Antonio Mauro
Menu

Antonio Mauro

Soverato, assemblea sindacale dei lavoratori su trasferimento uffici Asp

assemble aspSoverato - Presso gli uffici amministrativi di Soverato, dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, si è tenuta l’assemblea dei lavoratori convocata dalla organizzazioni sindacali sulla problematica afferente il trasferimento degli uffici. Ai lavori hanno preso parte il Sindaco della città di Soverato, Ernesto Alecci, ed il consigliere regionale Mario Magno. Nel corso dell’assemblea come sindacato abbiamo rappresentato ai lavoratori presenti tutte le iniziative poste in essere al fine di evitare, per quanto possibile, il trasferimento degli uffici amministrativi e tecnici evidenziando che nel corso degli ultimi mesi più volte abbiamo chiesto al Direttore Generale contezza del progetto di riorganizzazione degli uffici, per come rappresentato nell’informativa sindacale dell’aprile scorso. Alle pressanti richieste di integrazione dobbiamo purtroppo registrare una scarna ed insufficiente informativa da parte della Direzione sulle questioni sollevate. A conclusione dei lavori come sindacato abbiamo sollecitato il Sindaco di Soverato affinché, nell’ambito delle prerogative riconosciute dalla legge, attivi tutti quegli strumenti, quale la conferenza dei sindaci, attraverso la quale chiedere conto alla Direzione dell’Azienda del progetto di riorganizzazione nel territorio provinciale. Come sindacato, nel dare seguito agli impegni assunti nelle sedi di Lamezia, Girifalco e Soverato, insisteremo nella richiesta di un ulteriore incontro, peraltro già formulata nell’ultimo, alla Direzione Generale per un ulteriore approfondimento della questione e fino ad ora rimasta inascoltata. In assenza di riscontro non si escludono ulteriori e più incisive forme di protesta sindacale.

Sporting Lokrians, vittoria di misura sul Città di Falconara ora testa al Kick Off

sporting locriVincere è la cosa più importante, anche per lo Sporting Lokrians nella gara interna contro il Città di Falconara, vincere contava più di tutto, per il morale e per la classifica. Nel settimo turno di campionato le ragazze di Mardente hanno creato e non finalizzato molte occasioni, come spesso accade, tanto che la squadra ospite ha avuto la chance di passare in vantaggio su calcio di rigore, che Lidu ha spedito sul fondo.
Ci ha pensato Roberta Giuliano, in gran recupero di forma, a sbloccare il risultato nel primo tempo con un piatto destro. Altre belle iniziative nascono dai piedi di Federica Marino e dalla sempre grintosa e trascinatrice Marcella Violi. Nella ripresa il rigore realizzato da Lioba sembra chiudere i giochi, ma Lidu li riapre poco dopo, segnando il 2 a 1 e costringendo il Lokrians ad una difesa attentissima nel finale.
A 7 secondi dal termine, la palla finisce nella rete di Cacciola, ma gli arbitri chiariscono - a fatica - che il goal non è valido perché il gioco era fermo da tempo. Vittoria sofferta contro il Città di Falconara, in cui spicca la buona prestazione di Guendalina Rossi e del capitano Pascual. Nel Lokrians, sempre attenta la prova di Cacciola, super in più occasioni nel finale. Ora sotto con la trasferta infrasettimanale di Milano contro il Kick Off, per poi ritrovarsi domenica prossima al Pala S. Andrea, ospite il Cagliari.

Taverna, la scuola incontra il territorio

taverna scuola e territorioTAVERNA- La scuola incontra il territorio e se ne fa promotrice attraverso i suoi protagonisti. Questo l’obiettivo dell’Ic Taverna della Dirigente Scolastica, Rita Elia, che con la manifestazione “Mattia Preti e Guercino... a scuola” ha inteso farsi veicolo di cultura, conoscenza e formazione. L’iniziativa che si è tenuta nello splendido scenario del Complesso di S. Domenico ha visto la presenza in qualità di relatori del Sindaco della cittadina pretiana, Sebastiano Tarantino, della delegata alla cultura nonché referente del progetto, Clementina Amelio, del parroco e Dierettore dei Musei Diocesani, Don Maurizio Franconiere, e del Dirigente Ispettivo dell’USr Calabria, Maurizio Piscitelli. La manifestazione fortemente voluta dalla Dirigente Elia ha visto inoltre la presenza unitaria di tutto il territorio. Rappresentati infatti tutti i Plessi dell’Istituto attraverso gli alunni, i docenti di riferimento e le famiglie particolarmente sensibili quando si tratta di scuola e dei loro figli. Una sinergia d’intenti che ha dato il senso di una scuola che mai come in queste occasioni è davvero buona scuola. Quella che promuove, quella che discute e incontra, quella che si anima e si mette in discussione. L’Ic Taverna è diventato così veicolo di conoscenza di un mondo che a volte appare misterioso, l’arte e la cultura. Preti e Guercino sono stati proposti come modelli d’incontro positivo di un territorio che ha trovato compimento nell’entusiasmo e nella voglia di esserci di tanti ragazzi. Una presenza bella e importante soprattutto quella dell’Ispettore Piscitelli che ha inteso ringraziare per la bella serata e la grande idea che ha visto tanti soggetti diventare protagonisti. Una manifestazione che ha visto quindi i ragazzi di tutti plessi diventare per una serata preparate guide di un percorso artistico-culturale che ha messo in bella mostra il patrimonio artistico tavernese. L’Ic Taverna in quest’occasione ha dato il meglio di se superando le pur abituali difficoltà. Grandi apprezzamenti alla fine e l’augurio che esperienze come questa non rimangano isolate nel tempo, ma diventino sfide quotidiane per una scuola ed un territorio che sono da sempre importante punto di riferimento nel comprensorio Presilano.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa