Squillace, la "Domus Pacis" compie 60 anni
Menu

Squillace, la "Domus Pacis" compie 60 anni

domus1SQUILLACE - Festa per il 60° anniversario dell’associazione culturale “Domus Pacis”, a Squillace. Il sodalizio è stato fondato il 28 maggio 1958 ed oggi è presieduto da Paolo Cristofaro. L’associazione, apolitica e aperta a tutti, lavora da sempre per la crescita culturale della comunità squillacese, la promozione degli studi storici sulla Calabria, la valorizzazione del territorio e del patrimonio artistico e archeologico, l’educazione al dibattito, nel rispetto della libertà di ciascuno, valore fondante del sodalizio, come ribadito anche da tutti coloro che hanno fatto parte dell’associazione in passato. In occasione della ricorrenza, ha avuto luogo un dibattito sulle attività svolte in passato, sulla storia (conservata dai membri più anziani della Domus Pacis), sulle possibilità per il futuro. Al dibattito hanno preso parte il sindaco Pasquale Muccari, il decano del capitolo con cattedrale mons. Raffaele Facciolo e il parroco mons. Giuseppe Megna. L’associazione ha inaugurato una biblioteca, intitolandola a mons. Giovanni Elli, nel centenario della sua nomina a vescovo di Squillace, per l’amore e l’aiuto alla comunità squillacese nei difficili momenti immediatamente successivi al primo conflitto mondiale. Nel corso dei festeggiamenti è stata consegnata una targa in ceramica al piccolo artista squillacese Giuseppe Bertolotti, che ha cantato con Ermal Meta, come incoraggiamento e augurio per il futuro. Un piatto in ceramica graffita, invece, è stato consegnato ai ragazzi della band “HeyPorters”, Vincenzo Panaia, Ferdinando Polito e Nicola Leto, per la collaborazione offerta alla Domus Pacis nella due giorni di “Buongiorno ceramica”. Il presidente Cristofaro, insieme al sindaco, ha consegnato poi gli attestati ai ragazzi del liceo artistico di Squillace per l’impegno dimostrato nell’apertura e gestione, insieme ai docenti, dell’antica bottega dei Conca, sempre durante la manifestazione nazionale per la ceramica. Quattro piccole targhette in ceramica sono state consegnate dal presidente del sodalizio, a sorpresa, ai quattro ragazzi del direttivo che più si sono impegnati nelle recenti attività, e cioè Giuseppe Abbruzzo, Maria Rosa Commodaro, Riccardo Spanò, Davide Samà.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa