Sorpreso in auto con la droga. Arrestato giovane di Fabrizia.
Menu

Sorpreso in auto con la droga. Arrestato giovane di Fabrizia.

CHIARAVALLE CENTRALE- Brillante operazione dei carabinieri della locale stazione, comandata dal luogotenente Alfredo Anselmo, finalizzata a reprimere i reati contro il traffico e lo smercio di sostanze stupefacenti. Un fenomeno, quello dello spaccio, sempre in crescendo e, per questa ragione i militari dell'Arma, che hanno agito sotto le direttive del sottotenente Francesco Gammone (comandate facente funzioni della Compagnia di Soverato), hanno deciso di non dare alcuna tregua agli spacciatori. Così giovedì sera, in contrada Litroma, posta sul confine dei Comuni tra Chiaravalle Centrale e Cardinale, è stato tratto in arresto in quanto colto in flagranza di reato, A. F., 21 anni, residente a Fabrizia comune del Vibonese, incensurato celibe, imprenditore boschivo.Il giovane, secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine, aveva al seguito 424 grammi di marijuana, detenuta - sempre secondo i carabinieri - ai fini dello spaccio. Gli accertamenti in corso dovranno ora chiarire se si tratta di un semplice corriere, oppure il giovane di Fabrizia ha pure coltivato l'erba. In questa direzione l'attività investigativa è piuttosto intensa nell'area del Basso Jonio e delle Preserre.Nello specifico, sempre secondo la ricostruzione ufficiale dei fatti, i carabinieri avevano messo in atto appostamenti ed intercettazioni ambientali per venire a capo del traffico illegale di marijuana che andava ad implementare il mercato clandestino. Nell'autovettura fermata al posto di blocco, lungo la strada statale che collega il centro delle Preserre con il paese del Vibonese, i militari dell'Arma hanno rinvenuto quattro buste in cellophane tutte sottovuoto, con dentro 97, 92, 105 e 130 grammi di stupefacente. La droga è stata posta sotto sequestro. Le buste erano state ben nascoste nel vano portabagagli.Dell'aspetto giudiziario dell'operazione antidroga si è occupata la dottoressa Emanuela Costa, sostituto della Procura della Repubblica di Catanzaro. Ieri il giovane di Fabrizia è quindi comparso in Tribunale davanti al giudice Antonio Battaglia, (pubblico ministero Anna Maria Taverna). Il magistrato ha convalidato l'arresto e rimesso il libertà il ventunenne. Il difensore di fiducia, Sonia Mirarchi, ha chiesto ed ottenuto i termini a difesa. Per questo la data del processo è stata fissata per il prossimo 18 ottobre, sempre al Tribunale di Catanzaro. Dicevamo del continuo monitoraggio e del controllo del territorio da parte dei carabinieri delle rispettive stazioni che hanno predisposto un accurato servizio finalizzato alla repressione di traffici illeciti di sostanze stupefacenti e psicotrope. Stato di attenzione che rimane alto su tutto il comprensorio, anche perché le indagini dovranno chiarire ancora alcuni punti oscuri dell'operazione. Su questo aspetto, per ovvie ragioni investigative e per non inficiare quanto fino ad ora scoperto, gli stessi carabinieri hanno inteso mantenere l'assoluto riserbo sugli accertamenti in corso che riguardano questo delicato aspetto di una indagine che promette di portare presto nuovi risultati.
 
 
Vincenzo Iozzo (fonte:Gazzetta del Sud)
Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa