Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Stasera a Soverato convegno di "Calabriafutura" con tanti ospiti

locandina convegno Calabriafutura 20 agosto 2013SOVERATO - Il Sud come risorsa in un'ottica di solidarietà e sussidiarietà: questo il tema dell'incontro che si terrà stasera all'Anfiteatro del Lungomare di Soverato con inizio alle 20,30 e che avrà come protagonisti studiosi, esponenti del mondo della politica, della Chiesa, delle Istituzioni, della Società e delle professioni.
Dopo i saluti del Commissario Prefettizio al Comune di Soverato, Dott.ssa Maria Virginia Rizzo, il Dott. Ilario Lazzaro (Presidente dell'Ass.ne CalabriaFutura) introdurrà i lavori.
A seguire prenderà la parola Mons. Giancarlo Maria Bregantini (Presidente Commissione Lavoro CEI), che effettuerà delle riflessioni sul tema.
Una serie di confronti vedrà protagonisti: l'On. Francesco Talarico (Presidente del Consiglio Regionale della Calabria); il Dott. Antonio Reppucci (già Prefetto di Catanzaro); la Dott.ssa Wanda Ferro (Commissario Straordinario della Provincia di Catanzaro); il Prof. Antonio Viscomi (Ordinario di Diritto del Lavoro presso l'Università "Magna Graecia" di Catanzaro); la Dott.ssa Luisa Zappone (Direttore Banca d'Italia Filiale di Catanzaro); l'Ing. Giuseppe Speziali (Presidente Confindustria Calabria).
Le conclusioni saranno affidate all'On. Giuseppe Scopelliti (Presidente della Giunta Regionale della Calabria).
I lavori saranno moderati dal Dott. Pietro Melia, Giornalista.
"Ci prefiggiamo l'obiettivo - dice il Presidente di CalabriaFutura - di stimolare una riflessione sul "che fare", tutti assieme, perché ciascuno di noi possa dare il proprio contributo affinché si esca dalla difficile situazione in cui ci troviamo."

Il centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto è stato distrutto

cie crotone isola capo rizzutoISOLA CAPO RIZZUTO - I fatti risalgono al 10 agosto ma la notizia è trapelata solo oggi. La Prefettura di Crotone è stata costretta a chiudere il Centro di Identificazione ed Espulsione di Isola Capo Rizzuto in seguito ad una rivolta degli immigrati ospitati. A scatenare la rivolta la morte, avvenuta a causa di un malore, di un immigrato marocchino. Dopo la morte di quest'ultimo i 51 immigrati rimasti nel centro hanno dato vita ad una rivolta distruggendo arredi e attrezzature del centro fino a praticare dei grossi fori nei muri del centro. Dopo che il personale della Prefettura è riuscito a placare la protesta gli immigrati ospitati sono stati trasferiti in altre sedi ed il centro è stato chiuso. Per accertare le cause della morte del marocchino è stata eseguita un'autopsia che ha certificato che l'umo soffrisse di una cardiopatia. Il centro è stato più volte al centro di polemiche per le condizioni in cui erano costretti gli immigrati ospitati.

 

Ancora un incidente sulla statale 106: due morti (VIDEO)

incidente saliteSALINE JONICHE - Una scena impressionante quella che si è presentata agli occhi dei soccorritori oggi, intorno alle 10,40, sulla statale 106 nei pressi di Saline Joniche. A scontrarsi frontalmente un'Alfa 146 ed un motocarro tipo Ape. A bordo del motocarro Giovanni Bevilacqua di 73 anni che decedeva sul colpo nonostante l'arrivo sul posto di un'unità di rianimazione. Al suo fianco Bevilacqua Fiorella, classe '77, deceduta poche ore dopo essere stata trasportata in elisoccorso presso gli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Nell'impatto violentissimo il motocarro è stato in pratica spezzato in due non lasciando scampo ai passeggeri. I mezzi coinvolti nell'incidente sono stati posti entrambi sotto sequestro. Il tratto di statale 106 interessato dall'incidente è stato regimentato con il senso unico alternato ed è stato interessato da traffico intenso per molte ore. La Statale 106 si conferma "Strada della Morte" anche in questa fine della stagione estiva 2013. (foto  e video di mnews.it che rigraziamo)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa