Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Sellia, concluso il progetto del Servizio civile promosso dal Comune in collaborazione con il Centro Studi Futura

I ragazzi del servizio civileSELLIA - «E’ stata un’esperienza bellissima, che ripeteremo anche per il 2019». Così il sindaco di Sellia, Davide Zicchinella, ha salutato la conclusione del progetto del Servizio civile promosso dal Comune in collaborazione con il Centro Studi Futura, lanciando al tempo stesso il nuovo progetto previsto per il prossimo anno. Zicchinella ha tracciato un bilancio delle tantissime attività messe in campo con 16 ragazze e ragazzi di Sellia, che hanno animato il borgo in provincia di Catanzaro erogando servizi fondamentali per la comunità ma facendo anche animazione e contribuendo a fare del paese un gioiello e un modello culturale e sociale conosciuto anche al di fuori de confini regionali. «Con i giovani del progetto del Servizio Civile – ha detto il sindaco – abbiamo davvero fatto molte cose insieme. Voglio ricordare il loro straordinario e impagabile impegno nella cura del verde pubblico, nella manutenzione delle strade interpoderali, nel ripristino delle strutture comunali, nell’assistenza agli anziani, nella consegna a domicilio in favore delle fasce deboli della società di farmaci, esami clinici, spesa. E poi i tanti eventi di carattere culturale che hanno caratterizzato un 2018 straordinario, come l’inaugurazione del museo della Scienza, il recupero di un vecchio frantoio, l’apertura di una ludoteca, il doposcuola e la palestra gratuiti, le mostre, i convegni, e raccolte di fondi per cause giuste,, l’accoglienza agli studenti in visita al nostro borgo, la presentazione di libri, la promozione delle eccellenze e delle bellezze di Sellia, le attività social confluite nella creazione di siti internet e pagine facebook, In due anni – ha ricordato ancora Zicchinella – abbiamo approvato, grazie anche al loro aiuto, ben 38 progetti, e questo in una realtà di 500 abitanti. Un autentico record. In sintesi, un anno intenso, proficuo, movimentato, bellissimo, perché quando si liberano energie sopite e non utilizzate, come abbiamo fatto a Sellia, è sempre un bene». Grazie anche allo straordinario risultato del primo progetto di Servizio Civile, il sindaco guarda già avanti: « A chi ha concluso in questi giorni il progetto va il mio grazie per aver fatto tanto e ben oltre il dovuto per il nostro amato borgo, per la sua crescita culturale, sociale, ambientale. Ma questo – ha concluso Davide Zicchinella - è solo l'inizio, perché il meglio deve ancora venire e non vogliamo disperdere questo patrimonio. Possiamo provarci. Intanto a metà gennaio partiranno i nuovi progetti. Continueremo questa avventura e daremo opportunità di lavoro anche a ragazzi di altri paesi».

Catanzaro, varietà della dieta: un corso per tutelare la salute

LOCANDINA1“Varietà della dieta lungo l'intero arco della vita: un sistema per tutelare la salute, un sistema per conoscere e consumare gli alimenti”. E' il titolo del corso Ecm in programma il prossimo 15 dicembre presso il Complesso Monumentale del San Giovanni, a Catanzaro, con inizio dei lavori fissato alle ore 8.30. L'iniziativa formativa, promossa dall'associazione “Studio Assistenza Ricerca For Life”, ha come responsabili scientifici il prof. Santo Gratteri e la prof.ssa Carmela Colica ed è destinata alle seguenti figure professionali: medico chirurgo, infermiere, infermiere pediatrico, dietista, biologo, farmacista, psicologo, tecnico sanitario laboratorio biomedico. Il corso vuole essere un utile strumento formativo e di confronto per tutti quei professionisti ed operatori del settore sanitario e forense/legale che desiderino acquisire competenze e conoscenze idonee ad approfondire le tematiche interdisciplinari integrate necessarie al lavoro terapeutico nei disturbi dell’alimentazione e della nutrizione e della loro tutela della veridicità delle prescrizioni. Nell’attuale corso è finalizzata anche la preparazione e strutturazione di un successivo evento che seguirà successivamente dove potranno trovare sbocco differenti realtà organizzative orientate alla produzione, distribuzione e preparazione degli alimenti e nel contesto alla prevenzione e/o al trattamento integrato multidisciplinare dei disturbi dell’alimentazione e della nutrizione, nonché acquisire competenze spendibili in abito delle proprie competenze professionali, confrontandosi con le aziende di produzione e di distribuzione degli alimenti. D'altra parte, se è fondamentale produrre bene, è altrettanto fondamentale poterlo dimostrare, come è fondamentale avere la sicurezza e la garanzia di potere consumare gli alimenti per avere la garanzia della propria salute e potere diffondere la nuova cultura del sapere alimentarsi. Agenzia Provider: Service Management Srl. Info e contatti: 0967.770602.

Associazione Basta vittime Ss 106 vince il “Good Lobby Awards”

jghy20181213151681400 1Ha avuto luogo ieri sera a Bruxelles la cerimonia di Premiazione per il premio “Good Lobby Awards 2018” instituito da The Good Lobby. Il Premio (suddiviso in 7 diverse categorie), celebra l’impegno democratico di associazioni, singoli individui, gruppi di cittadini o imprese sociali, riconoscendo le iniziative e le azioni innovative che rendono migliori le nostre comunità in termini di democrazia, giustizia sociale e accesso universale ai diritti e che riescono a vincere le difficoltà di un intero continente promuovendo cittadinanza attiva e coesione. I “Good Lobby Awards” sono, quindi, una celebrazione annuale di progetti, iniziative e campagne guidate da cittadini impegnati a fare pressioni per il cambiamento ma è anche un momento in cui vengono esaltate esperienze, individui provenienti da diversi percorsi di vita e organizzazioni che hanno sostenuto con successo il cambiamento sociale. The Good Lobby ha premiato l’Associazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” già finalista del “Good Lobby Awards 2018” nella categoria “Citizen Lobbyists Award”. È stato quindi premiato “il lavoro e gli sforzi compiuti per il progresso del bene pubblico e per l’impatto sociale del lavoro svolto, l’impegno innovativo e di forte impatto con le autorità locali e nazionali, la collaborazione creativa e la condivisione delle competenze nella società, l’impegno e dedizione eccezionali per l'interesse pubblico che riteniamo giusto riconoscere e premiare”. «Sono davvero felice – afferma Tino Marino componente del Direttivo dell’Associazione – perché non avrei mai immaginato che in un Continente intero, tra 28 stati membri dell’Unione Europea ed una popolazione di 750 milioni di abitanti potesse vincere un’Associazione calabrese. Questo significa che evidentemente c’è qualcosa di buono e che merita anche in Calabria ed è per certi versi paradossale che ciò sia riconosciuto al di fuori della nostra Regione». «Inoltre vorrei far notare – conclude Tino Marino – che tra migliaia di Associazioni che hanno partecipato e che operano in ogni ambito (clima, diritti umani, accoglienza, ecc.), viene premiata una Associazione che difende il diritto alla mobilità: un pilastro fondante dell’Unione Europea». «Questo premio non è solo nostro – dichiara Fabio Pugliese, presidente dell’Associazione – ma vorrei condividerlo con le Istituzioni e con quanti le rappresentano che in questi anni, insieme a moltissimi cittadini, a diversi politici ed all’Anas Spa ed a chi la rappresenta ad ogni livello ci hanno permesso di cambiare molte cose. Questo premio è anche delle scuole: dirigenti, professori, ecc. che ci hanno permesso di realizzare azioni molto importanti per la sicurezza stradale. Infine, questo premio è soprattutto degli imprenditori: quelli che ci sostengono e ci permettono di fare molte iniziative». «Vorrei dedicare questo premio – conclude Pugliese – a nome dell’intera Associazione ai Familiari, ai parenti ed agli amici tutti di Barbaro Borrello, una donna di 57 anni, l’ultima vittima della S.S.106 che proprio ieri ci ha lasciati dopo giorni di agonia nell’Ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro dove lavorava come operatrice socio-sanitaria nel reparto di Chirurgia ed era apprezzata e stimata da tutti e, tramite lei, dedico questo premio, anche a nome dell’intera Associazione, a tutte le vittime della S.S.106 ed alle loro Famiglie. Non è retorica questa dedica – conclude Pugliese - perchè noi sappiamo bene qual è il loro dolore e siamo consapevoli che per tutte queste Famiglie, tra pochi giorni, non ci sarà nessuna festa del Natale. A loro quindi il nostro pensiero e la dedica sincera di questo premio».

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 13 Dicembre 2018

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa