Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Riunione operativa per rilanciare l’attività dell’Osservatorio Permanente dei trasporti della Provincia di Catanzaro

Riunione OsservatorioCATANZARO –  Rilanciare l’attività dell’Osservatorio Permanente dei trasporti provinciale, nato con l’intento di monitorare le criticità del settore e avanzare proposte di correzione e di adeguamento del servizio. E’ questo il principale obiettivo della riunione dell’organismo istituito dal presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, proprio per dare l’opportunità a quanti sono interessati a fornire un contributo fattivo alla risoluzione di problemi di un settore strategico. L’incontro, presieduto da Bruno, si è tenuto nei giorni scorsi nella Sala Giunta di Palazzo di Vetro a Catanzaro. Tra le finalità dell’Osservatorio, una forte interlocuzione con i soggetti protagonisti della ridefinizione settore in un quadro d’insieme regionale, nell’interesse del diritto alla mobilità dei calabresi.
Ricordiamo che l’organismo è composto da rappresentanti istituzionali, sindacali e dal mondo le associazioni che si occupano di mobilità e trasporti sul territorio: Michela Avenoso, Pino Soriero, Antonino Renda, Aldo Cristiano, Giovanni Lamanna, Sandro Benincasa, Giovanni Panaia, Roberto Galati, Aurelio Tuccio, Francesco Lazzaro, Michela Avenoso, Maria Marino, Andrea Sinopoli e Andrea Falvo.
Il presidente Bruno ha voluto l’istituzione dell’Osservatorio permanente dei Trasporti proprio per dare l’opportunità a quanti sono interessati di fornire un contributo fattivo alla risoluzione di problemi di un settore strategico che, del resto, rientra tra le funzioni attribuite alle Province dalla legge di riforma degli Enti Locali, la cosiddetta Delrio.
L’azione programmatica dell’Osservatorio parte proprio dall’intento di riempire di contenuti una delega che di fatto la Provincia non riesce ad esercitare: la riunione, infatti, ha fornito l’occasione per stigmatizzare l’atteggiamento della Regione Calabria che nei giorni scorsi ha convocato un incontro per discutere del sistema dei trasporti dell’area urbana di Catanzaro, alla presenza del sindaco e dei consiglieri regionali della città, ma senza coinvolgere l’Ente intermedio titolare della competenza di questo settore.
L’attività dell’Osservatorio Permanente dei trasporti provinciale, quindi, riparte da qui: riempire di contenuti la delega assegnata per legge alla Provincia, che detiene professionalità e competenze per esercitare al meglio una funzione fondamentale per favorire un sistema dei trasporti dignitoso.
L’Osservatorio, che vuole configurarsi anche come un vivace laboratorio di idee, e dalla prossima riunione registrerà anche la presenza dei consiglieri provinciali Ciccio Severino, delegato alla Viabilità e Rosario Lostumbo componente dell’Osservatorio dei trasporti regionale, si aprirà anche a contributi esterni per realizzare iniziative volte a mobilitare l’opinione pubblica e gli enti preposti al funzionamento del settore, a partire da una riflessione sugli investimenti nazionali sulla linea ferrata jonica e sul sistema dei trasporti intermodali relativo all’aeroporto di Lamezia. L’organismo tornerà a riunirsi a breve per mettere a punto le prossime iniziative di rilancio.

Chiaravalle Centrale, reddito di inclusione: dal 1 dicembre domande in Comune

SantoroBrunoIl consigliere comunale con delega alle politiche sociali, Bruno Santoro, informa che, dal prossimo 1 dicembre, si potrà fare domanda anche presso gli uffici della sede municipale di Chiaravalle Centrale per il Reddito di inclusione (Rei), la “misura di contrasto alla povertà” voluta dal governo. Il beneficio in denaro parte da un minimo di 187 euro per una sola persona fino al massimo di 485 euro mensili (per la precisione 5.824,80 euro l'anno) per famiglie composte da 5 o più persone. E' destinato, tra gli altri, alle famiglie con figli minori, disabili, donne in gravidanza a 4 mesi dal parto e over 55 disoccupati. Il reddito di inclusione “prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l'inclusione attiva (Sia) percepite”. La misura sarà attiva dal 1 gennaio 2018. Potranno fare domanda i nuclei familiari con Isee inferiore ai 6.000 euro, aventi un valore del patrimonio immobiliare diverso dalla casa di abitazione non superiore a 20.000 euro e un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro. La soglia può salire di 2.000 euro per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino a un massimo di 10.000 euro. La domanda andrà presentata in Comune e l'ente trasferirà la documentazione all'Inps entro 15 giorni. L'istituto di previdenza, poi, verificherà i requisiti entro 5 giorni. Potranno chiedere il Reddito di inclusione anche i cittadini dell'Unione europea o gli extracomunitari con permesso di lungo soggiorno purché risiedano in Italia in via continuativa da almeno 2 anni al momento di presentazione della domanda.

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, iniziativa della Commissione pari opportunità provinciale

Locandina MalamoreCATANZARO – “La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite che ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica in quel giorno. Ormai centinaia di iniziative in tutta Italia vengono organizzate in occasione del 25 novembre per dire no alla violenza di genere in tutte le sue forme. In occasione della ‘Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne’, la Provincia di Catanzaro - che ha adottato fra le proprie finalità il contrasto alle violenze di genere - promuove e patrocina sul tema una serie di iniziative nel territorio”. E’ quanto afferma il presidente della Commissione Pari opportunità della Provincia, Angela Robbe, che preannuncia l’iniziativa in calendario per sabato 25 novembre alle ore 16.30 nella Casa delle Culture “Calderazzo” della Provincia di Catanzaro. Nel corso dell’iniziativa, dopo l’introduzione del presidente della Provincia, Enzo Bruno, e la relazione della presidente della Commissione Robbe, sarà presentato il libro di Anna Macrì “Malamore – Quando il male marchia il ventre delle donne”. Ne discutono con l’autrice la giornalista Terri Boemi e la segretaria regionale Sunas Calabria, Amalia Talarico. Le conclusioni sono affidate al prefetto di Catanzaro, sua eccellenza Luisa Latella. Nel corso dell’iniziativa alcuni brani del libro saranno letti dall’attrice Romina Mazza. “Si tratta di eventi finalizzati ad azioni di prevenzione e sensibilizzazione, realizzati da soggetti e associazioni storicamente impegnate sul tema e da soggetti impegnati nel sociale che decidano di dedicare spazio al tema – afferma ancora la presidente Robbe -. La scelta è di sostenere e promuovere tutte le voci che dicono no alla violenza perchè insieme possiamo sconfiggerla”

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa