Erika Lopez, dell'azienda squillacese "Terre di Ceraso", eletta delegata regionale giovani Coldiretti
Menu

Erika Lopez, dell'azienda squillacese "Terre di Ceraso", eletta delegata regionale giovani Coldiretti

da sx Molinaro Perrone Erica Lopez CosentiniSQUILLACE - Erika Lopez, dell’azienda agricola “Terre di Ceraso”, è la nuova delegata regionale “Giovani Impresa” di Coldiretti della Calabria. E’ stata eletta all’unanimità dall’assemblea dei giovani agricoltori. Erika, 27 anni, catanzarese, laureata all’Università Cattolica di Milano in Management Internazionale e specializzata all’SDA Bocconi in management of Food & Beverage, è subentrata, insieme al fratello Tommaso, nella gestione dell’azienda e il loro ingresso segna la quarta generazione che continua ad occuparsi di agricoltura ereditando la grande passione e orgoglio di sempre. L’azienda biologica, di circa 50 ettari in un unico corpo e ubicata nel comune di Squillace, è a vocazione olivicola-agrumicola ed è inserita negli elenchi dei produttori IGP olio di Calabria. Grazie anche al recupero delle antiche strutture aziendali che devono il loro pregio alla valenza storico-architettonica e al notevole contesto paesaggistico-ambientale che le incornicia, l’azienda è anche multifunzionale con già avviate attività ricettive e didattiche. Appassionatissima di nutrizione, alimentazione e salute, il suo obiettivo strategico, oltre che il marketing, riguarderà l’estensione del portfolio di prodotti e servizi con particolare riferimento alla linea babyfood e pet-therapy. Erika Lopez succede a Daniele Perrone, giovane imprenditore di Delianuova (RC). All’assemblea, che si è svolta dopo le elezioni a livello provinciale, sono intervenuti il presidente e il direttore della Coldiretti Calabria Pietro Molinaro e Francesco Cosentini e la segretaria regionale Angela Mungo. Nel suo intervento la Lopez ha rimarcato l’importanza strategica dell’agricoltura nella ripresa dell’economia evidenziando come i giovani dediti alla attività agricola siano in costante aumento. «Deve – ha aggiunto - sempre di più contraddistinguerci un impegno massimo su distintività, bellezza, qualità, sicurezza, sostenibilità, filiera che significa lavorare per la realizzazione della progettualità economica di Coldiretti e la valorizzazione delle produzioni. Siamo pronti per continuare a costruire il domani e far volare le giovani imprese». Sono stati eletti e la affiancheranno nel quinquennio due vice delegati, Giuseppe Porcelli, giovane imprenditore di Spilinga (VV), che gestisce un’azienda zootecnica con annessa trasformazione, ed Enrico Parisi, giovane di Rossano (CS), che gestisce l’azienda di famiglia e produce olio biologico “D.O.P Bruzio Colline Ioniche Presilane” da tre generazioni. Pietro Molinaro ha ringraziato tutti i giovani “nuova ed essenziale linfa per Coldiretti” esaltando la loro scelta di rimanere in Calabria e prendersi cura della terra: una opzione che sa di presente ma anche di futuro.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa