Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

L'Udc di Davoli ringrazia gli elettori

L'Udc di Davoli ringrazia gli elettori - 5.0 su 5 basato su 1 voto

AGLI ELETTORI DAVOLESI
100 VOLTE GRAZIE!!!!!!!

Vi siamo grati per il vostro voto dato all'UDC e ai suoi candidati calabresi, che anche se non eletti hanno dimostrato un grande senso di responsabilità e di coerenza.
Crediamo in questo partito e nella buona politica e continueremo il nostro cammino, rimanendo vicini ai nostri cittadini, affinché il nostro contributo possa sempre e comunque essere speso a servizio della gente.
Auspichiamo che questo risultato elettorale possa dare una scossa all'attuale dirigenza nazionale con la consapevolezza di voler dare seguito alla creazione di un partito rinnovato, dando spazio ai giovani e con una classe dirigente nuova.

Coordinamento UDC Davoli

Amoruso shock: "Rinuncio allo 'stipendio' da assessore"

Amoruso shock: "Rinuncio allo 'stipendio' da assessore" - 2.5 su 5 basato su 20 voti

Emanuele AmorusoSOVERATO - Era da poco iniziato il Consiglio comunale straordinario, convocato per oggi con all'ordine del giorno l'approvazione del Piano di Riequilibrio finanziario, quando, subito dopo l'intervento del sindaco e del consigliere D'Amato di cui racconteremo nei prossimi articoli, l'assessore Amoruso ha chiesto di intervenire. Emanuele Amoruso, assessore al Turismo e Spettacolo del comune di Soverato, ha preso la parola visibilmente commosso ed in poche frasi ha rinunciato all'emolumento spettante per la carica di assessore. <<In un momento difficile, nel quale chiediamo alla cittadinanza dei sacrifici dolorosi, la mia coscienza mi impone di rinunciare al compenso di assessore pur continuando, con l'amore che nutro per la mia città, a prestare la mia opera>> ha detto Amoruso. Il momento è stato accolto, in seno ad una seduta discretamente partecipata, con lo stupore generale al quale ha fatto seguito la dichiarazione del Presidente dell'assemblea, Dr.ssa Sonia Munizzi che ha dichiarato: <<Prendiamo atto della dichiarazione dell'assessore Amoruso e la verbalizziamo.>>. In un momento in cui l'opinione pubblica contesta a gran voce i costi della politica, Emanuele Amoruso compie un gesto di responsabilità nei confronti dell'ente e della cittadinanza di cui va dato atto al giovane ed attivo assessore dell'amministrazione Taverniti.

 

Tagliavano e raccoglievano legna a Guardavalle:Tre arresti

Tagliavano e raccoglievano legna a Guardavalle:Tre arresti - 4.5 su 5 basato su 2 voti

arresti guardavalle1Il 25 febbraio, verso le ore 17, i Carabinieri della Stazione di Guardavalle, impegnati nei servizi di perlustrazione e pattugliamento delle zone cittadine e montane di quel Comune, per servizi di contrasto e prevenzione dei reati predatori e contro l'ambiente coordinati dal Comando Compagnia Carabinieri di Soverato, traevano in arresto L. R. classe 1969, L. C. classe 1972 e E. G. classe 1990.
I due uomini ed il giovane erano intenti, in località Monacelle - Casilini, ad asportare circa 6 metri cubi di legname di quercia e di leccio, molto del quale già caricato su due mezzi di trasporto predisposti ad hoc. Ovviamente i tre non avevano alcuna autorizzazione per operare in loco e, ignari della presenza dei militari, continuavano il taglio ed al carico con l'ausilio di motoseghe, asce e con piccoli mezzi di trasporto a motore cingolati per le brevi distanze; insomma un gruppo ben organizzato.
I Carabinieri, intervenuti tempestivamente, non lasciavano vie di fuga ai soggetti, fermandoli e traendoli in arresto, sottoponendo a sequestro gli arnesi descritti in precedenza.
La legna veniva restituita all'avente diritto, la ditta IERACE SAS, aggiudicataria dell'appalto per il taglio boschivo in quella zona, il cui titolare veniva prontamente avvisato dell'accaduto dal Comandante della Stazione di Guardavalle, il giovane Maresciallo Gennaro Borrino.
I tre, di cui uno già conosciuto dai militari per i precedenti specifici proprio per questo reato, venivano sottoposti agli arresti domiciliari presso le proprie abitazioni, in attesa del rito per direttissima che si svolgerà in giornata presso il Tribunale di Catanzaro; lì dovranno rispondere dinanzi la competente Autorità giudiziaria di furto aggravato in concorso.
I controlli, da parte dei Carabinieri, continueranno in modo costante su tutta la zona, non tralasciando neanche le località montane più impervie.

arresti guardavalle2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa