Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Criminalità, Fsp Polizia: statistiche non fotografano la realtà servono più uomini e mezzi

mazzetti 1“L’indice della criminalità pubblicato dal Sole 24 Ore parla di un numero generale di reati in calo, ma le statistiche, molto spesso, non fotografano la realtà, o quantomeno non nella sua interezza, proprio come accade, ad esempio, per i grandi patrimoni. I numeri pubblicati si basano sul numero delle denunce presentate, ma nella top venti delle province con più denunce non ne compare alcuna del sud Italia, dove invece i fenomeni delinquenziali hanno ancora purtroppo una grande diffusione. La prova provata sono casi come quello di Vibo Valentia o di Napoli, per non parlare più in generale di Calabria e Campania, ma anche di altre realtà del paese in cui ancora i poliziotti si misurano con una ferocia criminale senza pari, e con una sottocultura dell’illegalità che ancora vede alcuni vivere sotto il giogo dell’antistato e secondo una mentalità che non spinge i cittadini a stare incondizionatamente dalla nostra parte. Cosa che si aggiunge, oltre tutto, a una triste ‘assuefazione’ alla criminalità e ai reati predatori e a una sicurezza percepita sempre più scarsa, che purtroppo non di rado spinge a non denunciare. Forse in Italia calano i reati di gravità universalmente riconosciuta, come gli omicidi, ma imperversano i reati più odiosi che comprimono la libertà dei cittadini, e comunque quella che semplicisticamente viene definita ‘microcriminalità’ è in realtà ciò che più mette in discussione la vivibilità quotidiana del paese. La verità è che per la sicurezza degli italiani, reale e percepita, perché le loro giornate scorrano serene per le strade, perché le loro case e le loro proprietà siano vigilate, perché bambini anziani e famiglie possano vivere con fiducia e serenità ogni parte della loro giornata dentro e fuori casa, avvertendo la reale vicinanza e prossimità delle Forze dell’ordine, servono molti più uomini, e con un’età molto più bassa, e molti più mezzi. Rispetto al passato, al di là di ogni statistica possibile, possiamo contare su numeri e dotazioni decisamente inferiori e, inevitabilmente, anche la presenza sul territorio è ridotta. Non si possono fare le stesse cose con meno mezzi, e questo è un fatto”. Così Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia, dopo la pubblicazione dall'Indice della Criminalità elaborato dal Sole 24 Ore su dati forniti dal Ministero dell’Interno relativi al 2017.

Martedì 23 ottobre 2018, scuole chiuse anche a Satriano

Satriano piazza Spirito SantoSATRIANO - A seguito del bollettino di allerta meteo prot. Arpacal n.43997/2018 - n. documento 322 del 22/10/2018, che prevede scenari di rischio di livello di allerta ARANCIONE, dalle ore 00.00 sino alle ore 24.00 di domani 23 ottobre 2018, anche il Sindaco di Satriano Aldo Battaglia, con Ordinanza n.19 ha disposto la chiusura delle scuole del suo territorio per la giornata di martedì 23 ottobre 2018. Di seguito l'ordinanza.

La sede del Comune e il Duomo di Borgia si tingono di rosa nel nome della lotta al tumore al seno

Borgia 2BORGIA - La sede del Comune e il Duomo di Borgia si tingono di rosa nel nome della lotta al tumore al seno, il più frequente nel sesso femminile. Su input dell’assessore delegato alle Politiche sociali, Irene Cristofaro, l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Elisabeth Sacco, anche quest’anno ha aderito alla campagna Nastro Rosa con il sostegno del ministero della Salute, associata alla Campagna Internazionale “ Breast Cancer Awareness Month “. L’obiettivo della campagna di sensibilizzazione che si è concretizzata in una partecipata manifestazione nel cuore di Borgia, tenuta venerdì 19 ottobre, con luci e palloncini colorati, è quello di informare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, attraverso la corretta informazione, l'educazione sanitaria e le attività ambulatoriali di prevenzione. “Un ringraziamento particolare va ai ragazzi ed insegnanti della scuola primaria e secondaria di I grado dell’ Istituto Comprensivo “Sabatini” ed all’associazione il “Cenacolo” che hanno aderito alla nostra iniziativa – ha affermato l’assessore Cristofaro -. Questi tumori sono maggiori e più frequenti salendo con l'età oltre i 30 anni, raggiungendo un incidenza massima tra i 45 e i 60 anni, mentre sono rarissimi in donne sotto i 20 anni e rari tra i 20 e i 30, anche se non è impossibile che i tumori al seno si presentino nelle donne giovani under 40 – spiega Irene Cristofaro -. È fondamentale una prevenzione primaria per il cancro al seno caratterizzata da uno stile di vita sano e alcune regole che permettano, per quello che si possa, di prevenire il cancro. Inoltre è basilare una prevenzione secondaria basata su controlli preventivi ciclici e screening specifici allo scopo di arrivare a una diagnosi precoce della lesione tumorale, per migliorare la prognosi mediante un trattamento tempestivo. Nella maggior parte dei casi questo può portare ad una guarigione completa con ovvia riduzione della mortalità. Negli ultimi anni si sta registrando una sensibile diminuzione della mortalità: un ruolo fondamentale è da attribuire alla prevenzione”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa