Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Boom di visitatori allo stand della Regione Calabria alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

BMTA ASS STAND REGIONE CALABRIA 2017Paestum (SA)  – Boom di visitatori allo stand istituzionale di Regione Calabria, durante la prima giornata della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico nella suggestiva location del Parco Archeologico e del Centro Espositivo Savoy Hotel. Ad aprire i lavori presso lo stand istituzionale di Regione Calabria alla BMTA, l’Assessore regionale all'Istruzione e alle attività culturali della Regione Calabria, Maria Francesca Corigliano, incontrando gli studenti dei corsi di Laurea in Scienze Turistiche e Valorizzazione dei sistemi turistico-culturali e Archeologia dell'Università della Calabria, che animano lo spazio dedicato alla Calabria accompagnati dal direttore dei corsi e da alcuni docenti, e omaggiando loro della preziosa Guida Archeologica della Calabria Antica scritta da Mollo, che certamente sarà un ottimo riferimento nel proseguo degli studi considerando le caratteristiche specifiche delle materie oggetto di studio. A seguire, presso la Sala Velia, la presentazione del libro scritto dall’archeologo dell'Università di Messina, prof. Fabrizio Mollo: Guida Archeologica della Calabria Antica. Assieme all’autore, il prof. Gioacchino Francesco La Torre, Docente Università di Messina, e l’Assessore Maria Francesca Corigliano. Non solo una guida ma anche un libro di storia che racconta dell’uomo, sin dalla sua comparsa in Calabria settecentomila anni fa e del suo insediamento. Un appassionato racconto delle civiltà del Mediterraneo che hanno attraversato e popolato la Calabria dalle coste alle aree interne. 13 itinerari raccolti nel volume destinato ai calabresi e ai tanti turisti e visitatori, nazionali e internazionali, che ogni anno scelgono la Calabria quale meta delle loro vacanze grazie ai prodotti turistici offerti dove, quello culturale, è sicuramente diventato il fiore all’occhiello della regione soprattutto perché destagionalizzante e perché contribuisce, anche nei mesi estivi, a decongestionare le coste a favore di un turismo più sostenibile. Grande partecipazione da parte di visitatori, esperti archeologi e studenti, all’incontro organizzato da Regione Calabria in memoria del Prof. Giuseppe Roma, archeologo e docente dell’Università della Calabria, recentemente scomparso. L’Assessore Corigliano, assieme a Adele Coscarella, prof.ssa di Archeologia presso l’Università della Calabria, hanno ricordato i successi accademici e di ricerca del Professore alla presenza della Famiglia Roma. “Non poteva esserci un ricordo più bello e completo, era come avere il prof. Roma, con la sua storia e umanità, presente tra di noi. Grazie per questo ricordo partecipato alla moglie Pina e al figlio Giovanni, che ci hanno concesso questo momento di emozione ma anche di recupero di quello che è stato il percorso di uno studioso che ha speso tutte le proprie energie per l’Archeologia e che ha formato tanti studenti con passione e con competenza.” Conclude l’Assessore Corigliano.

Volley Soverato: scontro diretto in Umbria con la Zambelli Orvieto

Volley Soverato logoPenultima giornata di andata del girone A del Samsung Volley Cup A2 con la squadra del Soverato impegnata nella trasferta umbra contro la Zambelli Orvieto, attuale seconda forza del girone con sedici punti, si tratta di uno scontro diretto per l’alta classifica in quanto le calabresi di coach Bruno Napolitano distano solamente una lunghezza da Orvieto che, ancora, è imbattuta in campionato. Soverato, invece, ha perso una partita, al tie break, contro la capolista Mondovì e domenica contro la Zambelli scenderà in campo con il chiaro intento di cogliere un risultato positivo. Con la qualificazione alla Coppa Italia già in tasca (a fine girone di andata si qualificano le prime sei del girone), le ioniche e le ragazze di coach Solforati si giocheranno la possibilità di accedere direttamente ai quarti di finale che vedranno qualificate le prime due di ogni girone. Tutto aperto, dunque, considerando anche il turno di riposo di Mondovì e poi, nell’ultima partita prima del giro di boa, lo scontro tra umbre e piemontesi. Il Soverato del presidente Matozzo, come sempre, sta preparando nei minimi particolari il prossimo match e, dopo la vittoria meritata e importante al quinto set con Pinerolo, capitan Aricò e compagne da martedì hanno ripreso a lavorare duro sotto l’attenta direzione dello staff tecnico capeggiato da coach Napolitano. Orvieto è reduce da due vittorie pesanti al tie break in trasferta, Pinerolo prima e domenica scorsa in quel di Caserta, e davanti al proprio pubblico non avrà alcuna intenzione di commettere passi falsi; dall’altra parte della rete, però, ci sarà un Soverato agguerrito e determinato come dimostrato sin dall’inizio della stagione. La squadra del presidente Zambelli, dove milita l’ex libero del Soverato Cecchetto, è stata costruita per primeggiare in campionato e puntare a risultati molto importanti; quello umbro è un organico che ha dimostrato il suo valore fino ad oggi e domenica certamente si assisterà ad una bella partita dall’esito non scontato. Il Volley Soverato partirà per il ritiro umbro nella giornata di sabato e domenica mattina sosterrà la seduta di rifinitura che servirà a coach Napolitano per sciogliere gli ultimi dubbi di formazione, viste le varie prove effettuate durante la settimana. Fischio d’inizio al “Pala Papini” alle ore 17 con direzione arbitrale affidata alla coppia Fontini Simone – Brancati Rocco.

Asp Catanzaro: sciopero nazionale di 24 ore per la giornata del 23 novembre 2018

sanitaCatanzaro, - Per la giornata di venerdì 23 novembre 2018 è previsto lo sciopero nazionale di 24 ore del personale della dirigenza medica, veterinaria, sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa del Servizio Sanitario Nazionale, degli Istituti di Ricovero e Cura a carattere scientifico (IRCCS), degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali (IZS), delle Agenzie Regionali per la Protezione Ambientale (ARPA) e delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Nazionale, compresi quelli delle strutture anche di carattere privato e/o religioso che intrattengono un rapporto di convenzione e/o accreditamento con il Servizio Sanitaria Nazionale. Lo sciopero è stato proclamato dall’Associazione sindacale AAROI-EMAC – Associazione Anestesisti e Rianimatori Ospedalieri taliani Emergenza Area Critica, la quale ha precisato che lo sciopero coinvolgerà anche tutti i Medici in Formazione, con particolare ma non esclusivo riguardo a quelli in Anestesia e Rianimazione e in Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza. Allo sciopero hanno aderito le Associazioni Sindacali ANAAO ASSOMED, CIMO, FP CGIL MEDICI E DIRIGENTI SSN, FVM Federazione Veterinari e Medici, FASSID (AIPAC-AUPI-SIMET-SINAFO-SNR), CISL MEDICi, FESMED, ANPO-ASCOTI-FIALS MEDICI, COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE AREE CONTRATTUALI MEDICA E VETERINARIA UIL FPL. Lo sciopero nazionale è stato proclamato per protestare contro, tra l'altro, l'insufficienza del finanziamento previsto per il FSN 2019, l'esiguità delle risorse assegnate al finanziamento dei contratti di lavoro ed i ritardi nei processi di stabilizzazione del precariato. Lo sciopero suddetto interessa i servizi pubblici essenziali, individuati dall'art. 1 della legge giugno 90, n.146 e successive modificazioni ed integrazioni e dalle norme pattizie definite ai sensi dell'art.2 della citata legge n. 146/1990 come modificata e integrata. Lo sciopero potrebbe causare alcuni disagi ai cittadini utenti che devono usufruire dei servizi erogati dall'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro. Al fine di contemperare l'esercizio del diritto di sciopero con il godimento dei diritti della persona costituzionalmente tutelati, nel corso dello sciopero saranno assicurati, dall'ASP di Catanzaro, adeguati livelli di funzionamento dei servizi pubblici essenziali di cui all'articolo 1 della Legge 12 giugno 1990, n. 146 e successive modificazione ed integrazioni, mediante l'erogazione delle prestazioni indispensabili individuate dai Contratti Collettivi di Lavoro, così come interpretati dalla Commissione di Garanzia in sede di valutazione ai sensi dell'articolo 13 della citata Legge n. 146/90 e successive modificazioni e integrazioni. Saranno comunque garantiti i servizi pubblici essenziali, quali l'assistenza di urgenza e il supporto attivo alle prestazioni specialistiche, diagnostiche e di laboratorio compresi i servizi trasfusionali. Per coloro che avessero prenotato esami o visite specialistiche, si consiglia di contattare i singoli reparti interessati per verificare il funzionamento degli stessi. L'ASP di Catanzaro si scusa per gli eventuali disservizi causati, non imputabili alla volontà dell'Azienda stessa.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa