Logo
Stampa questa pagina

Trasversale delle Serre e nuove inaugurazioni, due domande all'Anas

8“La lunga telenovela della Trasversale delle Serre si arricchisce di un nuovo episodio che potremmo, ironicamente ma non troppo, intitolare: la farsa di Monte Cucco”. Lo scrive, in una nota, il Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”. “Siamo ovviamente felicissimi per lo sblocco, anche se per ora solo a parole, di due cantieri fermi da mesi e mesi sui quali la nostra azione di protesta è documentata, incessante, quotidiana, e non certamente legata a fugaci passerelle retrò di dubbio gusto. Ma quello che adesso vorremmo vedere sono soprattutto i fatti, cioè le ruspe e gli operai, non i comunicati stampa. E vorremmo anche chiedere all'Anas - prosegue il sodalizio di cittadini - per quale strana congiuntura astronomica la doppia inaugurazione del chilometruzzo di Monte Cucco e dello svincolino di Vazzano sia andata a slittare giusto di un anno. Guarda caso, proprio a ridosso delle elezioni. Tutto per la felicità di qualche politicuccio locale che oggi gongola come un bambino, forse preso dalla sindrome del Marchese del Grillo (io sò io, e voi...). Insomma, aprile 2018, solo una fortunatissima coincidenza? Così, a pensar male, sembra quasi fatta apposta per tagliare qualche nastro prima del giro di poltrone in Parlamento... Stiamo, peraltro, parlando di tratti piccolissimi, già quasi conclusi, e non certo del grosso dell'opera, ancora molto lontana dal definirsi. Ricordiamolo: a Monte Cucco e a Vazzano mancavano solo la segnaletica o poco più. Certo, si dirà, l'Anas non poteva immaginare che la ditta incaricata fallisse tutto d'un colpo, abbandonando il cantiere proprio sul più bello! E però, a tale proposito, sorgono spontanee altre due domande. Adesso, per completare l'intervento, si spenderà un altro milioncino di euro, circa. Soldi extra presi da dove? Chiaramente, sempre dalle tasche dei soliti contribuenti. Quei cittadini ai quali l'Anas non vuole dare le carte, cioè gli atti che ricostruiscono la vera storia di questa vergognosa incompiuta. Qualcuno pagherà per quanto è accaduto a Monte Cucco e a Vazzano? In altre parole, saranno individuati dei responsabili? O resteranno anche stavolta lettera morta le durissime parole dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac) sulla Trasversale delle Serre che, qualche annetto fa, evidenziava, testualmente, le incongruenze di un pezzo d'appalto caratterizzato da molteplici lacune di natura progettuale, di esecuzione e di gestione, ciascuna delle quali di per se non decisiva ma nell'insieme tali da determinare un abnorme incremento delle opere e la notevole protrazione del tempo contrattuale? Una gestione disfunzionale che, sempre secondo l'Anac, in quel caso specifico aveva generato una notevole incremento del costo finale delle opere, non ancora definito, oltre alle diffuse carenze progettuali. In attesa che una qualche autorità chiarisca anche questi aspetti, il Comitato continua e continuerà la sua battaglia, tutti felici e contenti che un'opera attesa da cinquant'anni vada gradualmente avanti”.

Articoli che potrebbero interessarti

Ultimi da Redazione

© Associazione Culturale Soveratiamo All rights reserved. Associazione Culturale “Soveratiamo” P.Iva:03365610793 Iscrizione Registro Stampa n.7/2012 Presso Tribunale di Catanzaro info@soveratiamo.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa