Politica Soverato
Menu

Politica Soverato

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Metropolitana di Catanzaro: al via il bando di gara di 145 milioni di euro

logo Regione Calabria"Metropolitana di Catanzaro, adesso è realtà". E' quanto dichiara l'Assessore alle Infrastrutture e Lavori pubblici Pino Gentile, dopo la recente pubblicazione del bando di gara.
"L'interesse verso la metropolitana leggera non riguarda esclusivamente la città capoluogo che ormai tende ad aprirsi verso l'area di Germaneto ma - evidenzia Gentile - considerate le notevoli caratteristiche del progetto, assume un'evidenza strategica per l'intera Regione. Infatti, quest'opera assicura il potenziamento dei trasporti in tutta la Cittadella Regionale che accorpa i servizi oggi dislocati su diverse sedi: tra Catanzaro città e Catanzaro Lido, il Campus Universitario e la nuova facoltà di Giurisprudenza, il nuovo Policlinico, (comprensivo di polo oncologico) e l'Azienda Ospedaliera. Rappresenta inoltre una realtà che deve necessariamente relazionarsi, oltre che con la parte antica di Catanzaro, anche con l'intera Regione attraverso l'importante snodo infrastrutturale rappresentato dalla nuova stazione delle Ferrovie dello Stato".
"L'iter che ha portato alla pubblicazione del bando di gara è stato d'indubbia complessità anche alla luce della particolare situazione in cui si sono trovate le Ferrovie della Calabria che, pur nelle difficoltà finanziarie e strutturali, hanno avuto tuttavia un ruolo attivo nella definizione dei procedimenti amministrativi posti. In questo contesto ha avuto un importante ruolo il consigliere regionale Fausto Orsomarso, già delegato".
Successivamente al trasferimento della proprietà sociale alla Regione Calabria, proprio allo scopo di uniformare ed accelerare le procedure di realizzazione della metropolitana di Catanzaro a cui si è aggiunta anche quella di Cosenza, il Dipartimento Infrastrutture ha avocato a sé le competenze per la realizzazione dell'opera già affidate alle F.d.C.
Per la metro di Cosenza, intanto, è già stato approvato il decreto che fissa la nuova scadenza per la presentazione delle offerte, ciò per consentire una maggiore partecipazione alle imprese interessate alla realizzazione dell'opera. A giorni, infatti, verrà definita la data per la presentazione delle offerte. Con decreto del Direttore Generale Ing. Giovanni Laganà, è stato nominato Responsabile Unico del Procedimento, l'Ing. Salvatore Siviglia attuale Segretario Generale dell'Autorità di Bacino.
"Ci si è mossi con grande rapidità - continua Gentile - e le azioni messe in campo dall'assessorato hanno consentito di raggiungere questo importante traguardo in tempi brevissimi, poiché il finanziamento dell'opera che usufruisce del contributo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), è stato assentito dalla Commissione Europea, soltanto lo scorso 22 luglio grazie all'impegno dell'assessore Giacomo Mancini".
"La forte sinergia fra Regione, Provincia e Comune di Catanzaro si completerà con la sottoscrizione dell'accordo di programma tra le medesime amministrazioni per l'approvazione del progetto definitivo dell'intervento; ciò consentirà di avviare la progettazione esecutiva ed i lavori immediatamente dopo l'aggiudicazione. Nei prossimi giorni avverrà la stipula dell'accordo che, tra l'altro, avrà valore di permesso di costruire; in questo contesto, il consiglio comunale si è già espresso dando mandato al Sindaco per la stipula dello stesso. Per questo è stato meritorio l'impegno dell'assessore Domenico Tallini che ha sempre dimostrato interesse verso la realizzazione dell'opera".
"A tale scopo, continua l'Assessore, con il Presidente Scopelliti abbiamo già acquisito la disponibilità di Sergio Abramo e Wanda Ferro alla sottoscrizione di questo importante documento. La scelta rivelatasi vincente di velocizzare le procedure per la cantierizzazione delle grandi opere, individuando come soggetto attuatore il Dipartimento, è stata condivisa dal Presidente Scopelliti. Tutto ciò ha consentito ai nostri uffici di muoversi su due direttrici distinte, la prima riguarda la costruzione della Cittadella Regionale (ormai in fase di completamento) e la realizzazione delle metropolitane di Catanzaro e di Cosenza le cui procedure di gara sono stare demandate alla Stazione Unica Appaltante guidata dal Generale Rizzo; la seconda, attiene al finanziamento di centinaia di opere pubbliche, i cui soggetti attuatori sono i Comuni e le Province. Queste direttrici se pur distinte, conclude l'assessore Pino Gentile, convergono verso un unico obiettivo: consentono di generare sviluppo e occupazione, finalità di non poco conto alla luce della particolare situazione attuale".

Davoli: due denunce per truffa assicurativa e simulazione di reato

DAVOLI - I Carabinieri della Stazione di Davoli, al termine di una attenta indagine, hanno denunciato in stato di libertà due proprietari di un bar, che nel mese di dicembre scorso finì, apparentemente inspiegabilmente, tra le fiamme. In particolare, quella notte dell'anno passato, l'esercizio commerciale prese fuoco dall'interno, riportando ingenti danni; i Carabinieri della citata Stazione, comandanti dal Mar. Ugo Albanese, insospettiti da quello che si proponeva come un incendio scaturito da semplice cortocircuito, all'esito del preciso sopralluogo effettuato più volte, anche alla luce del sole, hanno avviato immediate indagini.
Attività d'investigazione che si sono concluse con la denuncia dei proprietari, B. S., classe 1975, e C. A., classe 1978, in quanto responsabili di aver agito con più azioni criminose al fine di trarre ingiusto profitto dalla compagnia assicuratrice, simulando un incendio, che, in realtà, sarebbe stato dolosamente appiccato con liquido infiammabile.
Il monitoraggio e il lavoro investigativo da parte del personale della Compagnia Carabinieri di Soverato, in merito a questa tipologia di reato, continuerà in maniera costante ed attenta nell'ambito di tutta la giurisdizione, per smascherare sistematicamente coloro che, pur ritenendosi furbi, non risulterebbero altro che truffatori.

Arresto per stalking e denuncia per violenza sessuale su minore nel comprensorio

Arresto per stalking e denuncia per violenza sessuale su minore nel comprensorio - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Nella giornata appena trascorsa, in Davoli e Chiaravalle Centrale, la Compagnia Carabinieri di Soverato ha concluso due indagini su reati che, soprattutto in questi tempi, destano particolare allarme e sono sempre fonte di notizie, a volte di cronaca nera.
In particolare, la Stazione Carabinieri di Davoli, comandata dal Mar. Ugo Albanese ed al termine di una attività di indagine immediatamente avviata, ha tratto in arresto M. G., classe 1974 di Davoli: lo stesso, separato dalla moglie da tempo, ha posto in essere, a partire dal mese di agosto 2012, comportamenti esasperati e lesivi di dignità nei confronti della sua ex-consorte. Per questi motivi, il soggetto dovrà rispondere del reato di stalking, scontando i prossimi giorni tra le mura di casa, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, come da ordinanza del G.I.P. di Catanzaro, emessa su richiesta dell'Arma locale.
In Chiaravalle Centrale, inoltre, la Stazione dei Carabinieri, comandata dal Luogotenente Alfredo Anselmo, veniva a conoscenza di un episodio di violenza sessuale, avvenuta in mattinata ed in pieno centro per le vie cittadine, ai danni di una minore di anni 14; immediatamente si avviavano le indagini per addivenire all'identificazione del malfattore, che poco dopo, grazie anche all'identikit effettuato in caserma, veniva riconosciuto dalle Forze dell'Ordine in P.A., classe 1987: lo stesso, infatti, avrebbe palpeggiato il seno della bambina, proferendo frasi di apprezzamento esplicite; dovrà ora rispondere del reato previsto dall'articolo 609 ter del C.P., violenza sessuale su minore.
In entrambi i casi il personale della Compagnia Carabinieri di Soverato, dimostrandosi nuovamente pronta ad intervenire al fianco delle vittime, ha dato pronta risposta, adottando ogni cautela possibile.
E' bene sottolineare che fondamentale risulta, ancora una volta, la fiducia nei confronti dell'Arma dei Carabinieri da parte del cittadino, che non si trattiene dal denunciare questi spiacevoli accadimenti, che, in alcuni casi, possono sfociare in reati ancora più gravi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa