Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Chiaravalle Centrale, una intera giornata di eventi al Liceo Scientifico con il progetto “Nessun parli”

img nessun parli newMusica, canto, teatro e sport. Con il progetto “Nessun parli...” una intera giornata di eventi, domani 21 novembre, per tutti gli studenti dell'Istituto di istruzione superiore “Enzo Ferrari” di Chiaravalle Centrale. La manifestazione, la cui referente di progetto è la professoressa Giuseppina Loprete, si svolgerà presso la sede del Liceo Scientifico a partire dalle ore 9 e fino alle ore 18. L’iniziativa è stata promossa dal Miur, in collaborazione con il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica. Tutti i discenti dovranno cantare, suonare e svolgere attività di produzione artistica “oltre la parola”. L’Istituto “Ferrari” di Chiaravalle Centrale, guidato dalla dirigente scolastica dott.ssa Elisabetta Zaccone, ha previsto la partecipazione di tutta la comunità scolastica, comprese anche le famiglie, e di tutto il territorio in ambito comprensoriale. Si svolgeranno attività di danza e balli moderni e caraibici (con la partecipazione delle sorelle Corrado e dei maestri Alessandro Giorno e Lil San German), consigli per la difesa personale antibullismo, attività teatrali, pittura e musica. In ambito sportivo, sarà ospite dell'Istituto la pallavolista Melissa Donà. Particolarmente importante, poi, il confronto culturale con i rifugiati del centro Cas locale. Spazio anche ad una mostra espositiva con le opere del maestro Bruno Azzarito. Tutto l'evento confluirà nel montaggio di un videoclip che verrà caricato sulla piattaforma del Miur per concorrere al concorso “Il mio nessun parli” che prevede premi in denaro da utilizzare per la realizzazione di progetti innovativi nelle materie artistiche e musicali.

Domani al via i lavori sulla Sp Tiriolo - Gimigliano

Incontro in Prefettura Sp 40CATANZARO – Partiranno domani i lavori per il ripristino della Strada provinciale 40 Tiriolo- Gimigliano, chiusa al traffico nei giorni scorsi a causa del distacco di grossi massi dalle pareti rocciose di Monte Tiriolo. A darne notizia il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, che ha raccolto immediatamente le istanze e le preoccupazioni dei sindaci di Tiriolo e Gimigliano, ed in particolare dei residenti e dei titolari delle attività ubicate in località Soluri. Questa importante area dell’entroterra, infatti, avrebbe rischiato di rimanere isolata in seguito alla chiusura della Sp 40. Il presidente Bruno ha individuato una soluzione atta a coniugare le legittime istanze della comunità interessata e il dovere di garantire la sicurezza e la incolumità pubblica.
L’intervento della Provincia di Catanzaro viene avviato in tempi record ed in somma urgenza (per cui potrà essere impegnata al massimo la somma di 200 mila euro). E questo ad appena qualche giorno dal primo incontro con le amministrazioni comunali e i tecnici interessati, e in seguito alla risolutiva riunione convocata dal prefetto Luisa Latella venerdì scorso.
“La riapertura al traffico secondo la soluzione indicata al tavolo di coordinamento della Prefettura, vale a dire consentendo il transito su una sola carreggiata e con impianto semaforico, sarà attivata in breve tempo: eviteremo, quindi, disagi ai cittadini nel rispetto però delle esigenze di sicurezza – ha affermato il presidente Bruno -. Per questo voglio ringraziare i tecnici, ed in particolare l’ingegnere Leone che ha redatto la perizia necessaria all’intervento, e soprattutto il prefetto Latella per l’attenzione e la sensibilità dimostrata, per la sua vicinanza alla nostra istituzione e per la fondamentale collaborazione e supervisione”.

Vallefiorita, successo per l'iniziativa sul diabete

iniziativa diabete vallefioritaVALLEFIORITA - Apprezzata iniziativa, ieri mattina, nella sala consiliare del Comune di Vallefiorita, diretta all’informazione e alla sensibilizzazione sul diabete “Le Donne e il Diabete: il nostro diritto a un futuro sano” è stato il tema, che ha coinvolto numerosi cittadini e varie associazioni, come il “Lions Club” di Soverato, nelle persone del dottor Franco Milano e del dottor Francesco Pugliano; i responsabili di categoria dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, nella persona del dottor Raffaele Mancini; e la collaborazione dei paramedici Emilia Cutullè, Mariangela Petitto, oltre a Giovanni Bruno e Pietro Murgida, nelle vesti anche di amministratori comunali di Vallefiorita, e alla delegata al ramo, la consigliera Vanessa Comito, presenti anche Giuseppe Mercurio, Tonino Laugelli e Daniela Cerminara. Il sindaco di Vallefiorita Salvatore Megna, accogliendo e supportando l’iniziativa, ha puntualizzato che tra i compiti degli amministratori rientra quello di migliorare la qualità di vita dei propri cittadini e che questo progetto punta alla prevenzione e all’eventuale assistenza. L’intervento del dottor Mancini è stato consono alle sue competenze sul tema oggetto di dibattito e particolarmente sull’importanza della prevenzione e sulla corretta gestione di questa patologia. Lo stesso ha voluto ringraziare il sindaco Megna per il suo intervento a favore del polo sanitario territoriale di Squillace quando si era paventata la chiusura dell’ambulatorio di chirurgia e angiologia. A seguito del dibattito sono scaturiti vari questionari applicati a casi pratici presenti e vi è stata pronta risposta e consigli dati da medici, infermieri e nutrizionisti. E’ stato anche effettuato uno screening per tutti i presenti, con la possibilità di valutare il proprio stato di salute.


Carmela Commodaro

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa