Fondazione "Città Solidale", la Befana della solidarietà
Menu

Fondazione "Città Solidale", la Befana della solidarietà

befana solidale fondazione città solidaleBefana di solidarietà per la Fondazione “Città Solidale Onlus”. Una serie di iniziative in favore degli ospiti delle strutture della Fondazione sono state messe in atto da alcune associazioni del territorio. Da parte dell’associazione nazionale polizia di stato (Anps) della sezione di Catanzaro c’è stata la consegna di una derrata di alimenti per la struttura “Rosa e Azzurro” di Catanzaro Lido, che ospita donne vittime di violenza o che si trovano in situazioni di disagio, insieme ai loro bambini. Un momento che, come spiegato da Emilio Verrengia, presidente dell’associazione catanzarese, vuole essere una tappa del percorso rivolto alla solidarietà che l’Anps si è proposta di portare avanti in questo anno. «Questa – ha aggiunto - non è solo una manifestazione sui generis, ma l’inizio di un cammino comune con la Fondazione, con la quale già da qualche anno è attiva una convenzione». Il presidente della Fondazione, padre Piero Puglisi, ha sottolineato come queste iniziative siano importanti per l'organizzazione, perché «danno il segno tangibile di come le realtà del territorio siano vicine a chi vive momenti di forte disagio, anche e soprattutto verso i più piccoli». Ed è proprio in questa direzione che l’Anps ha voluto regalare un momento di allegria ai bambini ospiti della struttura il "Rosa e Azzurro", organizzando un momento con la Befana che ha dispensato dolci: un modo per trascorrere un momento di serenità all’interno della struttura. Nella chiesa matrice di Girifalco, invece, si è tenuto un concerto di beneficenza offerto dalla “New Beat” di Vibo Valentia con incasso devoluto a Fondazione “Città Solidale”, per l’attivazione di laboratori creativi e solidali a favore degli ospiti accolti nelle strutture. Un momento di musica dal titolo “Sinfonia dell’infinito”, che, in una notte molto fredda, ha riscaldato i cuori dei presenti, riuscendo a far respirare ancora una volta il vero Natale. Sentimenti che si raccolgono sotto il segno della solidarietà e della fratellanza, come sottolineato da padre Piero, il quale nell’intervento conclusivo ha messo in luce come proprio in questo periodo che sta attraversando la nostra società, fatto di gelo e di freddo, queste piccole iniziative danno conforto ed incoraggiano nel difficile lavoro per combattere il disagio delle persone e la povertà. Piccoli segni che fanno ben sperare in un 2017 che vedrà Fondazione “Città Solidale” sempre impegnata a vivere la sua “mission” ed aperta ad accogliere ogni forma di sostegno, per continuare a stare con passione e determinazione al fianco dei più deboli e bisognosi.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa