Siglato l’accordo tra Comune di Soverato e Asp Catanzaro per il trasferimento dell’ambulatorio dei vaccini
Menu

Siglato l’accordo tra Comune di Soverato e Asp Catanzaro per il trasferimento dell’ambulatorio dei vaccini

Asp Comune per Uffici vaccinali 2SOVERATO – “Un giorno importante per i servizi sanitari non solo della città di Soverato ma per tutto il comprensorio”. Ha esordito così il sindaco di Soverato, Ernesto Alecci, nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a Palazzo di Città in occasione dell’accordo siglato con l’Asp di Catanzaro relativo ai nuovi locali da destinare all'ambulatorio vaccini.
L’ex sede della Polizia Municipale di fronte la stazione ferroviaria infatti, è stata concessa all’Asp di Catanzaro che ristrutturerà i locali per poi trasferire l’Ufficio vaccinazione oggi ancora ubicato a Palazzo di Città.
Presenti alla conferenza stampa, oltre al sindaco Alecci, il Direttore Genarale dell’Asp Catanzaro, dr. Giuseppe Perri, il dr. Giuseppe De Vito - Direttore Dipartimento di prevenzione e direttore unita operativa igiene sanità pubblica -, e il dr. Rosario Raffa - Responsabile Ufficio Vaccinazioni distretto di Soverato.

“Da diversi mesi il Comune – ancora il sindaco - collabora con l’Asp di Catanzaro, per cercare di andare incontro agli utenti ed erogare al meglio i servizi territoriali. Dal 2011, per via di uno stato di emergenza, furono trasferiti due uffici per le vaccinazioni qui a Palazzo di Città con difficoltà per tutti, gli utenti e i medici. Non era situazione congrua – ha proseguito - e dopo diversi incontri con il dr. Perri, che si era da subito adoperato per cercare di risolvere il tutto, siamo giunti a questo accordo. Abbiamo questo immobile davanti la stazione ferroviaria che in parte va ristrutturato – ha spiegato il primo cittadino – e non avendo risorse per risistemarlo, con l'Asp che lo voleva ad un fitto contenuto, abbiamo stabilito un sorta di ‘equo canone’ di circa 1500 euro al mese e, da questo importo, verranno tolti i costi di ristrutturazione che saranno anticipati dall'Asp di Catanzaro. Già da oggi, firmando il contratto di concessione d'uso dei locali, cediamo l'immobile. Il canone annuo – ha annunciato il sindaco – ammonterà a 18 mila euro, scorporando però la manutenzione straordinaria che l'Asp anticiperà e che quindi, nei primi anni, vedrà un canone annuo minore.”

Il dg Perri, prendendo la parola, ha innanzitutto auspicato “di trovare sempre un interlocutore attento ai problemi socio sanitari come il sindaco di Soverato, in quanto il servizio viene erogato in locali che così non sono consoni.Asp Comune per Uffici vaccinali 1 In base ai requisiti minimi fissati da un decreto del Commissario ad acta – ha spiegato Perri - l'ufficio vaccinazioni deve avere determinate caratteristiche. Una volta effettuati tutti i lavori di ristrutturazione di questi locali, ciò porterà all'accreditamento ed avremo quindi tre centri vaccinali di riferimento conformi ai requisiti previsti, con Soverato che si aggiungerà a Catanzaro e Lamezia. Per noi – ha proseguito Perri - è importante avere a disposizione questo stabile comunale ed entro la fine dell’anno, a lavori ultimati, per il comprensorio di Soverato ci sarà a disposizione una struttura idonea e funzionale. Il momento delle vaccinazioni è topico e promuovere anche una cultura delle vaccinazioni è importante. Ci saranno i vari box vaccinali e situazioni di maggiore confort anche per i genitori che porteranno i bambini.”
Il Dg Perri, ha anche annunciato che “c'è l'idea di costruire un distretto socio sanitario a Soverato per concentrare tutti i servizi e, anziché pagare i fitti dei locali – ha detto – cercheremo di impiegare queste somme per costruire un nostro edificio che rimarrà così all’azienda e servirà un vasto comprensorio. Ritengo che questa sensibilità dell'amministrazione comunale – ha concluso - unita alla nostra volontà, consentirà di avere un'azienda sanitaria migliore. La cosa importante è che noi oggi, con questa firma, ci mettiamo a lavorare per terminare il tutto entro l'anno e trasferire l'ufficio vaccini da Palazzo di Città agli ex locali della Polizia Municipale di fronte la stazione ferroviaria.”

Il dr. Giuseppe De Vito, nel suo intervento, ha sottolineato l’importanza di questa giornata “visto il ruolo che rivestono i servizi vaccinali. Grazie all'amministrazione comunale ed ai nostri tecnici ed infermieri – ha detto - che si sono sacrificati in modo encomiabile in questi anni. Una volta che questi locali saranno ristrutturati, Soverato diventerà il polo centrale delle vaccinazioni di tutto questo comprensorio.”

E’ intervenuto anche il dr. Rosario Raffa che, ringraziando tutti, ha anche sottolineato il fatto che “come operatori del servizio, lo implementeremo alla luce anche del nuovo piano nazionale dei vaccini. Abbiamo aperto in due sedute straordinarie – ha affermato - due ambulatori finalizzati alla vaccinazione contro la meningite. Come calendario vaccinale la Calabria ha voluto percorrere la strada della prevenzione.”

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa