Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

"MigraMenti" e il Teatro del Carro domani in scena a Tarantella Power

LUCA MICHIENZIBADOLATO - Tarantella Power 2013, il contributo e la partecipazione giovedì 22 agosto del Teatro del Carro e della Residenza MigraMenti con Anna Maria De Luca e Luca Maria Michienzi accompagnati dalle musiche di Sergio Schiavone e Mimmo Audino, in "Prima contu e doppu cantu"
Da settembre scorso il Teatro del Carro Pino Michienzi con il progetto di Residenza teatrale Migramenti ha dato vita a Badolato ad un'attività stabile straordinaria che ha fatto della cittadina jonica un punto centrale di riferimento culturale e sociale per il territorio. Con le costanti proposte della Residenza che hanno coinvolto scuole, associazioni, centri sociali e migliaia di spettatori la cultura a Badolato ha superato la dimensione dell'effimero per diventare un elemento stabile dell'identità di un luogo. Oltre alla attività invernale - che riprenderà il 7 settembre prossimo con la presentazione in prima nazionale della nuova produzione della Compagnia: "Arlecchino Deucalione" che avrà prestigiosa regia di Michele Monetta - la Residenza del Teatro del Carro è, oggi, uno dei soggetti che hanno contribuito al fatto che la manifestazione Tarantella Power di Badolato sia stata riconosciuta come evento storicizzato finanziabile per gli anni 2013 -2014. L'accordo formale sottoscritto fra la Residenza e il Comune di Badolato ha, infatti, indubbiamente e sostanzialmente permesso a quest'ultimo di consolidare la propria posizione nell'ambito della graduatoria prevista dal Bando promosso dalla Regione Calabria.
Nell'ambito del programma 2013 di Tarantella Power domani, alle ore 19, in Piazza del Municipio a Badolato Borgo, la Compagnia Teatro delAnna Maria De Luca Carro presenterà il recital-concerto Prima cuntu e doppu cantu: un percorso spettacolare che unirà la cultura poetica e letteraria della Calabria a quella musicale. Sul palco con Anna Maria De Luca – attrice che per storia professionale e per talento rappresenta da anni una delle indiscutibili eccellenze del teatro calabrese e nazionale – ci sarà Luca Michienzi. Con loro in scena due musicisti "storici": Mimmo Audino e Sergio Schiavone, anime e fondatori del gruppo musicale Marasà. Nello spettacolo i due attori proporranno un testi che Pino Michienzi (l'indimenticato artista fondatore della Compagnia) ha rielaborato a partire da brani di autori calabresi fra cui Costabile e Repaci . Attraverso le parole e i versi lo spettacolo racconterà il rapporto di una terra, la Calabria e dei suoi uomini e donne, con le proprie radici e la propria "anima", la forza, la fatica, le luci e le ombre di una realtà complessa e contraddittoria e, allo stesso tempo, culturalmente e antropologicamente ricchissima. I brani recitati saranno accompagnati dalla voce e dalle corde dei due straordinari musicisti. Mimmo Audino e Sergio Schiavone proporranno un repertorio di brani tradizionali e composizioni originali. Un percorso musicale che, a sua volta, coinvolgerà il pubblico e lo condurrà nelle atmosfere sonore della cultura calabrese e dell'intero sud.
Ma l'apporto della Residenza alla manifestazione promossa dal Comune e diretta artisticamente da Danillo Gatto per l'Associazione A.R.P.A non si limita al solo spettacolo. Grazie alla Residenza, al lavoro quotidiano che il Teatro del Carro svolge ormai da un anno nella gestione e nella valorizzazione del Teatro Comunale quest'anno sarà possibile, per il Festival, svolgere una delle proprie attività didattiche (il seminario sulla Bio-acustica) in un contesto adeguato da un punto di vista organizzativo e logistico.

Celebrazione 22° anniversario della morte dell'Appuntato Renato Lio (FOTO)

Celebrazione 22° anniversario della morte dell'Appuntato Renato Lio (FOTO) - 4.0 su 5 basato su 3 voti

Commemorazione Renato Lio 2SATRIANO - Nella giornata del 20 agosto ultimo scorso, l'Arma dei Carabinieri ha celebrato il 22° anniversario della marte dell'Appuntato Renato Lio, militare che nel 1991, durante lo svolgimento del servizio, perse la vita per mano di un malvivente.
La cerimonia si è svolta in due fasi: la prima, alle ore 10:00, ha visto la deposizione di due corone di fiori (da parte dell'Arma e del Comune di Satriano) dinanzi la lapide in memoria dell'Appuntato in località "Russomanno"; la seconda, alle ore 11:00, ha avuto luogo nella Chiesa Santa Maria della Pace in Satriano frazione Marina, con la celebrazione di una messa.
Presenti i familiari (la vedova ed i due figli), insieme ai vertici dell'Arma dei Carabinieri (il Comandante della Legione Carabinieri Calabria ed il Comandante Provinciale di Catanzaro), ad una folta rappresentanza dei militari della Compagnia CC di Soverato (il Comandante della Compagnia ed i Comandanti delle Stazioni), al personale del Comitato Intermedio della Rappresentanza dell'Arma, all'Associazione Nazionale Carabinieri di Soverato ed al Sindaco del Comune di Satriano.
Il 20 agosto 1991, intorno alle ore 02:30, a Soverato, il graduato, impegnato in pattuglia automontata, in servizio notturno e durante l'espletamento di un posto di controllo stradale, proprio all'altezza della rotatoria oggi denominata in suo onore "Renato Lio", procedeva al controllo di un'autovettura con a bordo tre persone che era giunta a velocità elevata. Le stesse venivano addossate ad un muro di contenimento posto ai margini della strada, per essere perquisite. L'Appuntato Lio perquisiva l'autovettura e, quando si chinò per controllare la parte sottostante del sedile anteriore destro, uno dei tre soggetti si voltava repentinamente e, dopo aver spinto il militare, si impossessava di una pistola occultata sotto il medesimo sedile. L'Appuntato Lio, con determinazione, ingaggiava una furiosa colluttazione. A brucia pelo, il malvivente gli esplodeva contro tre colpi di pistola che furono fatali.
Per tale motivo, il militare, allora in servizio presso la Compagnia Carabinieri di Soverato, fu decorato di Medaglia d'Oro al Valor Civile alla memoria, con la seguente motivazione: "Capo equipaggio di una pattuglia del Nucleo Radiomobile, mentre si apprestava, insieme ad altro graduato, al controllo degli occupanti di una autovettura, veniva improvvisamente raggiunto da numerosi colpi d'arma da fuoco. Benché gravemente ferito, ingaggiava col malvivente una violenta colluttazione da cui desisteva quando, ormai privo di forze, si accasciava al suolo. Splendido esempio di altissimo senso del dovere spinto sino all'estremo sacrificio. Soverato (CZ), 20 agosto 1991".
L'omicidio di Renato Lio, Appuntato dei Carabinieri, ucciso nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio, rappresenta, ancora oggi, l'ennesimo tributo di vite pagato dall'Arma nella incessante lotta alla criminalità organizzata sul fronte calabrese.

Si conclude la settima edizione di "Una voce per lo Jonio"

Una voce per lo jonio finaleCala il sipario sulla 7^ Edizione del Festival "Una voce per lo Jonio". Forti emozioni per tutti i concorrenti che porteranno nel cuore le immagini, le parole ed i consigli del Maestro Vince Tempera e del Produttore discografico Marco Rinalduzzi.

A trionfare nella finale, svoltasi il 17 agosto scorso in Piazza Tropeano a Badolato Marina, sono stati:

Categoria Bambini: Francesca Scicchitano, anni10 di S. Andrea Jonio (CZ)
Categoria Ragazzi: Alice Caracciolo, 13 anni di Palmi (RC)
Categoria Interpreti: Francesco Samarelli, 16 anni di Terlizzi (BA)

Categoria Nuove Proposte- Inediti: Agazio Martinis, 24 anni di Guardavalle (CZ)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa