Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

I Carabinieri di Soverato arrestano un uomo per violenza sessuale nei confronti delle figlie

Carabinieri 1SOVERATO - Un uomo di 51 anni, residente nel comprensorio soveratese, è stato arrestato oggi dai Carabinieri della Compagnia di Soverato. L'uomo è stato oggetto di un'indagine condotta dalla Procura di Catanzaro e scaturita da una segnalazione fatta al 112. Secondo le accuse l'uomo avrebbe più volte sottoposto le figlie, una delle quali minorenne, a violenze sessuali all'interno delle mura domestiche. 

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Catanzaro Siano, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Regione: chiusi i programmi operativi comunitari 2007-2013

Mario Oliverio pres RegioneIl Presidente della Regione, Mario Oliverio, commentando i risultati dei programmi operativi comunitari 2007/2013 ha detto: "Il lavoro che abbiamo fatto in questi anni per evitare alla Calabria la perdita di consistenti risorse comunitarie dei programmi 2007/2013, ha dato buoni risultati. Siamo riusciti infatti a mettere al riparo il complesso delle risorse FESR, andando oltre il target previsto, ed a contenere notevolmente i danni che a fine 2014 si annunciavano per il Fondo sociale europeo. E' stato un percorso faticoso che ha richiesto un impegno costante e silenzioso, che ha consentito il recupero di un rapporto credibile con la Commissione europea e con il Governo nazionale. Un risultato- ha detto ancora Oliverio - che è stato possibile grazie al lavoro del Dipartimento programmazione e del Dipartimento Lavoro e politiche sociali, in collaborazione con le strutture regionali competenti per l'attuazione delle misure, a cui abbiamo chiesto un impegno straordinario, in sintonia con il nostro metodo di governo".

Entro il prossimo 31 marzo saranno trasmessi alla Commissione i rapporti finali di esecuzione, i pareri dell'Autorità di Audit, le domande finali di pagamento. I dati ad oggi registrati sono i seguenti: Il POR FESR 2007/2013 registra un livello di spesa certificata pari a circa 2,070 miliardi di euro a fronte di un target pari a circa 2 miliardi. Il superamento del target e quindi il pieno assorbimento delle risorse è maturato grazie alle misure attuate dall'amministrazione regionale, a partire dagli indirizzi che la Giunta ha definito nella DGR n.26 del 24 febbraio 2015, volte all'accelerazione della spesa da parte di beneficiari finali. La progressione della spesa negli ultimi due anni è stata particolarmente intensa, con un incremento di oltre 1,2 miliardi rispetto alla domanda di pagamento di ottobre 2014 (pari a 863 milioni di euro), realizzato anche grazie al superamento della sospensione dei pagamenti, nell'aprile 2015, dovuta a irregolarità riscontrate negli anni precedenti. Il target è stato raggiunto già a metà febbraio 2017, con largo anticipo rispetto alla tempistica, consentendo così all'amministrazione regionale di completare tutti gli adempimenti in materia di controllo entro i termini previsti.

Il POR FSE registra un livello di spesa certificata pari a circa 524 milioni di euro a fronte di un target pari a circa 573 milioni. Lo scarto è dovuto all'applicazione di una rettifica finanziaria, operata dalla Regione e condivisa con gli organismi di controllo comunitari, a causa di carenze e irregolarità nel sistema di gestione e controllo, rilevate dalla Commissione nell'autunno del 2014 e imputabili a procedure di selezione degli anni precedenti. Con l'insediamento della nuova amministrazione, è stata avviata una fitta interlocuzione con la Commissione per superare i rilievi segnalati ed è stata effettuata una approfondita analisi dello stato di attuazione del programma che ha portato a una rimodulazione, nel settembre 2015, grazie alla quale sono stati messi in sicurezza circa 117 milioni, attraverso la finalizzazione nel Piano di Azione e Coesione. I dati di chiusura ed i dettagli sull'attuazione saranno oggetto di una conferenza stampa che si terrà martedì prossimo nella sede della Cittadella regionale.

Il presidente della Provincia Bruno riceve il nuovo delegato provinciale del Coni Giampaolo Latella

Bruno LatellaCATANZARO – 29 MARZO 2017. Praticare sport è diventata una necessità biologica e psichica per l’equilibrio della vita, che coinvolge aspetti fondamentali come la salute, l’educazione, la socialità. L’attività fisica intesa come sport di base, pertanto, dovrebbe costituire un diritto fondamentale di tutti i cittadini. E per questo, le istituzioni, non solo per quelle che operano in questo ambito specifico, dovrebbero fare in modo che praticare sport sia un’opportunità alla portata di tutti. E’ quanto è emerso nel corso del cordiale incontro che il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, ha avuto questa mattina con il nuovo delegato provinciale del Coni, Giampaolo Latella, succeduto nei giorni scorsi all’avvocato Cinzia Sandulli.

Nell’assicurare la massima collaborazione all’attività del Coni, il presidente Bruno ha evidenziato che la Provincia di Catanzaro detiene la proprietà della maggior parte delle strutture sportive del territorio di competenza, ed è pronta a supportare le iniziative finalizzate alla promozione di ogni settore sportivo capace di stimolare le giovani generazioni all’insegna dei principi che muovono lo sport e dovrebbero essere alla base della convivenza quotidiana.

Latella ha rimarcato l’importanza dell’attività motoria, specie nell’età evolutiva, come azione di prevenzione oltre che occasione di valorizzazione di capacità e peculiarità personali che nello sport possono potenziasi in maniera sana, senza tralasciare l’aspetto dolente delle tante difficoltà economiche che ostacolano la realizzazione di progetti fondamentali per la promozione delle attività sportive. Il neo delegato provinciale del Coni ha registrato con soddisfazione la disponibilità del presidente Bruno anticipando l’intenzione di organizzare importanti manifestazioni sportive nel territorio del Capoluogo, anche con il prezioso sostegno dell’Amministrazione provinciale. Al termine dell’incontro, il presidente Bruno ha voluto regalare a Latella una cresta che riproduce l’effigie della Provincia, ricevendo in dono un gagliardetto del Coni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa