Incontro a Curinga con la scrittrice Daniela Rabia e l’imprenditore Gianfranco Ielapi
Menu

Incontro a Curinga con la scrittrice Daniela Rabia e l’imprenditore Gianfranco Ielapi

22045896 1478604448892960 785427939718575244 nSi è svolta alla scuola media Guglielmo Marconi di Curinga un’iniziativa molto interessante: un binomio con minimo comun denominatore l’attività d’ impresa. L’evento ha avuto ad oggetto la presentazione della terza opera letteraria di Daniela Rabia, giornalista, scrittrice e avvocato catanzarese “Le voci dell’eco”, che verte sull’imprenditoria giovanile, e nell’intervista da parte del Dott. Piervincenzo Panzarella al noto imprenditore di Curinga Gianfranco Ielapi, vera eccellenza calabrese. L’incontro è stato aperto da Domenico Pallaria, sindaco di Curinga e Dirigente Generale Reggente della presidenza della Regione Calabria, che dopo i saluti di rito ha focalizzato l’attenzione sull’importanza di mettersi in gioco in Calabria puntando sull’innovatività, sulla competenza, sulla professionalità. Fare impresa richiede, infatti, forti motivazioni, visione d’insieme, capacità e impegno costanti. Per il primo cittadino di Curinga occorre altresì essere in prima linea e metterci la faccia senza stare nelle retrovie magari limitandosi alla mera critica. Piervincenzo Panzarella, nel suo ruolo di moderatore, ha poi introdotto la Rabia che si è soffermata sulla trama del testo, sull’ispirazione sottesa ad esso, sullo spopolamento dei borghi e sul ruolo dell’iniziativa giovanile. L’autrice ha testimoniato la sua esperienza di approccio all’attività di scrittura e specificato che i giovani devono guardarsi dentro, trovare il proprio talento e portarlo alla luce senza farsi scoraggiare dalle difficoltà che potrebbero invece essere viste come sfide continue e fonti di motivazione. A seguire il Dott. Panzarella ha intervistato l’imprenditore Ielapi, bella testimonianza di una grandezza direttamente proporzionale all’umiltà. Si è parlato di avvio d’impresa, di sacrifici, di volitività e di obiettivi che si spostano verso il miglioramento continuo senza mai sentirsi arrivati. Grande partecipazione di pubblico che al termine ha alimentato un dibattito a tema. L’architetto Maria Concetta Sgromo è intervenuta testimoniando brillantemente la vivacità del territorio di Curinga in cui recentemente le giornate FAI hanno riscosso grande successo. Tutti d’accordo sul fatto che la cultura è alla base di qualsiasi attività e che investire sulla cultura significa investire sulla vita.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa