Taverna, la scuola incontra il territorio
Menu

Taverna, la scuola incontra il territorio

taverna scuola e territorioTAVERNA- La scuola incontra il territorio e se ne fa promotrice attraverso i suoi protagonisti. Questo l’obiettivo dell’Ic Taverna della Dirigente Scolastica, Rita Elia, che con la manifestazione “Mattia Preti e Guercino... a scuola” ha inteso farsi veicolo di cultura, conoscenza e formazione. L’iniziativa che si è tenuta nello splendido scenario del Complesso di S. Domenico ha visto la presenza in qualità di relatori del Sindaco della cittadina pretiana, Sebastiano Tarantino, della delegata alla cultura nonché referente del progetto, Clementina Amelio, del parroco e Dierettore dei Musei Diocesani, Don Maurizio Franconiere, e del Dirigente Ispettivo dell’USr Calabria, Maurizio Piscitelli. La manifestazione fortemente voluta dalla Dirigente Elia ha visto inoltre la presenza unitaria di tutto il territorio. Rappresentati infatti tutti i Plessi dell’Istituto attraverso gli alunni, i docenti di riferimento e le famiglie particolarmente sensibili quando si tratta di scuola e dei loro figli. Una sinergia d’intenti che ha dato il senso di una scuola che mai come in queste occasioni è davvero buona scuola. Quella che promuove, quella che discute e incontra, quella che si anima e si mette in discussione. L’Ic Taverna è diventato così veicolo di conoscenza di un mondo che a volte appare misterioso, l’arte e la cultura. Preti e Guercino sono stati proposti come modelli d’incontro positivo di un territorio che ha trovato compimento nell’entusiasmo e nella voglia di esserci di tanti ragazzi. Una presenza bella e importante soprattutto quella dell’Ispettore Piscitelli che ha inteso ringraziare per la bella serata e la grande idea che ha visto tanti soggetti diventare protagonisti. Una manifestazione che ha visto quindi i ragazzi di tutti plessi diventare per una serata preparate guide di un percorso artistico-culturale che ha messo in bella mostra il patrimonio artistico tavernese. L’Ic Taverna in quest’occasione ha dato il meglio di se superando le pur abituali difficoltà. Grandi apprezzamenti alla fine e l’augurio che esperienze come questa non rimangano isolate nel tempo, ma diventino sfide quotidiane per una scuola ed un territorio che sono da sempre importante punto di riferimento nel comprensorio Presilano.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa