Amaroni, gli "Xsmalls" di Milisenda conquistano i ragazzi
Menu

Amaroni, gli "Xsmalls" di Milisenda conquistano i ragazzi

xsmall amaroni milisendaAMARONI - Organizzato dalla parrocchia Santa Barbara, su iniziativa di don Antonio Scicchitano e del cav. Rocco Antonio Devito, a “Casa Maria” di Amaroni lo scrittore Giuseppe Milisenda ha incontrato "La città del miele" e, nello specifico, gli studenti della scuola media locale, presentando loro gli “Xsmalls”, i piccoli esseri nati dalla fantasia, protagonisti del suo libro. Milisenda ha catturato la curiosità e l'interesse di questi giovani lettori, come le fiabe narrategli da piccolo dal nonno. Ma chi sono gli Xsmalls? Non releghiamoli al ruolo di personaggi di un racconto, sono molto di più: sono i protagonisti di un libro educativo che intende lasciare ai lettori un messaggio ben preciso, e cioè il valore dell' amicizia, l'attenzione e il rispetto per la natura, la lotta per gli ideali, la riscoperta di antichi valori, l'obiettivo di aspirare a un mondo migliore. Dalla rappresentazione di una realtà fatta di degrado sociale ed ambientale, questo è il contesto in cui per convenzione vivono gli Xsmalls, condizionati anche da un sistema informativo che sembra condurre l'umanità verso un destino nefasto. I protagonisti del romanzo vincitore del premio internazionale di letteratura "Antico Borgo" riusciranno a scoprire una realtà ben diversa da quella che viene rappresentata, modificando il modo di vedere le cose, guardando ciò che li circonda con occhi diversi, fino ad arrivare ad una incredibile visione dell'universo. Un mondo bello e positivo, se solo sappiamo guardarlo nella giusta maniera, se solo sappiamo apprezzare i valori e i principi del rispetto delle persone, dell'ambiente, se solo improntiamo la vita al rispetto delle regole, alla legalità, se solo ci ricordiamo quanto siano importanti gli amici, se solo riusciamo a trasferire ai bambini il fascino del sapere e della conoscenza. Uno speranzoso Milisenda, a conclusione dell’interessante incontro con la nutrita scolaresca amaronese, ha auspicato di essere riuscito a divertire i ragazzi, contribuendo a rendere migliore il mondo in cui viviamo, in cui i ragazzi vivono e crescono. Con la speranza che un giorno le parole dei libri possano restituire al mondo ciò che ha perso o semplicemente solo dimenticato. Milisenda ha donato alla parrocchia di Amaroni e alla biblioteca comunale “Tiziano Terzani” copie del suo libro, invitando i ragazzi a leggere questo romanzo formativo. Presenti all'iniziativa, tra gli altri, il consigliere regionale Arturo Bova, presidente della commissione regionale antindrangheta, il parroco don Antonio Scicchitano, il sindaco Gino Ruggiero e l'amministrazione comunale, il cav. Rocco Devito. Ai ragazzi, dopo il dialogo in continua interazione con l'autore, che li ha visti leggere anche passi del romanzo è stato chiesto di realizzare un disegno che sintetizzasse il senso dell'incontro. Tutti i disegni sono stati premiati con gadget per la scuola, palloncini e applausi.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa