Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Asp CZ, responsabile CSM di Soverato: nessun disagio alla casa-famiglia di Palermiti

Asp CZ, responsabile CSM di Soverato: nessun disagio alla casa-famiglia di Palermiti - 3.0 su 5 basato su 1 voto

CATANZARO – "Dopo la pausa elettorale il Sig. Costanzo da fiato alle corde vocali per l'ennesima falsità. Devo assolutamente smentire le dichiarazioni del consigliere provinciale Sergio Costanzo, per affermare con certezza che non si è mai verificata l'interruzione di fornitura del gasolio nelle nostre strutture". Interviene così il direttore del CSM di Soverato, dott. Salvatore Ritrovato, contestando totalmente quanto pubblicato oggi su un quotidiano regionale, circa il presunto disagio sofferto da alcuni pazienti, ospiti della casa famiglia di Palermiti, per la mancanza del gasolio necessario a riscaldare gli ambienti. Il dott. Ritrovato intende "rassicurare circa il perfetto funzionamento degli impianti di riscaldamento che non hanno subito alcuna interruzione", manifestando "sconcerto per la leggerezza con la quale si è soliti divulgare notizie del tutto infondate, che hanno il solo scopo di gettare ombre, e non è la prima volta, sulle azioni visibilmente positive portate avanti nell'interesse della collettività."

La Calabria e la scoperta dell’America all'Università della Terza Età (Video)

SOVERATO - Si è tenuta ieri pomeriggio, nell'ambito degli "Incontri culturali del venerdì", presso l'Aula Magna dell'istituto Alberghiero di Soverato, la conferenza dal titolo: "I legami tra la Calabria e le vicende legate alla scoperta dell'America e a Cristoforo Colombo" organizzata dalla Libera Università Popolare della Terza Età di Soverato. Sono intervenuti Francesco Grisafi e Maria Palazzo, rispettivamente presidente e componente della suddetta Università, e il prof. Giuseppe Pisano, autore di uno studio riguardante le connessioni tra la Calabria e la scoperta del continente americano.
Ha aperto i lavori della conferenza il presidente Grisafi, il quale ha "confessato" di conoscere poco questo argomento ma, allo stesso tempo, di essere curioso d'ascoltare una storia sconosciuta ai più ma certamente di grande interesse per la Calabria e non solo.
Successivamente è intervenuta la prof.ssa Palazzo, la quale ha sottolineato l'importanza di parlare di questo argomento che non può che riempire d'orgoglio tutti i calabresi. "Stiamo parlando della scoperta dell'America che ha rappresentato, per l'umanità, l'evento più importante, nel cammino della storia, dopo la nascita di Cristo, e poter dire che la Calabria con i suoi uomini di mare e non solo ha recitato un ruolo significativo rispetto a tutto ciò credo sia un fatto importantissimo - ha detto Palazzo -". Inoltre, Palazzo ha espresso il suo auspicio affinché gli enti calabresi e in particolare la Regione si adoperino in merito per incentivare le ricerche archivistiche - finora condotte solo da Pisano e sempre a sue spese - che potrebbero dare nuovo lustro alla Calabria e ai calabresi.
Infine, atteso dal folto pubblico presente, è intervenuto il prof. Giuseppe Pisano il quale ha spiegato ai presenti le connessioni che la Calabria ha avuto rispetto alla vicenda della scoperta dell'America. Pisano, dopo avere descritto le novità riguardo alla storia colombiana, ha ricostruito la biografia del marinaio calabrese Anton Calabrès che si trovava sulla "Pinta", la caravella di Colombo, nel primo viaggio di scoperta. Successivamente Pisano ha parlato di un altro personaggio calabrese di nome Angelo Manetti, proveniente dal paese di Aiello, che partecipò ad uno dei viaggi, non escluso il primo di scoperta, di Cristoforo Colombo. Pisano ha voluto sottolineare l'importanza di questo personaggio in quanto risulterebbe che la sua famiglia, che nel '500 fu feudataria di Aiello, era molto legata ai Cybo, la famiglia di papa Innocenzo VIII, il papa cui, secondo uno studio effettuato di recente dal colombista Ruggero Marino, risulterebbe essere stato il vero artefice del viaggio di Cristoforo Colombo. Inoltre Pisano ha parlato di un probabile apporto dato da altri due grandi calabresi: il contemporaneo San Francesco da Paola e Gioachino da Fiore. Infine Pisano ha messo in evidenza alcuni legami tra la Calabria e le famiglie Geraldini e Pinelli, le quali, secondo gli ultimi studi, avrebbero recitato un ruolo di primo piano riguardo al primo viaggio di Cristoforo Colombo.
Da registrare la presenza di numerosi personaggi che rappresentano il Gotha della cultura locale e calabrese, tra cui il latinista Lorenzo Viscido e il direttore del periodico "La Radice", prof. Vincenzo Squillacioti. Di seguito vi proponiamo la videointervista al prof. Pisano che ci ha gentilmente concesso l'emittente "S1 TV" che ringraziamo:

Antonio D'Amato: "No dalla maggioranza al sorteggio degli scrutatori"

Antonio D'Amato: "No dalla maggioranza al sorteggio degli scrutatori" - 3.7 su 5 basato su 3 voti

Pensavano che nell'espletamento delle procedure per la nomina degli scrutatori " Elezioni 24-25 febbraio c.a." il Sindaco era propenso ad accogliere la nostra proposta e cioè quella di effettuare il sorteggio degli scrutatori, visto che in piena campagna elettorale 2011 su Telemia (ricordate!) fu Lui ad affermare che in caso di vittoria per la nomina degli scrutatori avrebbe proceduto sicuramente con il sorteggio criticando l'operato dell'Amministrazione precedente fino al punto, forse, di "beccarsi" una denuncia!
Ebbene, il Verbale di nomina scrutatori riporta "il consigliere Rattà... chiede a nome del gruppo amo soverato e semplicemente soverato che la nomina degli scrutatori venga fatta tramite sorteggio delle persone disoccupate " di risposta" il Sindaco fa presente sulla base della considerazione del responsabile del servizio... che non essendo riportati nell'albo il dato tecnico di disoccupazione il sorteggio non garantirebbe l'individuazione degli scrutatori aventi lo status di disoccupati.... e propone di procedere secondo i dettami di legge" . L'intento era quello di proporre un metodo trasparente in quanto disponibili nel convergere anche al solo sorteggio escludendo lo status di "disoccupato" Nel "Procede" non si riporta il modo utilizzato per la nomina. (dimenticanza?)
Ma nel leggere il verbale si scopre che nell'elenco dei nominati risultano n. 3 scrutatori con lo status " IN CERCA I OCCUPAZIONE " n. 1 " DISOCCUPATA" e n. 1 " NESSUNA PROFESSIONE" ed anche nell'elenco delle riserve risultano n. 3 " IN CERCA I OCCUPAZIONE "

Antonio Vania D'Amato
"Gruppo Amo Soverato"

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa