Sicurezza: Ferro (FdI), a rischio feste popolari e sagre
Menu

Sicurezza: Ferro (FdI), a rischio feste popolari e sagre

Wanda FerroROMA - “La sicurezza dei cittadini è per noi una questione di assoluta priorità, ma non possiamo lasciare che il nostro Paese muoia di una burocrazia che troppo spesso contrasta con il buonsenso e serve solo a evitare doverose assunzioni di responsabilità. Per questo come Fratelli d’Italia ha chiesto al ministro dell’Interno Salvini di mettere mano urgentemente alla circolare Gabrielli che mette a concreto rischio la sopravvivenza di una miriade di feste popolari, sagre ed iniziative che rappresentano tradizioni importanti del nostro Paese oltre che occasioni di attrattività turistica ed economia per i nostri territori, soprattutto nel periodo estivo”. E’ quanto afferma, a margine della conferenza stampa tenuta a Montecitorio da Giorgia Meloni per la presentazione della mozione di Fratelli d’Italia, il capogruppo di Fdi in Commissione Difesa on. Wanda Ferro, che spiega: “Nel corso della mia esperienza di amministratrice ho avuto la possibilità di organizzare grandi eventi come lo storico concerto gratuito di Vasco Rossi a Catanzaro con quattrocentomila persone, così come iniziative di dimensione molto più piccola. So quindi per esperienza che le problematiche in materia di sicurezza di un grande concerto e quelle di una sagra di paese sono ben diverse, e vanno valutate dalle autorità guardando al caso concreto, non tranciate della scure di una circolare che risolve alla radice il problema non consentendo lo svolgimento delle manifestazioni. Le disposizioni del Capo della Polizia che hanno fatto seguito all’incidente di Torino del giugno 2017 sono infatti così stringenti da rappresentare un ostacolo spesso insormontabile per molti organizzatori di eventi che mantengono tradizioni secolari con passione, sacrificio e una ammirevole volontà di preservare l’identità più autentica della propria comunità e del proprio territorio. Lasciare morire queste tradizioni significa togliere all’Italia la sua vera ricchezza”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa