Logo
Stampa questa pagina

Affidata alla ASD Calabria Swim Race la gestione provvisoria della Piscina comunale di Isca sullo Ionio

Piscina 1ISCA SULLO JONIO – Affidata la gestione provvisoria della Piscina comunale del Comune di Isca Sullo Ionio fino al prossimo 30 giugno. Una scelta, quella dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Mirarchi, di grande importanza per il comprensorio che garantirà il servizio ai tanti amanti di questo sport che avranno un punto di riferimento nel complesso natatorio sito in località Lenze. Grazie all’importante lavoro svolto dagli uffici in tempi record, gli sforzi dell’Amministrazione Mirarchi vengono ripagati con la soddisfazione di poter riconsegnare ai cittadini di Isca un impianto di grande qualità e potenzialità. Sarà, quindi, la ASD Calabria Swim Race ad occuparsi della Piscina comunale di Isca mentre il vecchio gestore Atholon 2000 srl dopo 10 anni conclude la propria gestione. Nei giorni scorsi si è reso necessario espletare una manifestazione di interesse con carattere di urgenza per la gestione provvisoria della Piscina, in quanto il vecchio gestore – la società Athlon, in scadenza di contratto, non ha inteso accettare la proroga fino al 30 giugno 2018, tempo necessario per la stesura del nuovo bando di gara che garantirà la gestione a lungo termine. La società Athlon aveva avanzato richiesta di una proroga ma subordinata all’impegno di essere sollevata da qualsiasi responsabilità verso terzi o richieste risarcitorie derivanti da carenze e /o problemi strutturali dell’impianto oltre al fatto che l’Amministrazione comunale avrebbe dovuto garantire la fornitura di gas per il funzionamento dell’impianto natatorio per l’eventuale periodo di proroga. L’Amministrazione comunale ha comunicato alla società di non poter accogliere la richiesta in quanto , la società sebbene intenzionata alla proroga avrebbe dovuto attenersi ai patti e alle condizioni previste dal contratto stipulato il 12 ottobre 2007 che stabilisce a carico del concessionario spese come energia elettrica, fornitura di acqua e gas (articolo 5 comma 7 del contratto) e chiaramente la responsabilità del funzionamento dell’impianto natatorio. Il sindaco Mirarchi e la sua squadra di governo, quindi, hanno dimostrato determinazione e lungimiranza nella celere soluzione di una problematica che avrebbe avuto ricadute negative sulla qualità della vita dei cittadini che frequentano la piscina, confermando nei fatti una capacità amministrativa concreta e attenta.

Articoli che potrebbero interessarti

Ultimi da Redazione

© Associazione Culturale Soveratiamo All rights reserved. Associazione Culturale “Soveratiamo” P.Iva:03365610793 Iscrizione Registro Stampa n.7/2012 Presso Tribunale di Catanzaro info@soveratiamo.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa