Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

La Festa della Musica SONA in Treno

musica sonaE’ partita alle 13.30 da Diamante (CS) la prima carrozza invasa dai musicisti di Calabria Sona, gli altri partiti da Crotone alle 14.40, un percorso di suoni, musica, canti, balli e tutti sono arrivati a Reggio Calabria. 40 stazioni oltre 30 musicisti per un’invasione di musica dal Tirreno alla Costa Jonica!
Nella Stazione centrale di Reggio Calabria la Festa della Musica, più suggestiva e seguita della nostra Calabria, è sfociata in una jam-session di tutti gli artisti. “Siamo contenti di aver realizzato un progetto inserito nelle "note particolari" del MiBACT e di aver incontrato tanta gente che in un luogo, non luogo, come quello dei treni ci ha regalato sorrisi ed è stata coinvolta in un vortice di emozioni attraverso quello che sappiamo fare, musica!” – sono le parole del Direttore Generale di Calabria Sona Giuseppe Marasco che ha dato vita a questa incredibile scommessa per la Festa Europea della Musica.
La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare! Inno alla gioia, questo il titolo della giornata dedicata alla Musica, e la grande famiglia di Calabria Sona ci ha creduto e ha dato vita ad un flash-mob veramente particolare e in linea con ciò che la giornata rappresenta, un live itinerante per festeggiare insieme questo grande giorno!
Un linguaggio universale che merita di essere festeggiato, e l’idea di unire la Calabria partendo dal binario di Diamante nel Tirreno, attraversando la fascia Jonica su Crotone, approdando a Reggio Calabria attraverso il mezzo di trasporto che potrebbe segnare una chiave di svolta nei collegamenti regionali è intuitivo e degno di nota. Uno spettacolo nello spettacolo, attraversando i nostri luoghi che sono la perfetta scenografia alla nostra Musica.
Il Treno, un luogo “inusuale”, un luogo frequentato da ogni tipo di persona, che porta ciascuno verso il suo destino umano, conoscitivo, il treno un luogo di incontri, e speranze, è qui che Calabria Sona, ormai il più grande Circuito di musica Made in Calabria, ha scelto di inondare di note e allegria, creando la Festa musicale nella consapevolezza che la musica unisce e non divide. Sui treni gli incontri sono molteplici, pendolari, turisti, ma anche immigrati e tanti giovani ai quali il grande circuito si rivolge in modo particolare. La mission del circuito è sempre alta e ha sempre unito messaggi sociali alla promozione degli artisti e dei festival “made in Calabria”. Calabria Sona era presente invitata e citata come "note particolari" del MIBACT con l'iniziativa: "in Calabria la FESTA della Musica SONA in Treno" e questo inorgoglisce gli organizzatori e tutto lo staff. Una contemporanea europea che ha visto Calabria Sona protagonista e al centro delle iniziative europee, con l’intento di dare un segnale forte: Unire la Calabria attraverso il treno e la musica. L’evento è stato organizzato da Calabria Sona - TRENITALIA - AIPFM – MIBACT. Grazie a tutti gli artisti coinvolti, ecco alcuni nomi: Fulvio Cama – Antonio Grosso – Le muse del mediterraneo – Tarantella No Stop – Ciccio Nucera – Behike Moro – Massimo Ferrante – Carmine Sangineto – Nino Stellitano e Kalavrìa – TimpRuss – Accademia Progetto Teatro – Valentina Balistreri..

Caulonia, un anno di Amministrazione Comunale

foto Caulonia 1Dodici mesi di lavoro intensi, di confronto continuo con i cittadini, le istituzioni provinciali e regionali, le realtà associative e del terzo settore. Il bilancio di un anno di Amministrazione comunale è stato presentato ieri sera sul lungomare a Caulonia Marina, davanti a una folta platea di cittadini. «È stata questa la base del nostro lavoro in questo primo anno di mandato – ha spiegato il sindaco Caterina Belcastro - per iniziare da subito a concretizzare gli impegni presi in campagna elettorale. Il nostro è stato un lavoro di squadra e la collaborazione, insieme alle sinergie istituzionali, è necessaria per portare avanti politiche integrate, coerenti ed efficaci».

AMBIENTE E SANITA’ Tra le priorità della nostra agenda politica c’è quella di risolvere definitivamente il problema dell’approvvigionamento idrico, per il quale si è già ottenuto un finanziamento per completare l’acquedotto comunale. Si è intervenuti nel limitare i danni della frana in località Maietta attraverso un’opera di canalizzazione delle acque, mettendo in sicurezza il sito e programmato l’intervento di consolidamento della rupe. Abbiamo ripreso, vista la confermata disponibilità economica dell’Asp di Reggio (circa 700 mila euro), l’iter burocratico che porterà all’inizio dei lavori per il recupero dell’ex Poliambulatorio. Abbiamo puntato a valorizzare il centro storico inaugurando il Paese Albergo, che a Caulonia può già contare su una disponibilità di 35 posti letto, anche in questo caso con la concreta possibilità di creare sviluppo economico-sociale, e di cui a breve sarà pubblicato il bando per la gestione. E poi le frazioni, per molto, troppo tempo abbandonate. L’istituzione di un pulmino per i bambini di Campoli e gli interventi a Campoli e a Ursini rappresentano soltanto una parte degli obiettivi che ci siamo prefissati per le nostre borgate, su cui abbiamo progettato e concentrato opere.

OPERE PUBBLICHE Tanti i progetti cantierati e cospicui i finanziamenti ottenuti per interventi importanti e strategici. L’Amministrazione comunale ha approvato il programma triennale delle opere pubbliche 2018-2020 per un totale di oltre 7 milioni di euro, finanziati con fondi della Regione Calabria e della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Opere pubbliche importanti e strategiche che cambieranno il volto dell’intero territorio cauloniese.

CULTURA E SPETTACOLI A Natale l’esperimento del Christmas Village in piazza Bottari e dei Mercatini con l’esposizione dei prodotti dell’artigianato e dei prodotti e dolci tipici nonché la Mostra dei Presepi ha trovato il coinvolgimento degli istituti scolastici, delle associazioni e dei privati, con l’obiettivo di far conoscere le tipicità, le bellezze, le risorse e i gioielli del nostro centro storico. Dopo l’inaugurazione dell’auditorium “Casa della Pace Angelo Frammartino” abbiamo puntato ad offrire momenti di alto valore culturale con la programmazione stagionale di musica e spettacoli (Kaulonia Music Festival), favorendo, altresì, lo scambio culturale tra le diverse realtà giovanili. Per il Kaulonia Tarantella Festival (anche invernale) siamo riusciti ad ottenere un finanziamento regionale triennale in grado di garantire continuità e stabilità alla kermesse, grazie anche al contributo della Città Metropolitana.

SPORT, SCUOLA E TEMPO LIBERO Dopo quasi 4 anni e con un notevole sforzo economico, siamo riusciti ad ottenere l’omologazione per il nuovo campo sportivo di contrada Vasì, ultimando il restyling del nuovo parco giochi di Caulonia Marina, con attrezzature nuove e soprattutto a norma. Capitolo scuola: si è lavorato alla manutenzione alla messa in sicurezza di tutti gli istituti scolastici dislocati sul territorio, avviando con essi una collaborazione proficua sulle iniziative riconosciute di interesse culturale e pedagogico.

Tutti abbiamo messo a disposizione del paese il nostro impegno – ha rimarcato il primo cittadino - il nostro entusiasmo ma soprattutto la convinzione che Caulonia debba guardare avanti. È la sfida che ci siamo posti da qui a quattro anni e stiamo costruendo le fondamenta per dare a Caulonia il futuro che merita».

Sanita': per la prima volta in Calabria procedura "Shockwave"

Foto EquipeL’intervento non ha precedenti in Calabria ed è il secondo ad essere stato effettuato in Italia. A riceverlo, un paziente portatore di stent coronarico che a causa di formazioni calcifiche nel vaso, era sottoespanso e aveva perduto la sua corretta geometria, compromettendo così il regolare flusso del sangue.
Lo “Shockwave” (questo il nome della procedura, ndr) – spiega il dottor Gaetano Morabito, emodinamista dell’équipe diretta dal dottor Bindo Missiroli – è una metodica innovativa che sfrutta delle onde d’urto simili a quelle utilizzate per il trattamento dei calcoli renali. Si tratta in particolare di un palloncino, che introdotto per via percutanea in coronaria viene gonfiato a basse atmosfere e che, opportunamente collegato a una macchina, invia degli elettroimpulsi in cicli da dieci secondi ciascuno che sono in grado di frantumare il calcio presente sulle pareti del vaso. Lo Shockwave – aggiunge Morabito – è stato introdotto in Italia da alcuni mesi ed è stato utilizzato già una decina di volte in modalità coronarica. Nell’intervento eseguito al S. Anna, però, non si trattava di favorire l’impianto di uno stent ma di restituire funzionalità a uno stent, impiantato precedentemente in un’altra struttura, che la formazione calcifica aveva compromesso. Siamo quindi molto soddisfatti – conclude Morabito – perché la procedura è perfettamente riuscita e il paziente è stato dimesso dopo quarantotto ore >>.
L’intervento di Shockwave è stato eseguito lo scorso 19 giugno nell’ambito della seconda giornata dedicata al “Rotablator” (altra metodica per il trattamento delle placche di calcio) cui hanno partecipato, oltre ai medici del S. Anna, sanitari provenienti dalla Basilicata e dalla Sicilia.
Le due metodiche – spiega ancora Morabito – hanno in comune l’ambito di applicazione ma non sono alternative tra loro. Cambia piuttosto l’indicazione. Nel nostro caso, l’utilizzo del Rotablator era sconsigliato dalla presenza dello stent. Di contro, una riduzione importante del lume della coronaria a causa delle placche calcifiche renderebbe impossibile il passaggio del palloncino che caratterizza lo Shockwave. Ecco perché è importante poter disporre di tutte le opzioni possibili ed è quello che da sempre al S. Anna siamo impegnati a garantire ai nostri pazienti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa