Cronaca Soverato
Menu

Cronaca Soverato

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Lamezia Terme, busta con proiettile a candidato M5s; D’Ippolito: “Non mi fermeranno”

movimento cinque stelle“Il centro meccanografico postale di Lamezia Terme ha intercettato una busta contenente un proiettile a pallettoni avvolto in un facsimile di scheda elettorale di Giuseppe d’Ippolito, candidato M5s alla Camera nel collegio uninominale di Catanzaro”. A renderlo noto, una nota stampa di D’Ippolito, avvocato e docente universitario. “All’interno della busta – si legge – indirizzata al candidato 5stelle, è stato ritrovato anche un messaggio intimidatorio: ‘mo’ vidi mo a funisci’, ‘ora vedi di smetterla’. “D’Ippolito mercoledì mattina è stato informato del fatto dai carabinieri di Lamezia Terme, i quali l’hanno convocato di proposito. Per la vittima è stata disposta una tutela per la propria abitazione e per lo studio legale di cui è titolare, siti a Lamezia Terme, comune di recente commissariato per infiltrazioni mafiose”. “Al candidato 5stelle – continua nota – è stato anticipato che verrà proposta alla Prefettura di Catanzaro l’ulteriore misura della tutela personale. Nella sua campagna elettorale, centrata sulle infiltrazioni della politica da parte della ‘ndrangheta e sul pericolo d’inquinamento mafioso delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo, D’Ippolito aveva più volte parlato della vicenda dello scioglimento di Lamezia Terme e del ruolo politico, a riguardo, del centrodestra, lì vincitore delle ultime amministrative nel giugno 2015”. “Non mi lascerò fermare – commenta D’Ippolito – da simili, vigliacchi tentativi di cucirmi la bocca e dall’imbarbarimento della politica che sta caratterizzando questa campagna elettorale”.

Stile e bellezza nel Gerace Fashion Day

Locandina Gerace Fashion DayLa moda, l'arte e la cultura insieme in un nuovo progetto per la valorizzazione delle bellezze architettoniche della Calabria. È il Gerace Fashion Day che si terrà domenica prossima 25 febbraio alle 18.30, nella chiesa sconsacrata di San Francesco D'Assisi nel borgo medievale della locride. Il progetto nasce da un'idea della Delfino Blu con l'obiettivo di valorizzare il concetto di bellezza dalla moda degli stilisti reggini e messinesi e l'imprenditoria del settore operante nella Locride, al fascino del nostro territorio calabrese ricco di arte, cultura e storia. La sfilata, con la direzione artistica di Mario Vitolo e il management di Valeria Pellegrino, vedrà in passerella le modelle più belle provenienti dalla Calabria e dalla Sicilia. Ma ci sarà anche la musica, con una rappresentanza della banda Città Metropolitana di Reggio Calabria, grazie alla disponibilità del suo presidente, Giacomo Oliva, che farà ascoltare alcuni brani in vista del concerto del 14 marzo. Anche i musicisti contribuiranno allo spettacolo di moda con le rinomate e storiche divise del regno borbonico.

Ponte Allaro, l'Anas fa il punto. Belcastro: "Sia rispettato il cronoprogramma"

IMG 2398Si tenuta stamane, nella sala consiliare del Comune di Caulonia, una conferenza stampa per fare il punto della situazione dei lavori del Ponte Allaro, lungo la statale 106. Ad illustrare ai cronisti i dettagli del progetto di ricostruzione sono stati il responsabile del coordinamento territoriale Anas Calabria ing. Giuseppe Ferrara e il responsabile unico del procedimento ing. Antonella Di Vece. Presenti il sindaco Caterina Belcastro, il vicesindaco Domenico Campisi, l’assessore comunale Mariagrazia Dimasi, il presidente del Consiglio Comunale Caterina Panetta e il presidente dell’Associazione dei Sindaci della Locride Franco Candia. Come ha evidenziato Ferrara «Siamo già in fase di gara per la seconda fase di interventi che prevede la realizzazione delle pile e dell’impalcato del nuovo ponte. Contiamo di avere l’aggiudicazione di questi lavori tra giugno e luglio, quindi iniziare i lavori veri e propri dopo l’estate, in modo da completare il tutto in 6 mesi come avevamo promesso». Per il presidente di Assocomuni Franco Candia «Non si tratta di un’infrastruttura che ha percorsi alternativi. Il disagio è consistente e non si può perdere tempo». Sollecitato dal vicesindaco Campisi, l’ingegnere Di Vece ha osservato come «si è in attesa di alcune autorizzazioni per poter lavorare nell’alveo e procedere alla sistemazione anche dell’argine in località Focà». «Mi auguro che si metta presto la parola fine ad una situazione che ci trasciniamo da anni e che provoca notevoli disagi ai cittadini di un intero comprensorio - ha rimarcato il primo cittadino Belcastro - Mi batterò affinchè venga rispettato il cronoprogramma».

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa