all
Menu

Rassegna Stampa del 25/05/2012

rassegna stampa

www.gazzettadelsud.it

Sciopero lavoratori Lsu-Lpu, in molti enti 100% di adesione

Sono molti i Comuni e le Comunita' montane calabresi in cui l'adesione allo sciopero dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilita' ha raggiunto il 100%. Lo sostengono le segreterie regionali di categoria di Cgil, Cisl e Uil, che, in una nota, parlano di adesione ''superiore ad ogni aspettativa e sollecitano la stabilizzazione dei 5.200 addetti. Un segnale forte del sindacato e dei lavoratori rivolto all'immobilismo del Governo ed al silenzio della Regione''.

'Ndrangheta:dimissioni consiglieri Pd Siderno,ente inquinato

Cinque consiglieri comunali di Siderno del Pd, tra cui l'ex sindaco Domenico Panetta, hanno annunciato le dimissioni in seguito all'operazione 'Falsa politica' contro la cosca Commisso della 'ndrangheta che lunedi' scorso ha portato all'arresto di 14 persone. ''Le operazioni Crimine prima e Falsa Politica - sostengono - hanno evidenziato in modo fin troppo chiaro che a Siderno, i normali processi democratici sono stati irrimediabilmente e dolosamente falsati''.

Colpi pistola contro figlio socio azienda rifiuti, illeso

Due persone con il volto coperto hanno sparato a Rende sette colpi di pistola contro il figlio di uno dei soci della Calabra Maceri, la societa' che si occupa della raccolta e smaltimento dei rifiuti nell'hinterland cosentino. Il giovane e' rimasto illeso. Dopo aver sparato,i due hanno fatto perdere le loro tracce. Sull'attentato hanno avviato indagini i carabinieri. Da alcuni giorni l'azienda e' al centro di una protesta per il ritardo nel pagamento degli stipendi.

Imprese create per evitare fallimento, sequestro beni 3 mln

La Guardia di finanza ha sequestrato a Reggio Calabria quote societarie e beni per un valore di tre milioni di euro a sei persone, che sono state denunciate, indagate per il fallimento di una societa' titolare di alcuni supermercati. Dalle investigazioni e' emerso che gli indagati avevano costituito alcune imprese per evitare il pagamento dei creditori ammessi alla procedura fallimentare. I beni sequestrati sono dieci immobili e due automobili di grossa cilindrata.


www.ilquotidianocalabria.it

Droga, 42 arresti tra Sicilia e Calabria fermati anche donne, anziani e minori

Una vasta operazione antidroga denominata «Coccodrillo» è stata condotta dai carabinieri che hanno eseguito tra la Sicilia e la Calabria, 42 ordinanze cautelari con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, e detenzione ai fini di spaccio. Tra gli arrestati figurano anche 4 donne, una delle quali 74enne. A 32 indagati provvedimenti sono stati notificati in carcere; 10 sono ai domiciliari. Gli arrestati appartengono a due gruppi criminali uno attivo a Messina con collegamenti nella città di Palermo e nella provincia di Reggio Calabria, in particolare nella Locride; l'altro operante sul versante tirrenico messinese con collegamenti a Palermo, Mistretta, Santo Stefano di Camastra, Villafranca, Rometta e Patti. Ulteriori particolari verranno illustrati alle 10,30 in una conferenza stampa al comando provinciale dei carabinieri di Messina.

I Lo Giudice collettori di voti

«Abbiamo votato per Scopelliti, Rappoccio e Flesca». Il faldone è il numero 30. Depositato agli atti del processo che da qui a poco partirà nei confronti del clan Lo Giudice, alla sbarra per aver organizzato la stagione delle bombe e delle intimidazioni a Reggio Calabria. Un faldone al quale spuntano tutta una serie di nuovi elementi relativi alle dichiarazioni del boss Nino Lo Giudice, ormai da tempo collaboratore di giustizia. Nelle carte c’è un pò di tutto. Ci sono atti direttamente connessi all’inchiesta condotto dalla Dda di Catanzaro, ma anche altro. C’è ad esempio il verbale illustrativo della collaborazione. Nel quale, per legge, devono essere sommariamente contenuti tutti gli argomenti che il pentito può affrontare anche in futuro, attraverso verbali successivi è più approfonditi. Un atto dovuto, per evitare che i collaboratori possano utilizzare in maniera scorretta quanto sanno. In altri termini, nel verbale iniziale Nino Lo Giudice, alias “il nano”, aveva l’obbligo di dire tutto ciò di cui era a conoscenza. Tutto e subito, fermo poi la possibilità di riaprire l’argomento in maniera più puntale e approfondita. Detto questo c’è quindi un intero capitolo dedicato alla politica, alle elezioni amministrative e regionali. E’ bene chiarire che su tali dichiarazioni la Procura dovrà, non ha già fatto, trovare riscontri oggettivi. Un lavoro che segnerà eventualmente la decisione di aprire fascicoli a cari dei singoli soggetti. Decisione che passa dai riscontri per alcuni versi e dall’individuazione di fattispecie di reato specifici dall’altra. Secondo quanto scritto sul verbale Nino Lo Giudice ha riferito «sui voti raccolti per Giuseppe Scopelliti in occasione della sua prima elezione a sindaco di Reggio Calabria, su richiesta di tale Romeo di Santa Caterina dell’Ufficio del Capo Gabinetto a tale Stillitano Giovanni (fotografo della zona di Tre Mulini), il quale aveva poi chiesto a Lo Giudice Antonino».

 

portale.calabriaora.it

Vanta crediti con l'Asp per 350mila euro, imprenditore s'incatena al tribunale di Lamezia

Vanta fatture per 350 mila euro dall'Asp di Catanzaro l'imprenditore Pietro Rocca che ieri mattina si è incatenato nel Tribunale di Lamezia Terme. Rocca, la cui figlia è titolare di un'impresa che effettua forniture sanitarie come, ad esempio, pannolini, carrozzine e letti ortopedici, lamenta che dall'agosto del 2011 non percepisce alcun pagamento dall'Asp di Catanzaro. «Ciò che cerco - ha dichiarato - è una determina perche domattina mi chiuderanno il conto in banca e ciò comporterà che da lunedì i miei quattro dipendenti dovranno andare a casa. Io - ha concluso - non posso rovinare mia figlia e per questo chiedo di essere ascoltato. Io non chiedo stamattina i soldi, ma solo la determina con cui posso andare in banca ed ottenere ancora credito».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diminuiscono canoni locazione di bilocali e trilocali

affitti caseCATANZARO - In Calabria, nel secondo semestre del 2011, diminuiscono i canoni di locazione per bilocali e trilocali. Lo rivela un'indagine dell'Ufficio studi del gruppo Tecnocasa. A Catanzaro per un bilocale i canoni sono scesi del 5,2%, sono stabili quelli per un trilocale. A Cosenza si è ridotto l'affitto sia sui bilocali (-2,4%) che sui trilocali (-1,6%). Variazioni per i trilocali a Vibo Valentia (-7,2%) e Crotone (-11,1%). Invariato il mercato delle locazioni a Reggio Calabria. (ANSA).

Pallavolo Davoli, intervista di “fine stagione” con coach Lentini

Pallavolo Davoli, intervista di “fine stagione” con coach Lentini - 5.0 su 5 basato su 5 voti

Volley Davoli Prima Divisione femminileSANT'ANDREA SULLO JONIO – E' un pomeriggio piovoso di maggio quello scelto per conoscere meglio il mondo della Pallavolo Davoli (foto 1). Soveratiamo.com, infatti, ha seguito con grande interesse l'attuale stagione agonistica, purtroppo conclusa anzitempo, della squadra azzurra della Presidentessa Emilia Raimondo, ed in coincidenza con le ormai prossime vacanze, è andato ad intervistare l'allenatore, Domenico Lentini (foto 2), per fare il punto della situazione, e anche per tornare indietro nel tempo, partendo dalle origini di questo gruppo. La Pallavolo Davoli, infatti, ha visto la luce intorno alla metà degli anni '80, cominciando a farsi strada nel mondo della volley con i giovani, dalla Seconda Divisione. Con il passare degli anni, il Davoli diventa sempre più importante, fino ad essere considerata come il punto di riferimento del nostro comprensorio, in assenza della Volley Soverato che ancora non esisteva. Per la squadra azzurra arrivano, poi, i primi importanti traguardi, con le promozioni nei campionati superiori, fino a raggiungere quello che fino a questo momento è il picco più alto della sua storia, l'approdo in Serie C nel 2007, a cui si è stati però costretti a rinunciare, per l'assenza di una palestra idonea ove disputare gli incontri casalinghi. Altro punto a favore, è che oltre ad essere riconosciuta dalla FIPAV, la Pallavolo Davoli fa parte del C.S.I. (Centro Sportivo Italiano), e del P.G.S. (Polisportiva giovanile Salesiana); molto importante il proprio settore giovanile, attualmente curato dalla famiglia Lentini, mister Domenico insieme al padre, Francesco. "Le nostre ragazze più giovani militano nell'under 12, e le nostre squadre 'junior' arrivano fino all'under 18", afferma Francesco Lentini, il quale sottolinea, con orgoglio, che "molte giocatrici che hanno militato nella Pallavolo Davoli, hanno fatto parte delle Rappresentative Regionali, disputando le fasi nazionali dei tornei riservati, appunto, alle Regioni. In passato, una nostra allieva è stata vicinissima al trasferimento al Vicenza, che militava in Serie A, ma alla fine non se ne fece nulla". Terminato l'allenamento delle più piccole, comincia quello delle più grandi, e Francesco Lentini ci saluta, lasciando la parola al figlio-coach, Domenico, che come sempre si dimostra molto gentile e disponibile, nel rispondere alle nostre domande:

Coach, che stagione è stata quella appena conclusa dalla sua squadra?

"E' stata una stagione positiva, che purtroppo però si è conclusa prima del previsto. Sono molto soddisfatto per l'affiatamento raggiunto dalle ragazze, che sono state eccezionali a fare gruppo tra di loro, rendendosi squadra vera, sia in campo che fuori. Le mie ragazze sono migliorate molto rispetto alla scorsa stagione, in ogni aspetto. L'anno scorso (2011), l'obiettivo stagionale era raggiungere la salvezza, ma il fine più desiderato era costruire qualcosa di solido nello spogliatoio, e ci siamo riusciti molto bene, al punto tale che, non solo ci siamo salvati con largo anticipo, ma abbiamo addirittura raggiunto la finale play-off, anche se siamo stati battuti dal PGS Auxilium Soverato. Quest'anno, invece, volevamo la promozione in Serie D, e per come era partita la stagione, con il successo nel Trofeo dei Due Mari a novembre, le previsioni promettevano bene. Ci sono stati degli infortuni per alcune giocatrici all'inizio del campionato, ma la squadra non si è disunita, ha al contrario dimostrato di non aver risentito delle assenze forzate di alcuni elementi, e ha tirato fuori la giusta forza per raggiungere l'obiettivo; di questo sono molto contento, soprattutto per le ragazze, che nonostante diverse difficoltà hanno comunque fatto un grandissimo campionato"

Il vostro sogno di centrare la Serie D si è bruscamente interrotto nella semifinale play-off, persa contro il Catanzaro Lido. Cos'è mancato alla squadra in questa occasione?

"Siamo molto dispiaciuti per questa sconfitta. Sicuramente è mancata la fortuna che serve per riuscire in queste partite, ma penso che abbiamo perso anche per l'eccessiva tensione accumulata nei giorni antecedenti gli incontri play-off"

Se foste riusciti a salire in Serie D, cosa avrebbe fatto per mantenerla?

"Sicuramente avrei fatto il massimo per restare nel campionato di Serie D. A me non piace partecipare ad un campionato 'tanto per', ma punto ad ottenere il massimo, tanto meno non ci sto a fare brutte figure. Sinceramente, penso che con la squadra che ho adesso, avrei potuto raggiungere tranquillamente la metà della classifica anche in D; lo dico perché, sono convinto che in questo caso, le ragazze avrebbero mantenuto il giusto livello di concentrazione per riuscire in questo intento. Credo fermamente che, per ogni giocatrice, la mentalità sia essenziale, e se non hai quella giusta non vai da nessuna parte".

Qual è l'obiettivo della squadra in vista del prossimo campionato?

"Cercheremo di prenderci la rivincita per l'eliminazione di pochi giorni fa, e quindi punteremo nuovamente alla promozione in Serie D".

A questo punto, parte una sorta di gioco, e chiediamo a coach Lentini di descrivere le sue ragazze, prese singolarmente, con un aggettivo. Lentini, divertito, accetta, e quindi parte la "serie":

"La nostra palleggiatrice, Giada Catalogna, è il vero collante della squadra. E' praticamente ovunque, potremmo coach Lentini Pallavolo Davolidefinirla come la "petrusina ogni minestra" della situazione (ride). E' la nostra 'Pippi Calzelunghe', conclude sempre più divertito. Poi continua: Mara Ranieri (opposto) è quella forte, quella grintosa. Ricorda molto Murdoch della serie "A-Team" (altra risata). La schiacciatrice Antonella Martino è il vero motore della squadra, mentre Angela Ranieri, il nostro capitano, rispecchia perfettamente il suo ruolo; è un po' timida, ma se caricata a dovere, dà lei stessa la carica al resto della squadra. Anna Gidari (opposto anche lei) è soprannominata Zanetti per la sua fede calcistica interista, ma anche perché, quando viene chiamata in causa, lei c'è sempre. Lella Chiaravalloti, schiacciatrice, è un po' schiva di carattere, ma in compenso ha un grande cuore, ed Elisa Nisticò, che ricopre lo stesso ruolo, è un po' l'archeologa della squadra visto che, essendo molto determinata, è sempre alla ricerca del punto. Patrizia Daniele (alzatrice) è la 'sorella maggiore' di Giada (Catalogna), perché le dà sempre i giusti consigli, e Caterina Corasaniti (banda) è l'allegria in persona, averla in squadra è un tocca sana per sorridere. Mina Scarcella è la 'veterana' del gruppo, in campo guida le compagne con la sua preziosa esperienza, Caterina Frustagli, soprannominata 'Arale', è da poco con noi, è la nostra 'new entry', e senza dubbio ci farà molto comodo la prossima stagione. Matilde Mongiardo, la più piccola del gruppo, è la più dolce, in tutti i sensi, visto che è ghiotta di Nutella, Giusy Zangari è anch'essa timida, come il nostro capitano, ma quando scende in campo si trasforma, mentre Valentina Barbieri è la nostra ultras; per rendervi l'idea, sabato nel play-off, mi ha chiesto espressamente di stare in tribuna per fare il tifo insieme ai tifosi".

Ringraziamenti finali?

"In primis ringrazio la Società, con in testa la Presidentessa Emilia Raimondo, che mi consente di guidare questa bellissima famiglia. Ringrazio in modo particolare anche Alessandro Robertiello, che durante il campionato ha svolto un immane lavoro di scout, segnando tutti i dati più importanti come, ad esempio, le percentuali dei punti di ogni partita, ed ottenendo tutte le informazioni relative alle altre squadre, necessarie per preparare gli incontri al meglio. E' stato molto paziente, e per questo gli sono molto grato. Grazie anche al nostro Mariano, il custode del palazzetto, che ci 'sopporta' più del dovuto, e ci prepara all'occorrenza anche la sala-video per le proiezioni. Ma un sentitissimo grazie và alle ragazze, le vere protagoniste del campionato, nel bene e nel male. Grazie anche a Soveratiamo.com per gli articoli sulle partite, e per l'interesse mostrato nel seguire la nostra stagione. Ed un grande grazie anche ai nostri tifosi, che sono stati straordinari nel sostenerci, soprattutto nelle gare dei play-off".

Terminata l'intervista, salutiamo e ringraziamo Lentini per la sua disponibilità, e gli diciamo con molto piacere che continueremo a seguire le vicende di questa bellissima squadra anche la prossima stagione. Ringraziamo anche l'A.S.D.Pallavolo Davoli, la Presidentessa Emilia Raimondo, e la Società tutta per aver reso possibile questa intervista, con l'augurio che questo gruppo possa ottenere presto le migliori vittorie possibili, che meritava già quest'anno.

Francesco Gioffrè

Proseguono le celebrazioni per "Maria Ausiliatrice"

Maria AusiliatriceSOVERATO - Il 26 maggio alle ore 18.00 ci sarà la celebrazione eucaristica dedicata a Maria Ausiliatrice presso l'anfiteatro della villa comunale di Soverato. A seguire la processione per le vie della città e poi momenti di festa e convivialità in oratorio. Stasera, 24 maggio, nel salone parrocchiale ha avuto luogo "l'Accademia di Maria Ausiliatrice", un momento di festa condiviso da tutti i gruppi della comunità che dimostra il crescendo della devozione alla Madonna di Don Bosco. L'Accademia costituisce un segno di come la comunità si ritrovi non solo nel culto religioso ma anche nella condivisione della cultura educativa e spirituale. Nei giorni scorsi (21-22 e 23 maggio) si è tenuto il triduo all'Ausiliatrice con la testimonianza di tre sacerdoti salesiani che festeggiavano i loro anniversari di vita sacerdotale: don Giovanni Attorre e don Ciro Izzo per cui ricorreva il cinquantesimo del loro sacerdozio, e don Pasquale Rondinelli che ha ricordato il suo venticinquesimo anno di servizio sacerdotale. Tutti e tre i sacerdoti, durante le celebrazioni del triduo, hanno ricordato la Madonna come grande maestra e don Pasquale ha ricordato le assonanze tra la vita del sacerdote e quella di Maria (il sì di Maria all'angelo che annunziava Gesù e il sì del sacerdote alla chiamata di Cristo, al servizio; i dubbi di Maria e i dubbi del sacerdote; la gioia di Maria e la gioia del sacerdote che accoglie Gesù nella sua vita...).

La Redazione

Sciopero lavoratori LSU-LPU con notevoli adesioni in tutta la Calabria

lsulpusoverato24052012CATANZARO - Lo sciopero dei lavoratori LSU-LPU che si è svolto oggi in tutta la Regione (e anche a Soverato in foto) ha avuto "successo" di partecipazione. Sono molti i Comuni e le Comunità montane calabresi in cui l'adesione allo sciopero dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità ha raggiunto il 100%. Lo sostengono le segreterie regionali di categoria di Cgil, Cisl e Uil, che, in una nota, parlano di adesione ''superiore ad ogni aspettativa e sollecitano la stabilizzazione dei 5.200 addetti. Un segnale forte del sindacato e dei lavoratori rivolto all'immobilismo del Governo ed al silenzio della Regione''. 

La Redazione

"Ali D'Aquila" ed Istituto "Maria Ausiliatrice" insieme nel musical "Caino e Abele"

"Ali D'Aquila" ed Istituto "Maria Ausiliatrice" insieme nel musical "Caino e Abele" - 4.8 su 5 basato su 5 voti

musical Ali DAquila e Istituto Maria AusiliatriceSOVERATO – Associazione "Ali D'Aquila" e Istituto "Maria Ausiliatrice" di Soverato insieme nel "Progetto giovani e volontariato" per portare in scena il Musical "Caino e Abele: la ballata del bene e del male". Oggi pomeriggio, a tal proposito, è stato presentato, presso il salone dell'Istituto "Maria Ausiliatrice", il musical che andrà in scena domenica 27 maggio alle ore 19 nello stesso Istituto. L'Associazione di volontariato "Ali D'Aquila", con sede in Satriano marina, è nata nel 2005 da un gruppo di volontari e ragazzi diversamente abili. L'obiettivo di questa associazione, è quello di lavorare con i ragazzi affinchè possano raggiungere un grado di autonomia tale da permettere un probabile inserimento lavorativo e sociale, attraverso laboratori di drammatizzazione, attività di formazione e organizzazione di eventi dove i ragazzi sono parte integrante con i volontari. L'associazione, lo scorso anno, ha partecipato ad un progetto del Centro Servizi del Volontariato (CSV) di Catanzaro su: "Micro azioni partecipate anno 2011". Con questo progetto invece, "Ali D'Aquila" ha contribuito all'iniziativa realizzata in partnership con Centro Servizi del Volontariato della provincia di Catanzaro, nella quale i ragazzi dell'associazione, insieme ai ragazzi coinvolti nel progetto dell'Istituto "Maria Ausiliatrice" (precisamente i ragazzi di terza media, I II e III Liceo) di Soverato, porteranno in scena il musical sopra nominato. "Domenica prossima ci sarà il debutto ufficiale dell'associazione insieme ai ragazzi dell'Istituto 'Maria Ausiliatrice' ha affermato la preside, Suor Ausilia Chiellino – nel musical di 'Caino e Abele' che i ragazzi dell'associazione hanno già recitato parecchie volte da soli. Questa volta i nostri ragazzi prenderanno parte al musical, in quanto è 'Ali D'Aquila' che ha aiutato i nostri studenti per farli recitare insieme. In futuro – ha proseguito – sicuramente continueremo a collaborare con l'associazione per altre iniziative che possano abituare i nostri ragazzi al volontariato." Soddisfazione è stata espressa anche dalla presidentessa di "Ali D'Aquila", Rosanna Gigliotti, che si è detta soddisfatta non solo delle tante attività che l'associazione svolge con i ragazzi diversamente abili, ma anche della collaborazione intrapresa con l'Istituto "Maria Ausiliatrice".

Pietro Mosella

Sabato Consiglio comunale d’insediamento a Satriano

Michele DrosiSATRIANO - È stato programmato per sabato alle ore 18 il consiglio comunale d'insediamento di Satriano. Sarà un consiglio comunale ristretto con cinque consiglieri di maggioranza e due di minoranza più il sindaco. La lista vincente "Nuova Satriano" guidata dal sindaco Michele Drosi (in foto), sin da subito si è messa a lavorare per organizzare la squadra ed essere pronta sabato per presentarla ai cittadini. Secondo alcune indiscrezioni, e quindi si aspetterà sabato per avere la conferma di tutto, ci sarà continuità negli incarichi amministrativi, oltre che dare spazio ai giovani. Dunque, secondo il principio della continuità, si dovrebbe avere Catalano Alessandro nella carica di vicesindaco, Teodoro Basile con l'incarico ai lavori pubblici, Michele De Vita presidente del consiglio e ufficiale di governo. Resta da capire quale dei due consiglieri eletti tra Monterosso Vincenzo e Riverso Domenico, coprirà la carica di terzo assessore e in quale materia. Almeno sulla minoranza non si sono dubbi. Ci sarà il candidato che ha sfidato Michele Drosi, Domenico Battaglia e Giovanni Moniaci coordinatore cittadino del Pdl.

Maria Teresa Battaglia

Torna l’acqua potabile a Satriano

AcquaSATRIANO - Anche questa volta l'incubo dell'acqua non potabile a Satriano è terminato. Almeno per ora! Ad annunciarlo il sindaco Michele Drosi attraverso l'ordinanza numero 7 del 23 maggio. Era da circa due mesi che l'acqua era stata ritenuta non potabile in seguito alle analisi effettuate dalle società competenti e confermate anche dall'Asp di Catanzaro, in cui erano state rilevate elevate concentrazioni di microrganismi e cloro. Ora, considerati gli esiti sia delle analisi batteriologiche, dei campioni di acqua prelevati dalle fontane pubbliche, e dall'entrata e dall'uscita del serbatoio di Via Cesare Ranieri, effettuati dalla Buoconsulting di Cropani, comunicati il 14/5/2012, prot. n. 3959 del 17/05/2012, e sia le analisi chimiche e batteriologiche eseguite dai tecnici dell'A.S.P. di Catanzaro – U.O.I.A.N. di Soverato, su campioni di acqua prelevati dalle fontane pubbliche comunicati, e i cui esiti sono stati comunicati il 18/5/2012, prot. n. 1266 del 22/05/2012, dei Ns. prot. n. 4104/2012, che accertano la potabilità dell'acqua della rete idrica comunale, finalmente questo bene comune può essere riutilizzato per uso alimentare e domestico. Sperando che l'arrivo dell'estate non porti altre sorprese com'è successo qualche anno fa.

Maria Teresa Battaglia

Dona il tuo 5 x1000 a Fondazione per la ricerca sulla Fibrosi Cistica

5X1000 per la Fibrosi CisticaCari Amici, si è aperta la Campagna del 5xMILLE! Come sapete questa è l'opportunità più significativa per la raccolta fondi FFC. La ricerca italiana sta vivendo una stagione particolarmente incoraggiante e sta a noi sostenerla ora, per permetterle di compiere decisivi passi in avanti. Quest'anno dobbiamo intensificare tutti i contatti, per arrivare a superare il 48° posto che ci è stato assegnato nella classifica delle onlus con EUR 415.988 dello scorso anno. E' opportuno diffondere il messaggio per la raccolta nell'ambito diogni futura iniziativa privilegiando i commercialisti, i CAF, le associazioni di categoria (come Associazione Industriali, Artigiani,Commercianti e Professionisti), le Aziende, le edicole, ambulatori medici, farmacie e tutti gli amici.Per questo alleghiamo il file con le istruzioni, il banner e i diversi formati elettronici dei biglietti da allegare a tutte le e-mail e da promuovere nei siti amici o nei social network. Ricordatevi di aggiungere sempre un breve invito, che solleciti il vostro contatto a divulgare a sua volta il messaggio. Queste catene hanno un effetto determinante! Inoltrate quindi al maggior numero di indirizzi la vostra lettera;possibilmente ripetendo nei mesi di Maggio e Giugno gli invii e-mail per ricordare il messaggio. Come sempre un grande abbraccio e BUONA CAMPAGNA A TUTTI!

Giannino Montepaone

Le prime due tappe di "Slow food day" di Soverato

Anna Manna Marisa Gigliotti Pina Maida e la direttrice Maria MiceliAbbiamo appena concluso le prime due tappe di "Slow food day". Ieri, 23 maggio, nonostante la pioggia, abbiamo accolto i camminatori di "Stella d'Italia" e fatto a piedi un pezzo di strada fino a Soverato Superiore. Ad accoglierli il fiduciario Luigi Tropeano, il segretario Carmelo Cuzzocrea, soci della condotta ed amici dell'Unicef, Fidapa, comitato "Salviamo il paesaggio", l'assessore comunale Emanuele Amoruso. I soci si sono prodigati per rendere accogliente la sosta con una doccia calda, un sorso di vino, l'assaggio di zeppole e murunelli (preparati dalle donne de 'U chianu') e con l'ospitalità per la notte. Abbiamo consegnato ai camminatori un breve lettera di accoglienza con i nostri desideri e progetti per migliorare il nostro territorio e l'agricoltura di piccola scala. Queste testimonianze faranno parte del bagaglio di conoscenze dei territori che il gruppo di camminatori di "Stella d'Iatlia" porterà alla conclusione del loro cammino a piedi a giugno a L'Aquila. Immancabile l'assaggio della "cupeta" di Montepaone portata da Bruno Platì. Questa mattina, 24 maggio, abbiamo partecipato alla settimana della lettura presso la scuola Don Milani a Lamezia Terme, dove era in corso un simpatico evento: la prima colazione con i genitori e gli alunni. La condotta, rappresentata dalle socie della comunità del cibo "donne in cammino" (Pina Maida e Marisa Gigliotti), hanno presentato alcuni brani dal libro "Il paiolo pieno di patate", letti dall'autrice, la socia Anna Manna. Sono seguite decine di domande da parte degli alunni, e di riflessioni sul cibo, sulle abitudini alimentari, sulla stagionalita per finire con i ragionamenti sulle etichette e sul gioco della filiera dei prodotti alimentari, che sarà portato avanti nel prossimo anno scolastico. I saluti gioiosi dei bambini e della direttrice, Maria Miceli, hanno chiuso la mattinata.

Marisa Gigliotti

 Luigi Tropeano

incontro a soverato superiore a lu chianu.  con slow food fidapa unicef

visita in chiesa con don Giorgio

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa