Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

I Bronzi di Riace ancora senza casa

I Bronzi di Riace ancora senza casa - 5.0 su 5 basato su 1 voto

bronzi di riaceREGGIO CALABRIA - A distanza di oltre tre anni dal loro trasferimento a causa dei lavori di restyling cui é stato sottoposto il Museo nazionale archeologico di Reggio Calabria, i Bronzi di Riace non sono ancora tornati a casa. Le due statue sono tuttora adagiate sui loro 'lettini' in una sala tecnologicamente allestita di Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria, in attesa che l'edificio piacentiniano che li ha ospitati negli ultimi decenni sia messo nelle condizioni di poterli accogliere di nuovo. E tutto questo tra lo stupore dei tanti turisti e appassionati che si recano a fare loro visita (se ne calcolano 100 mila l'anno nell'ultimo triennio). Potrebbero essere ultimati anche entro la fine dell'anno o per i primi mesi del prossimo i lavori di allestimento delle sale e di completamento degli impianti tecnologici del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria che dovranno riospitare i Bronzi. "Ormai il processo si è avviato - dice all'ANSA Simonetta Bonomi, soprintendente archeologico della Calabria - ed è un fatto la pubblicazione del bando di gara sulla Gazzetta ufficiale e su alcune testate nazionali. Le opere di restauro si sono ormai concluse dal 2011 e, in questa fase, le statue sono oggetto solo di alcuni sporadici controlli. E' brutto, lo so, vederli in orizzontale, ma non possiamo rimetterli in piedi se non nella loro collocazione definitiva, che sarà quella della sala filtro del museo. A Palazzo Campanella però i Bronzi godono di condizioni ottimali e di un microclima in grado di preservarli da qualsiasi problema". (ANSA)

"Potere e Denaro" il 5 aprile a cura della Libera Università Terza Età

locandina conferenza vittorio Bonacci modalità compatibilitàSOVERATO - Si svolgerà il prossimo 5 aprile alle ore 18, presso l'Istituto Alberghiero di Soverato la conferenza dal titolo "Potere e denaro". La manifestazione rientra nel programma del diciottesimo anno accademico della Libera Università della Terza Età e del Tempo Libero "Magno Aurelio Cassiodoro", con il patrocinio del Lions Soverato. La conferenza sarà tenuta dal Dott.Vittorio Bonacci.

La Redazione

"Il pane di Giuda" è andato in scena a San Sostene (Foto e Video)

"Il pane di Giuda" è andato in scena a San Sostene (Foto e Video) - 4.3 su 5 basato su 3 voti

ilpanedigiuda33SAN SOSTENE - Nel palcoscenico naturale antistante la chiesa di Santa Maria del Monte in San Sostene Superiore, è andato in scena, sabato 30 marzo, "Il Pane di Giuda", opera scritta da Ulderico Nisticò e messa in scena dalla Compagnia dei Sognattori e dalla Pro Loco di San Sostene. Un evento che è riuscito a coinvolgere tutto il paese, sia la frazione marina, che il borgo collinare, con una partecipazione attiva di tutta la popolazione. Una soddisfazione doppia per gli organizzatori, l'aver da un lato regalato una serata di alto contenuto culturale, e dall'altro reso la stessa una occasione di partecipazione e socialità per i residenti. L'intero apparato "spettacolare", dalle luci all'audio, alle scenografie, è stato realizzato "in house" con la collaborazione della manovalanza cittadina. Questo spettacolo ha poi valorizzato una parte delpaese, la piazza Pignatelli e la chiesa di Santa Maria del Monte, forse ancora poco conosciuta ai più. Una nuova sinergia è nata a San Sostene e, visti i risultati, pensiamo che non tarderà a produrre nuovi "regali" per il comprensorio. Qui di seguito una breve foto-gallery della serata, e una Video-gallery gentilmente concessa da Nicola Grenci che ringraziamo.

La Redazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa