Politica Soverato
Menu

Politica Soverato

Associazione Diritti Minore, commedia di Piero Procopio per il progetto Ospedale Allegro

ass minori commedia procopioCATANZARO - Si chiuderà con una commedia di Piero Procopio la giornata dedicata alla presentazione dei risultati della ‘rete a sostegno del bambino fragile’ e alla loro condivisione con tutti i cittadini. I proventi dello spettacolo di venerdì 23 giugno sosterranno il progetto ‘Ospedale Allegro’ che intrattiene e supporta i bambini ricoverati negli ospedali di Catanzaro. La commedia ‘U figghju ‘e tutti’ andrà in scena presso il teatro Comunale alle ore 21. Per info e prenotazioni, si possono contattare i numeri 334/3432041 e 393/1692898.
Alle ore 17.30, presso lo stesso teatro, l’incontro-dibattito su ‘Una rete a sostegno del bambino fragile’, un complesso di progetti, servizi e iniziative promosse dall’Associazione Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore in sinergia con altre realtà del volontariato locale e con il sostegno di Fondazione con il Sud.
La rete continua a essere attiva e l’associazione è alla ricerca di altre collaborazioni per continuare a costruire una città a misura di bambino. Al momento le iniziative sono articolate in 3 ambiti di intervento: l’interculturalità, il sostegno in ospedale e il supporto alla genitorialità. Per sostenere gli interventi a favore dei bambini, si può anche fare una donazione liberale (cc postale 15189889 intestato ad Associazione Tribunale per la difesa dei Diritti del Minore).
Venerdì 23, dopo i saluti dell’associazione e delle autorità, il presidente Daniela Fulciniti illustrerà i risultati delle iniziative promosse in questi mesi in collaborazione con le associazioni Medici Cattolici - sezione Catanzaro-Squillace, Aquamarina, Sassolini, Multicolore, Misericordia e area assistenza - Agenzia per stranieri.
A seguire l’intervento di Stellario Capillo, medico volontario dell’associazione Medici in Africa, sul tema ‘verso l’integrazione interculturale’. Filomena Monica Paone (assistente sociale), Bruna Marozzo (psicologa) e Rosario Russo (medico chirurgo) interverranno sul progetto ‘un ospedale a misura di bambino: un’avventura, una sfida, un’esperienza importante’. La relazione di Alessandra Mercantini, mediatrice familiare, sarà incentrata su ‘SOS genitorialità: gli adolescenti: figli ribelli... genitori in disagio! Un’indagine, un ascolto attento ed una risposta efficace’.
Alle ore 21 lo spettacolo a cura dell’Associazione Hercules che partecipa alla rete a sostegno del bambino fragile, ‘U figghju ‘e tutti’, commedia brillante in 2 atti di Piero Procopio e Rossella Petrillo (regia di Piero Procopio).
L’Associazione Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore opera a Catanzaro dal 1985. Con una rete a sostegno del bambino fragile, in collaborazione con altre associazioni, ha consolidato le attività messe in campo per i minori e le loro famiglie, in particolare quelle in difficoltà, con iniziative che spaziano dall’ascolto attivo al sostegno in ospedale, dall’integrazione all’affiancamento della genitorialità, per citarne alcune.

Viabilità negata, il 17 giugno giornata di mobilitazione unitaria delle Serre

stradaangitolaIl coordinamento unitario dei comitati, delle associazioni e dei sindaci delle Preserre e delle Serre catanzaresi e vibonesi ha proclamato una giornata di mobilitazione per il prossimo 17 giugno a Serra San Bruno. “Verrà posta con forza - è scritto in una nota di presentazione dell'evento - la grave problematica dell'isolamento viario che coinvolge e penalizza tutti i comuni dell'entroterra, creando danni irreparabili all'economia locale. Le previsioni per l'imminente stagione estiva già registrano un crollo inesorabile del turismo e del commercio nelle nostre aree interne, diventate irraggiungibili per la concomitante chiusura di tutte le principali strade di collegamento e per lo stallo ormai cronico dei cantieri della Trasversale delle Serre. Mesi e mesi di civili proteste popolari hanno, finora, prodotto risposte lentissime e inefficaci da parte delle Istituzioni. Un intero comprensorio, dallo Jonio al Tirreno, si ritroverà, pertanto, nel pomeriggio del 17 giugno a Serra San Bruno per dire con una sola voce: basta! Basta con le promesse, basta con i ritardi”. Nel mirino delle critiche, principalmente, l'Anas, “che da 50 anni non riesce a portare a termine la Trasversale delle Serre” ma anche le Province e la Regione “cui spetta il compito di garantire uguali servizi e diritti a tutti i cittadini”. Le richieste del coordinamento sono semplici e chiare: accelerare la riapertura della 110 e della Vazzano-Vallelonga; concludere velocemente e aprire al traffico i lotti di Trasversale sul lato vibonese, “Monte Cucco” e “svincolo autostradale”; ammodernare, sul lato catanzarese, la Gagliato-Mare; riappaltare la bretella Campo Petrizzi. “La mobilitazione del 17 giugno - conclude la nota - servirà per fare capire che questo territorio d'ora in poi accetterà solo soluzioni concrete, definitive, non semplici dichiarazioni o pezzi di carta, e continuerà a lottare in tutte le sedi, con fermezza e civiltà, per raggiungere i propri obiettivi”.

Controlli preventivi e repressivi della Polizia di Stato nella provincia di Catanzaro dal 24 al 31 maggio 2017

Polizia auto 2CATANZARO - Continua l’attività della Questura di Catanzaro in termini di prevenzione e repressione dei reati, con servizi ordinari e straordinari di controllo del territorio del personale della Squadra Volante, della Squadra Mobile, del Commissariato di Catanzaro Lido, e del Commissariato di Lamezia Terme e della Polizia Stradale, coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine Calabria di Vibo Valentia.
Diciassette, complessivamente, le persone denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per diversi reati. Dieci, con diversi precedenti di polizia, per inosservanza al Foglio di Via Obbligatorio, una per il reato di evasione dalla misura cautelare degli arresti domiciliari, una per detenzione di sostanze stupefacente, una per violazione reiterata nel biennio di guida senza patente, e due in quanto ritenuti responsabili di truffa online.
Personale della Squadra Volante ha denunciato in stato di libertà C.S. classe 1958, perché trovato in possesso sulla pubblica via di un arma propria da punta e taglio, nello specifico un coltello a scatto della lunghezza di 18 cm, che e stato posto sotto sequestro. Un'altra persona invece è stata denunciata alla Autorità Giudiziaria per furto di uno smartphone commesso presso uno dei Centri Commerciali cittadino.

Nei giorni scorsi, inoltre, nell’ambito del progetto denominato “Focus ‘ndrangheta”, con l’impiego di personale delle articolazioni della Questura e delle Specialità, congiuntamente a Funzionari della Direzione Territoriale del Lavoro, è stata condotta su diverse Aziende Agricole, nella provincia, una articolata attività finalizzata al contrasto del fenomeno del lavoro nero e dell’intermediazione illecita di manodopera ( c.d. caporalato ), in tale contesto un cittadino di nazionalità bulgara K. V. classe 1967 è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.

Nell’ambito di ulteriori servizi specifici, sono stati eseguiti controlli a tre attività commerciali operative nel campo dei giochi e delle scommesse, a seguito dei quali sono state elevate due contestazioni amministrative.

Sono stati emessi e notificati tre provvedimenti con ordine di abbandonare il territorio nazionale, rispettivamente a un cittadino egiziano, un marocchino e un maliano.

Durante il periodo in esame, complessivamente sono stati effettuati 156 posti di blocco, controllati 5463 veicoli, di cui circa l’ 80% con il sistema cosiddetto “Mercurio” di lettura e controllo telematico delle targhe. Per violazione al Codice della Strada sono state elevate 253 multe, ritirati
22 documenti e in 6 casi si è proceduto anche al sequestro dei veicoli. Sono stati inoltre rinvenuti e restituiti ai legittimi proprietari due veicoli.

Sono state identificate 6200 persone di cui 45 straniere, effettuati 413 controlli a soggetti sottoposti agli arresti domiciliari o a sorveglianza speciale di P.S.
A seguito di alcuni servizi mirati al contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcoolica, o di alterazione dopo aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope, condotta dalle pattuglie della Sezione della Polizia Stradale di Catanzaro, nell’ultima settimana, sono stati controllati 712 veicoli, identificati 697 persone, sottoposti a fermo amministrativo 4 veicoli, e 7 veicoli a sequestro amministrativo in quanto privi della copertura assicurativa, ritirate otto patenti di guida, di cui quattro per guida in stato di ebrezza, ed elevato 96 sanzioni amministrative al Codice della Strada.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa