Migliarese: “Montepaone è ripartita, ora è il momento di accelerare”
Menu

Migliarese: “Montepaone è ripartita, ora è il momento di accelerare”

migliareseLa fine dell’anno rappresenta il momento migliore per fare il punto su quanto è stato realizzato negli ultimi dodici mesi e su quanto è già in cantiere per i prossimi. L’amministrazione da me guidata ha appena superato uno snodo cruciale rappresentato dal compimento di metà mandato.
Posso affermare senza tema di smentita che siamo riusciti a tenere fede al primo impegno che ci siamo assunti innanzi agli elettori, garantendo un periodo di stabilità politica che ha permesso a tutti di lavorare con serenità e decisione per il bene di Montepaone. Nell’anno 2017 sono stati raggiunti tutti gli obiettivi che la mia compagine amministrativa si era prefissata.
Nonostante qualche incidente di percorso e delle turbolenze causate da fattori esterni non abbiamo ceduto di un millimetro, tenendo fede al chiaro mandato elettorale ricevuto. Nel mio resoconto parto dai risultati più visibili. Sono ormai giunti a compimento i lavori per la realizzazione del waterfront e di un nuovo tratto di lungomare.
Abbiamo messo mano a strutture che da tempo non ricevevano interventi manutentivi, come il cimitero. Sono stati avviati importati lavori di regimentazione delle acque, ripristino viabilità e pubblica illuminazione nella frazione costiera. Procedono spediti i lavori di riqualificazione del centro storico, anche con la realizzazione di un campo da gioco per i più giovani. Sono stati avviati gli interventi di restauro sulla Chiesa Addolorata.
Siamo riusciti a consegnare agli studenti una storica opera incompiuta: la nuova scuola elementare di via Caracciolo, con la cui ultimazione si sono cimentate più amministrazioni ma che alla fine noi abbiamo reso fruibile per la collettività. Ritengo inoltre che stiamo assicurando una buona qualità nell’erogazione dei servizi, (idrico, depurazione, raccolta rifiuti) intervenendo prontamente sulla criticità, che specie nel periodo estivo, si presentano.
La nostra azione ha poi riguardato una riorganizzazione interna degli uffici, riportando all’interno dell’ente la gestione del servizio finanziario e tributi. Su questa importante sfida si concentreranno i nostri sforzi anche nel 2018. Inoltre abbiamo adottato strumenti in grado di rendere più trasparenti gli affidamenti di incarichi e servizi (albo professionisti, imprese, gara per affidamento manutenzione rete idrica etc).
Ritengo che nel nuovo anno andranno in porto nuovi importanti progetti che la collettività attende da tempo: è già partito l’appalto per il completamento dell’asilo nido che sarà restituito alla collettività nella sua storica funzione. Saranno realizzati interventi di adeguamento strutturale sia sull’edificio che ospita la scuola secondaria di primo grado che la scuola dell’infanzia di via Pelaggi. Ho buoni motivi per credere che il 2018 sarà l’anno in cui a Montepaone prenderà forma il sottopasso ferroviario.
Tutto questo è stato possibile nonostante la costante apprensione per i conti dell’Ente. La cronica mancanza di liquidità, è accompagnata da un importante disavanzo, maturato antecedentemente all’anno 2014 ed emerso grazie ai controlli della Corte dei Conti. Su questo versante siamo impegnati per riportare veridicità nei conti e ripianare gli ingenti debiti che il Comune ha accumulato nelle varie gestioni amministrative.
A tal proposito gli uffici sono già al lavoro per consentire la trasformazione del diritto di superficie in proprietà per le c.d. “aree 167”. L’intervento ha una duplice finalità: garantire maggiori diritti ai cittadini interessati e assicurare un buon gettito per le casse comunali. Sul fronte delle entrate l’impegno dell’amministrazione si concentrerà sul miglioramento della capacità di riscossione mediante una più efficace lotta all’elusione ed evasione tributaria.
Tanto lavoro è stato fatto e tanto è ancora da fare. Lavoreremo con sempre maggiore impegno e determinazione per costruire un paese migliore. Montepaone è ripartita, ora è il momento di accelerare.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa