Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Francesco Fragomele nuovo presidente di “CiCredo”, tante novità e nuova linfa per l'associazione Calabrese

ci credoAlla presenza di una nutrita platea tra associati, curiosi e giornalisti, si è tenuta a Catanzaro l'inaugurazione del nuovo anno sociale per l'associazione socio culturale “CiCredo”. Tante novità all'orizzonte, le più importanti dal punto di vista organizzativo e d'immagine. Viene infatti nominato un nuovo Consiglio Direttivo, capace di garantire un più proficuo lavoro di integrazione sociale e politica dell'associazione sul territorio Regionale. All'unanimità dei soci è stato scelto come nuovo Presidente, in carica per i prossimi sette anni, Francesco Fragomele, il quale, visti i recenti successi elettorali, ha dimostrato eccellenti capacità amministrative ed organizzative.
Nelle more della serata è stato, inoltre, presentato il nuovo simbolo associativo che, pur mantenendo la solita semplicità di carattere, viene aggiornato con un innovativo logo (la Regione Calabria coronata da una fiaccola tricolore) che ha il compito, specifico, di concentrare l'attenzione sulla provenienza storica ed ideale dell'associazione “CiCredo”. Il presidente Fragomele, nel suo discorso di ringraziamento ha dichiarato: “Ci Credo è nata dall'esigenza di descrivere una Calabria orgogliosa e tenace, capace di raggiungere con le proprie forze mete sin ora tenute troppo lontane. Noi proveremo con questo mandato a concentrarci attivamente sullo sviluppo economico, turistico, lavorativo e sulla capacità di fare impresa, al fine di garantire un presente d’innovazione sociale e politica a questa terra.” “La Calabria” ha concluso il Presidente di CiCredo “deve riscoprire il suo carattere tenace, vorace e profondamente unico. Interdipendenza, amore e passione,chiediamo solo questo”.
Al fine di integrare il lavoro associativo con il mondo dei social è stata inaugurata una nuova pagina facebook e twitter. A breve novità sui prossimi incontri ed appuntamenti dell'Associazione CiCredo su tutto il territorio Regionale.

Edoardo Bennato il 7 ottobre in concerto a Falerna

Edoardo Bennato manifestoSarà Edoardo Bennato il protagonista del prossimo appuntamento di “Fatti di Musica 2018”, il prestigioso Festival del Live d’Autore italiano che domenica 7 ottobre approderà nel Centro Storico di Falerna, la nota località turistica del Tirreno calabrese a pochi chilometri da Lamezia Terme, in occasione dei tradizionali Festeggiamenti della Madonna del Rosario. Con il grande cantautore partenopeo, Piazza Ugo Floro che ospiterà l’evento, si trasformerà in un’autentica Arena del Rock. L’inizio è fissato alle 21.30, l’ingresso è libero.
Nell’occasione, Edoardo Bennato riceverà il Premio Riccio d’Argento del Festival diretto da Ruggero Pegna, realizzato dal celebre orafo crotonese Gerardo Sacco, nella sezione “Miti della Musica d’Autore Italiana”.
Il geniale cantautore napoletano, che ha pubblicato fino ad oggi ben trenta album, tra quelli registrati in studio e dal vivo, oltre a ben quattordici raccolte antologiche e due colonne sonore, arriva sull’onda dell’intramontabile successo della nuova edizione di “Burattino senza fili”, uscita a novembre dello scorso anno.
Una edizione speciale dei celebri brani del 1977 arricchita dall'inedito 'Mastro Geppetto', un dvd con filmati storici, un libretto di 32 pagine in cui Edoardo Bennato si racconta. I brani originali sono stati tutti ricantati con l'aggiunta, oltre a Mastro Geppetto, di "Lucignolo" e di "Che comico il Grillo parlante".
Era il 1970, l’anno in cui furono pubblicati i primi due quarantacinque giri di Edoardo: Marylou e 1941. Seguì, dopo una decina di mesi, il terzo, Good bye Copenaghen. Da allora ha scritto vere pagine di storia della musica d’autore italiana: dall’album Non farti cadere le braccia del ’73, a I buoni e i cattivi dell’anno successivo, Io che non sono l’Imperatore del ‘75 e, nel ‘76 La Torre di Babele, con brani storici come Viva la guerra, Quante brave persone, Venderò e l’intramontabile Cantautore. Nel 1977 arriva Burattino senza fili, un autentico capolavoro senza tempo. Tra cantautorato e rock’n’roll, Bennato compone e pubblica un successo dietro l’altro.
Nel 2005 arriva l'album "La Fantastica Storia del Pifferaio Magico", terzo episodio di un'ipotetica trilogia di favole-rock che hanno fatto di Edoardo Bennato uno degli artisti italiani piu' amati di sempre. Il Pifferaio de "La Fantastica Storia del Pifferaio Magico" segue il Pinocchio di "Burattino senza Fili" ed il Peter Pan di "Sono solo Canzonette". Questo album è la prima vera Opera Rock italiana, con la partecipazione di ben diciotto artisti, big della canzone come Jovanotti, Max Pezzali o Piero Pelù.
Nel novembre 2006, dopo i successi mondiali, arriva Peter Pan Il Musical, tratto dal capolavoro di James Matthew Barrie; una produzione totalmente italiana con le musiche
affidate all’estro e all’energia di Bennato, che già si ispirò a Peter Pan per il suo celebre concept-album “Sono solo canzonette”.
Dopo altre fortunate avventure discografiche e live, nel 2015 pubblica il nuovo progetto discografico: “Pronti A Salpare”. E' un album ricchissimo di contenuti: 14 brani in cui Bennato fotografa, con la sua caratteristica ironia, diversi aspetti della nostra società tra cui politica, famiglia, figli, futuro, amore, menzogna senza mai dimenticare le proprie radici. “Pronti a salpare” riceve il Premio Lunezia per il valore musical-letterario. Quella di Edoardo Bennato è una storia musicale leggendaria, giustamente premiata il prtossimo 7 ottobre a Falerna, nella trentaduesima ricca edizione del Festival Fatti di Musica, con il Premio ai Miti della Musica d’Autore.

Il sindaco di Borgia, consegna ha consegnato le chiavi della città alla Madonna di Pompei

madonna di pompei quadro originaleBorgia – 22 settembre 2018. “Consegno, simbolicamente, le chiavi del Comune di Borgia in segno di sudditanza devozionale e di implorazione spirituale e divina. E ringrazio sua eccellenza monsignor Tommaso Caputo per la sua benevola presenza”. Tra fede e tradizione, nella chiesa parrocchiale San Giovanni Battista un importante momento di condivisione comunitaria: il sindaco di Borgia, Elisabeth Sacco, affiancata da Giunta e consiglieri, ha consegnato le chiavi della città di Borgia alla Madonna di Pompei nelle mani dell’arcivescovo del comune campano, monsignor Tommaso Caputo. La solenne consegna si è svolta nell’ambito della Missione mariana Beata Vergine di Maria di Pompei, organizzata dalla Regia Arciconfraternita Maria Santissima del Rosario da ieri fino al 23 settembre. Il fitto programma dell’attesa manifestazione religiosa è partito proprio con l’arrivo del quadro della Madonna di Pompei in località “Madonnina” di Borgia, l’accoglienza e la processione verso la chiesa parrocchiale San Giovanni Battista, e quindi, prima della concelebrazione eucaristica la cerimonia di consegna delle chiavi della città e di una targa a monsignor Caputo da parte dell’amministrazione comunale di Borgia «in segno di profonda gratitudine». “Questa sentita ricorrenza mariana a cui partecipo in veste di primo cittadino è anche una solenne occasione di confronto di tutta la nostra comunità a cuore aperto, proprio perché consumata sotto il Manto accorto della Beata Vergine del Rosario di Pompei. Oggi attraversiamo un momento così difficile da avere realmente perso ogni certezza materiale, ma la nostra comunità è capace di grandi cose proprio perché solida nella fede e nella devozione mariana – ha affermato il sindaco di Borgia -. Così, nel consegnare alla Madre Santa le chiavi della città invoco per ognuna delle nostre famiglie la Sua protezione per le difficoltà che dovremo ancora affrontare con l’augurio, che a partire da oggi, in noi tutti si rinforzi lo spirito di unione coadiuvati dalla preghiera e dalla fede”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa