prof. Domenico Servello, coinvolgerà tutti e tre i dipartimenti dell’Istituto in quanto svilupperà un sistema autonomo di irrigazione intelligente, ovvero un prototipo robotico che utilizzerà energia rinnovabile per ottimizzare il drenaggio delle piante. Un mini-rover autonomo, dotato di un minuto pannello solare che ricarica la sua batteria, fornirà acqua a richiesta ad alcune piante poste attorno ad esso. Ogni impianto avrà un sensore e un sistema di comunicazione alimentato dall'energia solare. Solo quando il grado di umidità scenderà al di sotto di una soglia concordata, un impianto, tramite il suo sensore e il sistema di telecomunicazione, informerà il robot. Il robot si sposterà verso l'impianto che ha inviato la richiesta fornendo la giusta quantità d'acqua. Una volta che il mini-rover ha completato il compito, il dispositivo raggiungerà la sua posizione iniziale, ricaricherà la batteria, riempirà la sua riserva d'acqua e si preparerà a ripartire quando necessario.
Un uso sostenibile del patrimonio culturale è stato efficacemente promosso, inoltre, da una escursione ad Amasya, al suo Museo Etnografico, al Museo delle Miniature e alle Tombe dei Re. In tale occasione si è avuta l'opportunità di aumentare la propria consapevolezza culturale, ma ancora più interessanti si sono rivelate le visite alla diga Suat Uğurlu e alla centrale di gas di Botaş. Nella sala di controllo dello snodo i partecipanti hanno avuto modo di capire le modalità operative che sottendono alla viabilità dell’oro blu proveniente da Russia, Azerbaijan, Iran, Turkmenistan e Kazakistan e le azioni di diversificazione delle forniture energetiche dell’Unione Europea.
La prossima mobilità, prevista per fine febbraio vedrà gli studenti impiegati nella trattazione delle diverse forme di energia rinnovabili e degli ostacoli che si frappongono al cosiddetto “consumo sostenibile”.

Emergenza cinghiali, sindaci e associazioni si rivolgono a Gratteri

dossiercinghialiUn dossier da portare all'attenzione del procuratore Nicola Gratteri. Un vero e proprio esposto-denuncia per mettere al muro chi non ha saputo tutelare la popolazione calabrese dai rischi connessi all'esplosione incontrollata dell'emergenza cinghiali nella nostra regione. E' la decisione presa dal coordinamento dei sindaci e delle associazioni delle Preserre e del Basso Jonio, nel corso di una riunione che si è tenuta presso la sala consiliare del Palazzo di Città a Chiaravalle Centrale. Con l'assistenza dell'avvocato Enzo Attisani, verrà preparato un corposo carteggio, con tanto di raccolta firme al seguito, per evidenziare i tre principali elementi critici del problema: 1) la pericolosa diffusione della tubercolosi suina tra gli ungulati, ormai accertata in centinaia di casi dalle autorità sanitarie, con le possibili conseguenze per la salute pubblica; 2) le ripercussioni di carattere economico per gli allevatori, che adesso potrebbero rischiare il contagio per i propri capi, oltre che per gli agricoltori che da anni vedono distrutte le proprie aziende dalle scorribande notturne dei cinghiali; 3) l'insicurezza delle strade, soprattutto nell'entroterra, dove si sfiora quotidianamente la tragedia per gli impatti continui tra veicoli e animali. “E' arrivato il momento di individuare e punire i responsabili di questa situazione per le loro continue omissioni” ha dichiarato Eugenio Fristachi, presidente del comitato civico che ha fatto da apripista in questa battaglia, coinvolgendo tutto il comprensorio del Chiaravallese. Il sindaco di Chiaravalle, Mimmo Donato, ha evidenziato “il continuo palleggio di competenze tra Atc, uffici provinciali e regionali” che non ha fatto altro che “provocare inutili perdite di tempo e un ulteriore aggravamento del problema”. Tutti i sindaci, gli amministratori e i cittadini presenti collaboreranno nella stesura del dossier che poi verrà anche diffuso pubblicamente a mezzo stampa.

Al Room 21 di Soverato “Note d’Autore” parole e musica dei più grandi cantautori italiani

LOCANDINA NOTE DAUTOREVenerdì 18 Gennaio 2019 al Room 21 Speakeasy di Soverato alle ore 21:00 appuntamento con “NOTE D’AUTORE” – Parole e musica dei più grandi cantautori italiani. Esclusiva cena-spettacolo con l’istrionico Mario Muscolo, cantante calabrese dalla presenza scenica coinvolgente e di forte impatto che, accompagnato dai suoi musicisti, tutti professionisti di alto spessore, farà rivivere la poesia delle canzoni proposte, narrandone la storia ed il significato. Un’occasione unica per compiere un suggestivo viaggio musicale tra le canzoni che hanno segnato la nascita dei cantautori italiani a partire dagli anni ’60 gustando le raffinate proposte food & drink del cocktail bar dall’atmosfera ricercata situato nel cuore di Soverato. Sul “palco” insieme a Mario Muscolo (voce), Francesco Pappaletto (pianoforte), Roberto Chiricosta (basso) e Gigi Talotta (batteria). Il progetto, denominato NOTE D’AUTORE, consiste in un “viaggio” nell’Italia dei più grandi cantautori italiani degli anni ’60 -’70 -’80. L’unicità di questo spettacolo, che presenta alcuni aspetti teatrali, è data dal fatto che, a coadiuvare la parte musicale, il cantante farà da voce narrante, alternando talune note storiche, spiegando il testo della canzone proposta o, ancora, narrando alcuni aneddoti sugli stessi cantautori, le loro particolari caratteristiche musicali e le “scuole di pensiero” che li hanno formati ed orientati verso uno specifico modus operandi. L’esibizione si svolge quasi completamente in acustico, proprio per valorizzare l’aspetto cantautorale dei brani proposti. L’intento è quello di mantenere vivo il ricordo di noti artisti e di canzoni che hanno segnato la storia della musica cantautorale italiana scoprendo, al contempo, alcune “chicche” sulla loro storia. Le Note d’Autore ripercorrono la storia del cantautorato italiano, da Lucio Battisti a Fabrizio De Andrè, da Luigi Tenco a Paolo Conte, da Edoardo Bennato a Rino Gaetano (solo per citarne alcuni) in un susseguirsi di parole e note che raccontano come nasce e si evolve la musica d’autore in Italia, creando un’atmosfera intima ed emozionante. Non resta quindi che godersi lo spettacolo gustando i succulenti piatti frutto di una continua ricerca e selezione di prodotti e sorseggiando cocktail originali, distillati, vini e birre di assoluta qualità. La cena-spettacolo si svolgerà alle 21:00 al Room 21 Speakeasy in Via Santa Maria, 4 a Soverato, vivamente consigliata la prenotazione.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa