Trasversale delle Serre, il Comitato: la Provincia s'impegni per la Gagliato-mare
Menu

Trasversale delle Serre, il Comitato: la Provincia s'impegni per la Gagliato-mare

provinciale“Chiediamo alla Provincia di Catanzaro di investire sull'ammodernamento e la messa in sicurezza della strada provinciale cosiddetta Gagliato-mare”. E' il contenuto di una nota indirizzata dal Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato” al presidente dell'ente intermedio, Enzo Bruno. Il senso della richiesta è emerso nel corso della recente assemblea pubblica del sodalizio che lotta per sbloccare i lavori di realizzazione della superstrada Jonio-Tirreno. “Allo stato attuale - scrive il Comitato - la Trasversale delle Serre, in provincia di Catanzaro, si ferma all'altezza di Gagliato. Da fonti Anas, più volte riprese dagli organi di stampa, questo capolinea è destinato a rimanere tale ancora per qualche secolo, stante l'assenza della necessaria copertura finanziaria per ultimare il tronco di collegamento con la statale 106. Pertanto, evidentemente, l'attuale tracciato della cosiddetta Gagliato-mare rimane l'unico raccordo esistente con la Trasversale delle Serre”. “Per le sue caratteristiche strutturali - prosegue la nota - oggi la provinciale Gagliato-mare non consente il transito di autobus e mezzi pesanti. Un handicap di non poco conto per le prospettive di sviluppo turistico e commerciale delle aree interne. A questo bisogna associare i concomitanti divieti che interessano la Campo Petrizzi-Gagliato e, più a monte, la Don Diego di Chiaravalle Centrale. In pratica, nessun camion o pullman può raggiungere le Preserre e le Serre dalla costa jonica, se non tentando di eludere i controlli delle forze dell'ordine o percorrendo itinerari particolarmente lunghi e tortuosi”. “Appare del tutto inutile attendere l'Anas e la sua elefantiaca burocrazia - conclude il Comitato. - Una soluzione immediata c'è ed è legata proprio all'utilizzo della Gagliato-mare, già oggi particolarmente preziosa per questo territorio. Si richiede, pertanto, l'avvio di un radicale e urgente progetto di riqualificazione della strada in questione, confidando nella proverbiale sensibilità dell'ente preposto e dei suoi vertici politico-amministrativi”.

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa