all
Menu

Regione: pubblicati sul Burc due bandi che puntano alla ripresa e allo sviluppo dell’economia calabrese

logo regione CalabriaL'assessore regionale alle attività produttive, Antonio Caridi, esprime particolare soddisfazione per la pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione di oggi di due bandi "che – ha affermato Caridi -, nel quadro strategico delineato dalla Giunta guidata dal Presidente Scopelliti, rivestono notevole importanza per la ripresa e lo sviluppo dell'intero circuito economico calabrese".

Nello specifico i bandi riguardano il settore delle emittenti televisive, relativamente al rafforzamento tecnologico e organizzativo e la transizione al sistema digitale terrestre, e il progetto "Nuovi giovani imprenditori", attraverso il quale la Regione intende attuare un processo integrato finalizzato ad accompagnare ed agevolare i giovani nell'avvio di nuove iniziative imprenditoriali che, oltre alla concessione di incentivi economici, prevede azioni di accompagnamento, sia propedeutiche che successive allo sviluppo del Piano di impresa. Su entrambe le misure, il cui termine per la presentazione delle domande è previsto per il 30 luglio prossimo, è stato sentito il partenariato istituzionale, economico e sociale "in un'ottica – ha specificato l'assessore regionale - di concertazione e di condivisione delle scelte finalizzate al rafforzamento del sistema economico dell'intero territorio calabrese. I due avvisi – ha aggiunto Caridi - puntano a scardinare le classiche logiche della finanza agevolata, che hanno spesso prodotto effetti distorsivi sul sistema economico regionale, sostenendo iniziative che nel lungo termine non sono state in grado di permanere sul mercato. Anzi, secondo la visione politica introdotta dal governo Scopelliti, rispondono ad obiettivi mirati tendenti a non generare mera attivazione di spesa pubblica, ma all'attivazione di azioni che possano creare reali condizioni di sviluppo e produttività in un'ottica di sostenibilità economica e di valorizzazione delle risorse disponibili: umane, culturali, naturali".

Il primo bando è rivolto alle PMI calabresi titolari di emittenti televisive locali, le quali rivestono una funzione di forte rilevanza e di sicuro impatto in ordine agli aspetti sociali e culturali, con innegabili riflessi di natura economica. In un'ottica di sostegno del passaggio dal sistema analogico al digitale terrestre, l'obiettivo di questa misura è quello di agevolare la realizzazione di investimenti da parte delle piccole e medie imprese titolari di emittenti televisive locali e/o operanti nell'ambito della programmazione e trasmissioni televisive, per migliorare la tecnologia disponibile nel settore radiotelevisivo e favorire l'integrazione con il sistema economico e produttivo calabrese.

Il bando sulla selezione e il finanziamento di nuove iniziative imprenditoriali promosse da nuovi giovani imprenditori, partendo dalla promozione della cultura d'impresa, punta, invece, a stimolare e rafforzare la capacità imprenditoriale dei neo-imprenditori, i quali potranno contare su una serie di interventi idonei a motivare ed assistere nell'avvio del percorso di imprenditorialità. La misura a sostegno della nuova imprenditorialità giovanile prevede, oltre al finanziamento delle idee imprenditoriali che hanno requisiti di fattibilità tecnica ed economica, attraverso contributi fino a 500mila euro, di cui il 70% a fondo perduto, l'assistenza ai giovani nella definizione del progetto imprenditoriale, l'attivazione di sistemi di condivisione delle progettualità definite, un supporto allo start-up dell'impresa, anche tramite sistemi di tutoraggio per l'assistenza tecnica ai giovani imprenditori.

"Questo bando – ha detto infine l'assessore Caridi -, in coerenza anche con le linee del Piano strategico 2011-2013 delle attività produttive, riesce ad incidere sulle dinamiche macroeconomiche regionali attraverso la creazione di nuove imprese e la riduzione del tasso di disoccupazione giovanile, mediante percorsi assistiti di imprenditorialità". 

L'Istituto "G. Sabatini" di Borgia inserito nel progetto delle "Navi della legalità"

Francesco Mercurio direttore Uff. scolastico regionaleBORGIA - "Viaggio nella legalità" era il titolo dell'incontro svoltosi nella giornata di ieri a Borgia nei locali appena consegnati della scuola secondaria di primo grado. Ha partecipato all'incontro il direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale, Francesco Mercurio (in foto), che ha avuto parole di soddisfazione per l'impegno dimostrato dall'Istituto per una scuola chi sia all'avanguardia socialmente e culturalmente nella lotta alle mafie. Ciò, dimostra nuovamente come una gestione saggia e partecipata della scuola stessa, possa portare a sperimentare strategie e metodi necessari per lo sviluppo della coscienza civile degli studenti. Davanti alle autorità presenti, ovvero il presidente della Provincia, Wanda Ferro, il commissario del comune di Borgia, Roberta Lulli, il sindaco di Girifalco, Mario Deonofrio ed il Prefetto di Catanzaro, Antonio Reppucci, gli alunni hanno potuto testimoniare le loro esperienza del viaggio nella piana di Gioia Tauro, coordinato da "Libera". Il direttore dell'USR, Francesco Mercurio, ha anche annunciato che l'Istituto "G. Sabatini" di Borgia, sarà inserito, nel prossimo anno scolastico, tra le scuole partecipanti al viaggio delle "Navi della legalità", appena svoltosi a Palermo in occasione del ventennale della "strage di Capaci".

La Redazione

Beach Volley: la contro-replica della LILT provinciale

Beach Volley: la contro-replica della LILT provinciale - 2.7 su 5 basato su 7 voti

Concetta Stanizzi LILT CzSOVERATO - Riceviamo e pubblichiamo la contro-replica dell'avv. Concetta Stanizzi (in foto), presidente della LILT provinciale, in merito al comunicato inviato stamane dal sindaco di Soverato, Leonardo Taverniti, riguardante lo spostamento di sede del torneo di Beach Volley. Ecco il testo:

Faccio fatica a capire il contenuto della replica avanzata dal sindaco Taverniti sulla questione del beach volley, anche perché nella stessa sono, per la maggior parte, richiamate integralmente le mie dichiarazioni (SIC!) e, pertanto, mi riesce davvero difficile controbattere alle sibilline conclusioni che, invece, invito a svelare perché, con molta serenità, non le temo. Forse il sindaco, prima di affrettarsi a controdedurre, avrebbe fatto bene a chiarire e/o chiarirsi con l'assessore allo sport su tale vicenda che si presenta molto delicata e mi dispiace che ancora non se ne sia accorto. Una sola cosa però la voglio dire: rammento al sig. sindaco Taverniti che in determinate circostanze, anche e soprattutto per il ruolo che si ricopre, il silenzio è d'oro. Se poi rimane ancora qualche dubbio su come le cose sono andate veramente sono disponibile a fornire tutti i chiarimenti possibili e tutte le prove documentali e testimoniali al fine di difendere e tutelare la prestigiosa Associazione (LILT) che mi onoro di presiedere.

Il Presidente della LILT

Sezione di Catanzaro

Avv. Concetta Stanizzi

Soverato: concluso il progetto "Luoghi di prevenzione"

Soverato: concluso il progetto "Luoghi di prevenzione" - 5.0 su 5 basato su 1 voto

convegno Luoghi di PrevenzioneSOVERATO - Si è tenuto stamane, presso l'Acquario comunale di Soverato, gremito di giovani delle terze classi delle Scuole Medie del comprensorio accompagnati dai docenti, il convegno conclusivo del progetto "Luoghi di prevenzione". Tale progetto, durante tutto l'anno scolastico, ha sensibilizzato 411 ragazzi delle terze medie di tutto il comprensorio, sulla pericolosità dell'uso e abuso di sostanze alcoliche, presso appositi locali concessi all'interno della Scuola Media "Ugo Foscolo" di Soverato, dal dirigente scolastico, Prof. Giulio De Masi, dal Sindaco di Soverato, Ing. Leonardo Taverniti e da tutta la Giunta. Il progetto, è stato svolto dal Sert di Soverato, diretto dal Dott. Franco Montesano, con personale proprio, ed in collaborazione con l'associazione "Obiettivo Salute", la quale ha messo a disposizione 2 operatori: il dott. Diego Saia (Biotecnologo) e il Dott. Antonio Pellegrino (Assistente Sociale). Dopo una specifica formazione svoltasi a Reggio Emilia, hanno proposto nella sensibilizzazione, una metodologia fortemente innovativa, cioè: sensibilizzare giocando. Ad ogni classe infatti, sono stati fatti indossare degli occhialini che simulavano lo stato di ebbrezza alcolica subito dopo una breve lezione frontale tenuta da un medico del Sert. Successivamente, si passava a delle simulazioni informatizzate e il tutto si concludeva con un test finale somministrato ai ragazzi. Al convegno di oggi erano presenti il Sindaco, Ing. Leonardo Taverniti, l'Assessore allo sport e Politiche Scolastiche, Francesco Gualtieri il consigliere Massimo Gregoraci, e la Vicaria della Scuola Media "Ugo Foscolo" di Soverato. Il sindaco in particolare, ha portato il plauso di tuttaLuoghi di Prevenzione 2 l'amministrazione a tale lodevole iniziativa, ribadendo la massima disponibilità della stessa, ad una tematica così importante. Successivamente il dott. Franco Montesano, direttore dell'U.O.C. Ser.T. di Soverato, coordinatore del progetto, ha illustrato brevemente lo stesso, con le proposte per l'anno successivo. Nello specifico, hanno poi relazionato il dott. Egidio Battaglia, Dirigente Medico presso l'u.o.c. Ser.T. di Soverato, ed il dott. Diego Saia, dell'Associazione "Obiettivo Salute". Presente anche il Parroco di Soverato, Don Tobia Carotenuto, il quale ha espresso apprezzamento per tale servizio di sensibilizzazione verso i più giovani. Per l'Ufficio Scolastico Regionale invece, era presente la prof.ssa Miriam Scarpino (Referente provinciale Educazione alla Salute dell'A.T.P. di Catanzaro) e, per la Regione Calabria, la dott.ssa Caterina Azzarito (Referente regionale CCM), la quale ha promesso che "Luoghi di prevenzione" a Soverato continuerà anche l'anno prossimo ampliando il proprio raggio d'azione e coinvolgendo le famiglie dei giovani, in quanto a Soverato questo progetto è diventato una realtà consolidata.

La Redazione

"Campionato Pulcini Delegazione zonale Figc-Lnd": Montepaone Calcio in finale

Pulcini Montepaone CalcioA disputare la finale del "Campionato Pulcini Delegazione Zonale FIGC-LND di Soverato" a Cardinale il 17 giugno saranno i "giallo-verdi"  (in foto da sinistra in piedi: Trocano, Posella, Pugliano, Platì, Gerace, Viscomi, Mazza, Sciumbata, Hluousky, Reverso. Accosciati da sx: E. Piperata, Gualtieri, Bitonte, P. Piperata) bambini allenati da mister Settembrino che, con una grande prestazione, vincono la semifinale battendo la squadra locale per 2 pt ad 1 pt in virtù dei seguenti parziali 1-0, 0-2 (PUGLIANO, Bitonte), 0-1 (PUGLIANO). Tutti presenti i 14 componenti della rosa. Come vuole il regolamento tre sono stati i tempi disputati da 15 min. ciascuno.

Il 1° tempo Mister Settembrino schierava Reverso in porta, Sciumbata e Viscomi in difesa, i gemelli Piperata sugli esterni, GUALTIERI a centrocampo e Gerace in avanti. Pronti via e GUALTIERI doveva abbandonare il gioco per un colpo ricevuto sul naso. Al suo posto entrava Posella. Il motivo dominante di questa prima frazione era il Davoli proiettato in avanti ed il Montepaone che, in maniera ordinata, si difendeva cercando di colpire in contropiede. Reverso si disimpegnava egregiamente su un diagonale di un calciatore di casa, ma nulla poteva quando, a due minuti dal termine, in seguito ad un errore difensivo, veniva battuto dalla corta distanza da un attaccante di casa. Nulla di saliente accadeva fino al termine della prima frazione.

Nel secondo tempo, con l'obbligo di vincere il parziale, MR. Settembrino schierava Trocano in porta, Hluhousky e Mazza in difesa, GUALTIERI (che nel frattempo si era ripreso dall'infortunio) a centrocampo, ed i tre "tenori" in avanti con PUGLIANO a sinistra, Platì a destra e Bitonte al centro. Contrariamente a quanto era accaduto nella prima frazione, in questo tempo, era il Montepaone che attaccava fin dal primo minuto ed il Davoli costretto in difesa. Dopo una buona occasione fallita da Bitonte su cross di GUALTIERI era PUGLIANO, di piattone, a portare in vantaggio i suoi sfruttando un buon assist di Platì. Il Davoli non reagiva, Trocano rimaneva inoperoso, anzi erano i giallo-verdi ospiti a siglare il raddoppio con Bitonte che sottomisura indirizzava a rete una verticalizzazione di un compagno di squadra. Terminava così anche il 2° tempo con il parziale di 1 pt. ad 1 pt..

Il 3° tempo diveniva, così, determinante per l'accesso in finale. Mister Settembrino riproponeva i seguenti bambini: Reverso tra i pali, Sciumbata e Viscomi in difesa, Posella a centrocampo, Platì a dx, PUGLIANO a sx e Bitonte punta centrale. Nei primi minuti grosse occasioni per Bitonte il cui tiro veniva salvato sulla linea da un difensore e per PUGLIANO che, prima del tiro, veniva anticipato dal diretto avversario. Al 6 min. arrivava il meritato e bellissimo goal per i "Settembrino Boys": Posella conquistava palla sulla destra e metteva un ottimo cross al centro dell'area che Bitonte riusciva a stoppare ed a passare all'indietro per l'accorrente Pugliano che, di sinistro, di prima intenzione "fulminava" il piccolo portiere di casa. Grande gioia tra i bambini sul rettangolo di gioco e grandi feste sugli spalti dove erano assiepati un folto numero di tifosi della squadra ospite. Nel prosieguo della gara solo una volta Reverso veniva impegnato, ma di piede intercettava un tiro che altrimenti avrebbe gonfiato la rete. Girandola di cambi per Mister Settembrino, entravano i gemelli Piperata e Gualtieri ad irrobustire il centrocampo, mentre la squadra di casa rimaneva con i 7 bambini che avevano iniziato il 3° tempo. Dopo tre minuti di recupero finalmente giungeva il fischio finale che sanciva la qualificazione alla finale per il Montepaone Calcio che si scontrerà con la vincente dell'altra semifinale da disputarsi a Cardinale tra la squadra locale ed il Guardavalle. Grande la gioia tra i bambini e grande l'euforia tra i tifosi ospiti che riservavano un meritato applauso ai propri beniamini ed ai bambini del Davoli che, se pur sconfitti, bene si sono comportati.

Appuntamento, dunque, al 17 giugno allo stadio di Cardinale per disputare la finale contro il Cardinale o contro il Guardavalle. La cosa certa è che ai bambini giallo-verdi non mancherà il sostegno fragoroso dei tifosi entusiasti per lo spettacolo a cui hanno assistito in questa bella giornata di sport.

PAGELLE: Reverso voto 8. Ottimi due suoi interventi di piede nel primo e nel terzo tempo. dava sicurezza al reparto nelle uscite alte. (Puntuale).

Trocano voto 7. Poco impegnato dagli avversari sembrava, comunque, in giornata. Lo si è capito da come effettuava i rinvii che raggiungevano la metacampo ospite. (Spettatore).

Hluhousky voto 8. Il "bielorusso" montepaonese bene si disimpegnava nell'anticipare il diretto avversario e quando poteva, iniziava ad impostare l'azione di gioco. (Attento).

Mazza voto 8. Con la consueta calma non faceva correre rischi alla retroguardia montepaonese. sempre preciso e determinato nei suo interventi. (Riflessivo).

Sciumbata voto 9: Il migliore difensore di giornata. Nonostante la bilancia lo faccia "disperare" lui è rapido è deciso negli anticipi non concedendo una palla giocabile agli attaccanti davolesi. Ottimi i suoi rilanci che facevano ribaltare l'azione da difensiva ad offensiva. (Baluardo).

Viscomi voto 7 (media di 5 e 9). Nel primo tempo non sembra il difensore esperto e concreto che tutti conosciamo. Stranamente emozionato ed impacciato spesso, ingiustificatamente, si sostituisce a Reverso per difendere la porta. Un suo errato rilancio porta al goal davolese. Nel 3° tempo si riprende alla grande e con Sciumbata forma un muro difensivo invalicabile. (Distratto).

Gemelli Piperata voto 8. chi è Paolo, chi è Emilio? Irriconoscibili per un voto ciascuno. Sulle fasce riescono a fare egregiamente le due fasi sia quella difensiva che quella offensiva. come al solito altruisti, nel 3° tempo, quando c'è da lottare e difendere il Mr. ricorre alla loro freschezza atletica ed alla loro grinta. (Disciplinati).

Gualtieri voto 8. Un colpo al naso sembrava metterlo fuori gioco, ma lui, stoico, rientrava in campo e lottava, come al solito, come un leone proponendosi anche in buone sortite offensive. Ottimo l'assist per Bitonte non sfruttato dal suo compagno di classe. (Ringhio).

Posella voto 8. ottima la sua partita fatta di corsa, sostanza e trame di gioco. Bene sia al centro del campo che sulla fascia destra dove ha terminato la sua gara. Perfetto il cross da cui è nato il goal vittoria. (Metronomo).

Gerace voto 7. La tattica del primo tempo non lo aiuta. È isolato in avanti e pochi sono i palloni che gioca. Buone un paio di sponde, ma nessun tiro nella porta avversaria. (Abbandonato).

Bitonte voto 8. Ha sofferto oltremodo la difesa davolese, ma riesce a realizzare la sua ennesima rete da vero opportunista. Da calciatore maturo il suo stop in area e la sua sponda per il goal decisivo di Pugliano. (Rapace).

Platì voto 8. Ad inizio gara è emozionato più del dovuto. dopo un po' si riprende e sulla destra "slalomeggia" disorientando il suo diretto avversario. Ottimo l'assist per Pugliano in occasione del primo goal montepaonese. (Slalomista).

Pugliano voto 9. come Platì sembra emozionato ad inizio gara, ma poi, con il passare dei minuti, ritorna su sui standard prestazionali. Da applausi la sua conclusione a rete che porta il Montepaone Calcio in finale di categoria. (Bomber).

Mr. Settembrino voto 9. L'idea di schierare una rocciosa difesa nel primo tempo a momenti gli stava dando ragione. Infatti, solo a due minuti dal termine della prima frazione Reverso "capitolava". Otima la gestione dei cambi nel 3° tempo quando qualche bambino aveva bisogno di rifiatare. Ormai sono lontani i tempi in cui la stessa squadra ritornava a casa dopo le partite con una valanga di goal subiti. Per la consacrazione manca l'ultimo tassello. (Tattico).

Progetto “Giocosport” del C.O.N.I., epilogo a Soverato

GiocosportSOVERATO – Si è conclusa nella giornata di mercoledì, a Soverato, la tourneè del C.O.N.I. che ha proposto il progetto "Giocosport" (foto tratta  da Catanzaroinforma) alle scuole elementari della provincia di Catanzaro. Sono giorni di ansia per il comitato provinciale, su cui incombe la minaccia della chiusura per colpa della crisi economica, ma queste preoccupazioni non sembrano demoralizzare l'organizzatore dell'evento, nonché coordinatore del settore tecnico del C.O.N.I., prof. Francesco Fratto, che al termine ha appunto fatto un bilancio, giungendo a positive conclusioni. I valori della lealtà, tenacia ed amicizia sono stati al centro del progetto, che ha coinvolto tantissimi bambini, molto contenti per avervi partecipato, e per essersi divertiti. "Giocosport" è un evento molto atteso dai più giovani, che ogni anno si iscrivono in massa per prenderne parte. L'edizione appena conclusa di "Giocosport" ha visto protagonisti cinque istituti scolastici del comprensorio: Simeri Crichi (con 130 partecipanti), Badolato, Santa Caterina, Maida (che però non ha partecipato alla manifestazione finale, pur essendo stato presente durante tutto l'anno) e Soverato, dove mercoledì si è svolta la festa conclusiva dei giochi. La "squadra" del prof. Fratto si ritroverà, inoltre, domenica alle ore 9,00 al "Parco delle Biodiversità" di Catanzaro per la "Giornata Nazionale dello Sport", per dare un'ulteriore risposta alla possibilità della "fine" del C.O.N.I. provinciale; sarebbe un brutto colpo per tutto lo sport locale, e sicuramente si farà il possibile, e l'impossibile, per evitare questo.

Francesco Gioffrè

IV Edizione "Granfondo dei Due Mari" il 3 giugno a Catanzaro

GRANFONDOCATANZARO - Riceviamo e pubblichiamo il comunicato-stampa sulla manifestazione "Granfondo dei Due Mari:

Domenica 3 giugno p.v. appuntamento per tutti gli appassionati delle due ruote in occasione della quarta edizione della corsa ciclistica "Granfondo dei Due Mari", organizzata dalla storica società dilettantistica “La Chiattinese” con il supporto di Eurospin/Bricofer di Luigi Rotundo & Figli. Partenza alle ore 9 da viale Magna Graecia e arrivo, intorno alle ore 12.30, sul lungomare di Catanzaro Lido in località Casciolino.

CATANZARO - 1 GIUGNO 2012 - Un evento per gli appassionati delle due ruote. A distanza di un anno, infatti, torna la corsa ciclistica "Granfondo dei Due Mari" - Gran Premio Eurospin/Bricofer di Luigi Rotundo & Figli. L'appuntamento con l'ormai tradizionale kermesse è per domenica 3 Giugno p.v. La manifestazione ciclistica, organizzata dalla storica società dilettantistica “La Chiattinese” in collaborazione con Eurospin/Bricofer di Luigi Rotundo & Figli, è aperta a tutte le categorie amatoriali e vedrà la partecipazione di corridori provenienti dalle diverse regioni del Sud Italia, pronti a dar vita a una gara entusiasmante e coinvolgente che si snoderà su un percorso selettivo, impegnativo incastonato nelle bellezze paesaggistiche tipiche della nostra terra. Il tutto poi grazie alla passione ed all'impegno di Raffaele Lagonia, presidente de “La Chiattinese”, che ha avuto il gran merito di credere e portare un evento di tal genere. Evento che puó contare sull'apporto organizzativo di Antonio Rotundo.

"La Granfondo - spiega Rotundo - nasce con lo spirito con cui l’Associazione Chiattinese ed il suo presidente, Lagonia, si impegnano nelle attività agonistiche e nell’insegnamento della disciplina ciclistica. E ció al fine di coinvolgere non solo gli atleti ma anche gli appassionati ed il pubblico in quella che è una kermesse carica di tutti i valori positivi di cui lo sport è promotore". "Alla luce delle positive esperienze della scorse edizioni - ha aggiunto Rotundo - quest'anno si è deciso così di puntare su una formula ormai consolidata e collaudata, col supporto di un partner privato del calibro di Eurospin/Bricofer".

La gara che, nel 2011 vide la vittoria dell’ex corridore professionista Salvatore Caruso dell'Asd Città di Misterbianco (Catania), presenta un percorso lungo 134 km. Lo start è in programma alle ore 9 di domenica mattina 3 giugno. Location di ritrovo e partenza è il parcheggio Eurospin/Bricofer di Viale Magna Grecia. Il gruppo, dopo la partenza, si dirigerà verso Catanzaro Lido e, deviando su Viale Europa, proseguirà in direzione Marcellinara, attraversando il territorio lametino e toccando la provincia di Vibo Valentia al bivio di Angitola. La carovana rientrerà, poi, alla volta di Catanzaro attraversando i paesi di Curinga, Maida, Jacurso, Cortale, Girifalco, San Floro, con arrivo previsto intorno alle ore 12.30, sul lungomare di Catanzaro Lido, per l'esattezza in località Casciolino dove verrà allestito il palco per la cerimonia di premiazione.

Per informazioni ci si può rivolgere ai seguenti recapiti: Tel e fax: 0961.782087; cellulare 333.5701060.

Risposta ad articolo "Calabria Ora"

Dove li facciamo sedere i turisti fino alla fine di maggio?

Questa è la domanda che si pongono alcuni esercizi di Soverato.

In risposta all'articolo pubblicato su Calabria Ora del 16 maggio 2012 a firma di Teresa Pittelli a titolo “Diffide a raffica per i tavolini” si precisa quanto segue. Nell'articolo si evidenzia come il Comune si sia attivato per contrastare il dilagante fenomeno di occupazione abusiva di suolo pubblico, omettendo però, di spiegare i motivi che hanno portato a questa situazione. Si evidenzia come l'assessorato alle attività produttive guidato da Pascasio Matacera abbia avvertito gli esercenti nominati nell'articolo ma non risulta che siano arrivate comunicazioni dell'Assessore ad alcuno di loro.

La paventata necessità di “garantire la fruibilità del traffico e la sicurezza dei pedoni” è una motivazione pretestuosa per avvalorare l'opera del Comune in quanto, quasi tutte le occupazioni oggetto delle diffide, erano state già autorizzate negli anni precedenti con regolare parere positivo della Polizia Municipale e dell'Ufficio Tecnico e pertanto, non recavano alcun danno al traffico o alla sicurezza. La realtà dei fatti è che sin dallo scorso giugno il Sindaco non ha inteso più dare permessi di occupazione annuale. Sembra che il Sindaco disconosca la delibera di Consiglio n.20 del 06/07/2009 ”Esame ed approvazione Regolamento per la disciplina igienico-sanitaria dell'attività di somministrazione all'aperto per gli esercizi di ristorazione e bar” e la successiva delibera del Consiglio Comunale n.8 del 11/02/2010, “Approvazione Regolamento per la disciplina, ai fini igienico-sanitaria dell'attività di somministrazione all'aperto per gli esercizi di ristorazione e bar, e arredo urbano con i dehors”.

La precedente amministrazione aveva provveduto ad emanare i due regolamenti con lo scopo di fissare i requisiti igienico-sanitari, con finalità di tutela della salute pubblica e per offrire condizioni di particolare confort e piacevolezza al consumatore, tali da contribuire all'incentivazione del turismo. L'obbiettivo era quello di potenziare la qualità delle attività commerciali di pubblico esercizio esistenti durante tutto il periodo dell'anno, con adeguati spazi per la somministrazione e intrattenimento della clientela. Entrambi i regolamenti prevedono che “In considerazione che le condizioni climatiche del territorio del comune di Soverato sono particolarmente favorevoli, tali da rendere possibile l'attività di somministrazione di alimenti e/o bevande nelle sale all'aperto e nelle zone all'aperto oltre il periodo strettamente estivo, si consente che dette attività di somministrazione vengano autorizzate in qualsiasi periodo dell'anno.”

I due regolamenti sono molto dettagliati e specificano chiaramente tutti i requisiti necessari per un area di somministrazione all'aperto, indicando anche la tipologia dei materiali consentiti. Non è quindi comprensibile la presa di posizione del Sindaco, se non per una mera questione di maggiori introiti per il Comune, infatti, con le concessioni temporanee il Comune incassa una tassa di occupazione quasi nove volte maggiore di quella annuale, significa, a titolo di esempio che per quattro mesi di occupazione l'esercente paga per 15 metri quadrati € 1.418,25 anziché € 495,00 per tutto l'anno. Nel caso specifico, uno dei locali indicati nell'articolo, “Il Cycas Café”, a seguito di verbale regolarmente pagato aveva presentato già dal mese di aprile richiesta di concessione annuale ma guarda caso, gli viene notificato il rigetto della domanda unitamente alla ordinanza di diffida, quando ormai mancano pochi giorni al temine per ottenere l'autorizzazione stagionale. Nel rigetto della domanda, che riporta delle motivazioni poco comprensibili, viene precisato che si rilasciano solo occupazioni stagionali da giugno a settembre.

Il Comune però, dopo pochissimi giorni, si smentisce, omettendo di diffidare allo sgombero un altro noto locale della zona, che pure era stato precedentemente verbalizzato e addirittura autorizzandolo all'occupazione temporanea con tavoli e sedie a partire già dal 12 maggio. In tale comportamento si ravvisa un grave abuso d'ufficio che lede gli interessi di alcuni altri richiedenti al quale è stata negata la medesima autorizzazione se non a partire dal primo giugno. Forse l'amministrazione comunale pensa che prima di giugno sia meglio non accogliere i turisti in tutti i locali ma solo in quelli da essa selezionati e autorizzati.

L'interesse del Comune per l'accoglienza dei turisti è anche dimostrato dallo stato in cui ancora versano le nostre spiagge, dove giacciono da mesi cumuli d'immondizia ancora da raccogliere, per non parlare della totale assenza di quei minimi ed essenziali servizi per il decoro dell'ambiente. In altre località turistiche Italiane, già dal mese di aprile sono pronti per accogliere i turisti al meglio.

Misteriosamente, con ordinanza del mese di maggio il Comune autorizza, su richiesta di un altro pubblico esercizio, la chiusura del tratto terminale di Via Chiarello nei giorni di Venerdì e Sabato sera per tutto il mese di maggio, la stessa via per il quale ha fatto altre due ordinanze di diffida e sgombero. Non c'è neanche da meravigliarsi che in passato il Comune abbia autorizzato occupazioni quinquennali in situazioni analoghe con installazione di vari dehors fissi tuttora esistenti. Le incongruenze non sono poche. Ci si chiede a questo punto se il Comune sia così impegnato nella difficile gestione della macchina amministrativa da non riuscire neanche a raccapezzarsi su cosa, come e per chi sia il caso di fare. E' evidente, come sovente succede in Calabria che la legge non è uguale per tutti, forse dipende da quale famiglia si appartiene o se si è amici di qualche persona influente.

Non è sicuramente intenzione degli esercenti posizionare tavoli e sedie in barba ai regolamenti senza garantire l'incolumità dei cittadini, ma di creare delle piacevoli aree ristoro per i turisti e i residenti, essendo messi in condizione di sostenere un costo equo per tutto l'anno. La situazione creatasi ormai ha raggiunto un limite insostenibile, per questo motivo, alcuni esercenti, stufi della situazione si stanno attivando per la tutela dei loro interessi nelle sedi più appropriate. Sarebbe ora che i responsabili di alcuni uffici Comunali imparino a lavorare in un regime di correttezza ed equità verso tutti i cittadini e che l'amministrazione si attivi per un vero piano pluriennale per lo sviluppo del turismo nella Città.

Giorgio Gatti

Titolare del “Cycas Café”

Soverato nelle prime posizioni fra gli operatori del digitale terrestre

Soverato nelle prime posizioni fra gli operatori del digitale terrestre - 1.0 su 5 basato su 1 voto

switchoffcalabriaROMA - E’ stata pubblicata, dal Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento Comunicazioni, la graduatoria definitiva (allegata qui di seguito) delle emittenti televisive locali che hanno ottenuto la licenza di operatore di rete per poter continuare a trasmettere i propri programmi in tecnica digitale terrestre in vista dell’imminente switch-off, che sarà avviato in Calabria dal 4 al 15 giugno prossimi. Ottimo posizionamento in graduatoria per il gruppo editoriale soveratese "Nova Sughereto", che ha ottenuto ben tre differenti operatori di rete in posizione utile, con le proprie emittenti anche in veste di capofila di intese, ovvero di raggruppamenti di emittenti locali distribuite in tutto il territorio regionale. La Nova Sughereto, editrice di "Soverato Uno TV", unico gestore in Calabria di tre differenti multiplex televisivi suddivisi nelle cinque province, è risultata altresì l’unica azienda televisiva del comprensorio Soverato/Chiaravalle autorizzata a proseguire i programmi nel nuovo sistema di trasmissione, le emittenti partecipanti al bando Calabria sono state 74, anche provenienti da Puglia e Sicilia tra cui i colossi "Telenorba" e "Antenna Sicilia"; solo 41 le emittenti “promosse” comprese tra la prima posizione e la numero 18, mentre dalla posizione 19 alla 37 vi sono le 33 emittenti “bocciate” che a giorni dovranno cessare le trasmissioni in alta frequenza. Due emittenti, infine, sono state escluse per illegittimità. Nella nostra regione vi saranno quindi 41 emittenti che svolgeranno l’attività di operatore di rete, ovvero gestori delle frequenze in concessione e degli impianti di alta frequenza e contemporaneamente saranno editrici dei contenuti, ovvero delle nuove emittenti, in media cinque per multiplex, che saranno trasmesse contemporaneamente sulla stessa frequenza. La nuova piattaforma digitale significherà quindi nuovi programmi, più pluralità, migliore qualità e meno inquinamento grazie ai consumi più contenuti degli impianti trasmettitori. Da Soverato quindi partiranno, per tutta la regione, tre multiplex digitali in cui saranno veicolate ben dieci emittenti televisive e due emittenti radiofoniche ricevibili con qualità digitale sia con il decoder televisivo che attraverso la normale rete FM. Notevole quindi la capacità trasmissiva messa in onda da Soverato che fanno della città ionica una piccola “capitale” regionale dell’informazione.

La Redazione

 

 

Beach Volley: la disinformazione di Antonio D’Amato

Beach Volley: la disinformazione di Antonio D’Amato - 3.0 su 5 basato su 2 voti

taverniti SOVERATO - Pronta risposta del sindaco Taverniti alle considerazioni inviata stamane in redazione dal consigliere di minoranza e capogruppo di "Amo Soverato", Antonio D'Amato. Ecco il testo integrale:

Scrive il consigliere D'Amato: "Il Sindaco e l'Assessore in Consiglio riferivano che il ritardo era dovuto ad un chiarimento su alcune richieste avanzate dalla GSS Sport e che il 21 Maggio avrebbero sollecitato alla stessa società e, comunque, confermavano la disponibilità ad accogliere la richiesta. Ma dalla Deliberazione n. 77 del 24.5.2012 alla quale è allegata lettera di sollecito della GSS Sport del 16.5.2012 non risulta alcuna modifica alle richieste della Società".

Non risulta che il consigliere D'Amato sia mai venuto in Comune per chiedere chiarimenti in genere sulla questione. Se l'avesse fatto avrebbe evitato di incorrere nello svarione in cui è incorso. Fa bene a porsi talune domande, spero solo che riesca a darsi delle risposte fondate e pertinenti. Ma...

Il Sindaco

Ing. Leonardo Taverniti

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa