Al cardiochirurgo Pasquale Fratto il Premio Giovanni Bara 2018
Menu

Al cardiochirurgo Pasquale Fratto il Premio Giovanni Bara 2018

pasquale fratto premiato ad ardoreIl cardiochirurgo catanzarese Pasquale Fratto è stato insignito del “Premio Giovanni Bara 2018”. La XV edizione dell’importante riconoscimento si è tenuta venerdì scorso ad Ardore Marina (RC), su iniziativa dell’associazione culturale musicale “Saperarte”, con il patrocinio del Comune di Ardore. Pasquale Fratto è direttore della S.O.C. Cardiochirurgia del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria. La motivazione del premio, riportata sulla targa consegnata al professionista calabrese, è la seguente: “Per la conoscenza e l’umanità che possiede, la dedizione verso chi soffre e i pazienti di cui si è occupato in tanti anni di carriera. Dono autentico per la nostra terra. La sua professionalità è l’espressione che, come diceva Rita Levi Montalcini, ‘amare il proprio lavoro è la cosa che più si avvicina concretamente alla felicità sulla terra’”. Durante la serata sono intervenute anche l’assessore alla Politiche sociali di Ardore Rosita Muscatello e la dottoressa Caterina Scaramuzzino. Ha moderato Cinzia Musitano. Il dottor Fratto, nel suo intervento, si è soffermato sull’istituzione della prima cardiochirurgia pubblica ospedaliera in Calabria all’ospedale di Reggio Calabria, e sui trapianti di cuore e la donazione, per l’attività svolta dallo stesso Fratto all’ospedale Niguarda di Milano. Pasquale Fratto è nato a Catanzaro, ma è stato “adottato” da tempo dalla città di Squillace. Nella città di Cassiodoro il noto cardiochirurgo ha frequentato il Seminario diocesano ai tempi della scuola media e di recente ha acquisto una casa per trascorrere le vacanze estive. Ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Cardiochirurgia con il massimo dei voti e lode all’Università degli Studi di Milano. Si è formato alla Cleveland Clinic, alla Edinburgh Royal Infirmary, Herzzentrum Berlino e MICS di Aalst. Dal 2000 è cardiochirurgo a tempo indeterminato presso la Cardiochirurgia del Niguarda di Milano. Ha prestato servizio anche alla Cardiochirurgia dell'Ospedale Maggiore di Novara e degli OO.RR. di Bergamo. Per quanto riguarda le patologie trattate, Fratto dispone di una completa autonomia nel trattamento chirurgico di tutte le cardiopatie dell’adulto, in elezione ed emergenza, compreso il trapianto di cuore. Interesse particolare è la chirurgia mininvasiva, la riparazione delle valvole mitrale ed aortica, i reinterventi. Ha acquisito una particolare esperienza chirurgica nelle tecniche mininvasive, della riparazione della valvola mitrale, nei bypass coronarici senza CEC, nella chirurgia dell'aorta con impianto endoprotesi. Impiegate, inoltre, le tecniche di heart-port e ministernotomia. Con la nomina di Fratto a primario e a responsabile del “Centro cuore Calabria”, la nostra regione si è rimpossessato di un luminare della materia.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa