2 Giugno, Rossi: "Celebriamo la Repubblica ritrovando l’unità. Non è più tempo di vivere alla giornata"
Menu

2 Giugno, Rossi: "Celebriamo la Repubblica ritrovando l’unità. Non è più tempo di vivere alla giornata"

Rossi Bertolone“In questa giornata così evocativa e significativa, il mio pensiero va a chi ha lottato per la nostra meravigliosa Repubblica. A chi lo ha fatto, e continua a farlo, portando una divisa e a chi lo ha fatto, e continua a farlo, con il proprio lavoro, con il proprio impegno quotidiano al servizio del Paese”. Con queste parole Daniele Rossi, presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, ha salutato il 72° anniversario della Repubblica Italiana nel corso della cerimonia tenutasi al Parco della Biodiversità Mediterranea di Catanzaro.

“La conquista della libertà e l’istituzione della Repubblica – ha spiegato Rossi – va solennemente celebrata nel nome di comuni valori di libertà, giustizia ed eguaglianza, lavorando tutti insieme per far sì che si possa riprendere un percorso unico e condiviso tra il mondo della politica, il mondo istituzionale e quello economico. Nelle ultime settimane – ha aggiunto Rossi – abbiamo assistito ad uno spiacevole e deprecabile dramma politico ed istituzionale risolto solo ieri col giuramento del governo Conte. E abbiamo visto come i mercati abbiano reagito, positivamente o negativamente, ad ogni dichiarazione, ad ogni colpo di scena, ad ogni scelta. Tutto ciò perché l’economia, soprattutto nell’era del digitale e della comunicazione immediata, è saldamente legata alle dinamiche politiche ed istituzionale di tutti i Paesi e ancor più di un Paese come l’Italia che, nonostante incoraggianti segnali di ripresa, non può ancora dichiararsi fuori dalla crisi economica che ci ha profondamente colpiti. Per questo è necessario quel percorso condiviso, per far sì che, al di là del colore politico di un governo, ci sia sempre e comunque un serio progetto in grado di abbracciare tutte le forze economiche, politiche ed istituzionale del nostro Paese”.

“Non solo. Ieri ho riletto le bellissime e al tempo stesso fortissime parole che Mons. Vincenzo Bertolone ha pronunciato nel corso del suo intervento per la solennità del Corpus Domini – ha aggiunto il presidente della CCIAA di Catanzaro – L’arcivescovo ha ricordato quanto sia poco valorizzato il patrimonio culturale e paesaggistico di Catanzaro, ha parlato della dispersione dell’acqua immessa nelle nostre condotte, della qualità dell’aria e dei tanti problemi sociali, politici, economici, culturali, religiosi, che ci accompagnano. È stato un durissimo monito – ha sottolineato Rossi – un richiamo che tutti, dalle istituzioni, alla classe politica, ai cittadini, abbiamo il dovere di ascoltare. Perché è necessario cambiare, è necessario progettare. Non è più tempo di vivere alla giornata. E voglio prendere ancora una volta in prestito le parole di Mons. Bertolone: svegliati e alzati, Catanzaro”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa