Naturium propone: impariamo a conoscere i grani antichi e il lievito madre
Menu

Naturium propone: impariamo a conoscere i grani antichi e il lievito madre

lievitomadre"Impariamo a conoscere le farine e il lievito madre - guida all'utilizzo delle farine di grani antichi per le preparazioni di cibi fatti in casa". E' il tema della settimana proposto, in Calabria, dal progetto culturale “Naturium”. Si comincia domani, 12 dicembre, alle ore 17. Appuntamento presso il “NaturaSì” di Cosenza, in viale Giacomo Mancini, con una speciale sessione curata dalla dottoressa Valentina Mazzuca, biologa nutrizionista, esperta in nutrizione nell'età pediatrica. A seguire show cooking con la pasticcera Lucia Riillo. Con il termine di pasta madre si intende un lievito naturale in grado di fermentare e quindi lievitare nuovi impasti, teoricamente senza limiti di tempo. La madre veniva coperta da un canovaccio pulito preferibilmente in lino per poter “respirare” ovvero per prendere contatto con l’ossigeno necessario per la lievitazione. La sera prima si scioglieva la “madre” con un po’ di acqua tiepida e farina e si metteva a riposare, ovvero si rinfrescava in maniera tale da averla pronta per poterla impastare con la farina al mattino presto successivo. Per utilizzare al meglio il lievito madre la cosa migliore è impiegare farine integrali di altissima qualità, molite a pietra per mantenere il più possibile integro il germe di grano (che è la parte vitale) che ha un contenuto in microflora batterica che è di 200/300 volte maggiore di una farina bianca con molitura industriale e, quindi, una forza decisamente superiore. Purtroppo, oggi, delle 400 varietà di frumento, e le moltissime di farro, orzo e avena che si coltivavano all'inizio del secolo scorso in Italia resistono appena 50 varietà, di cui 7 formano la base dell'industria cerealicola europea. Moltissimi consumatori e produttori hanno iniziato a ricostruire filiere del grano autentiche, riscoprendo varietà con meno glutine e più micronutrienti (vitamine, sali minerali, antiossidanti).

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa