Stalettì, festa per i dieci anni del "Laboratorio della Solidarietà"
Menu

Stalettì, festa per i dieci anni del "Laboratorio della Solidarietà"

laboratorio solidarietà stalettìSTALETTI’ – Grande festa a Stalettì per il decennale del “Laboratorio della solidarietà”, guidato da Anna Vatrella. L’associazione opera in diversi settori, all’insegna della semplicità, dell’ascolto e dell’accoglienza. La sede sociale di via Diaz è diventata, perciò, un angolo di ricordi: fotografie, lavori e piccoli oggetti che in questi anni sono stati i simboli di un lavoro silenzioso e sotterraneo, grazie all’impegno di un gruppo di donne. Sul piano sociale c’è da riconoscere a queste donne di aver saputo creare uno spazio di accoglienza per tutti, un luogo non solo di lavoro, ma anche di ascolto e di solidarietà per tante persone sole. Numerose sono le iniziative organizzate dal “Laboratorio”: mostre, fiere, manifestazioni sociali come in occasione del carnevale, della festa della mamma, del Natale. La sede dell’associazione, in pratica, è stata un centro di ascolto dove tante persone si sono cimentate nei loro talenti. La serata di festa si è aperta con la benedizione dei presenti da parte del parroco don Roberto Corapi, che ha voluto donare una targa; mentre il sindaco Concetta Stanizzi ha espresso parole di ringraziamento per il lavoro svolto in questi anni, sottolineato con la consegna di una targa-ricordo. Parole di elogio per il senso aggregativo di questa associazione sono state spese dal giornalista Salvatore Condito che in questi anni ha seguito le varie iniziative. Nel suo intervento ha evidenziato il senso comunitario di questo sodalizio, facendo dono alla presidente Anna Vatrella di una cornice in argento che racchiude la foto di una scena di una commedia teatrale organizzata dallo stesso “Laboratorio della solidarietà”. Un’emozionatissima Vatrella ha sottolineato lo spirito comunitario e aggregativo di tutte le socie, che in questi anni hanno garantito spazi e momenti di unione, dando un notevole contributo alla comunità locale.

Carmela Commodaro

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa