Francesco Gioffrè
Menu

Francesco Gioffrè

Promozione gir. B: colpaccio del Davoli, battuta la capolista Taurianovese

DAVOLI CALCIO FOTO MASSIMO FONTANADAVOLI – Una grande prova collettiva permette allo Sporting Davoli (nella foto di Massimo Fontana) di cogliere tre importantissimi punti per la corsa alla salvezza, e lo fa nella sfida apparentemente più difficile, visto che al "Comunale" è la capolista Taurianovese l'ospite di turno. La formazione giallo-rossa, però, "ci lascia le penne" nell'anticipo della ventitreesima giornata, appannaggio di un grandissimo Davoli che, per contro, regala una grandissima gioia ai suoi tifosi, vincendo per 2-1. La situazione la sbloccano i padroni di casa all'11' del primo tempo, quando Graziano Crispino batte il portiere ospite Spingola con un preciso colpo di testa su cross di Ranieri. La partita è aperta ad ogni possibile soluzione, ma nella ripresa il solito Rudy Ranieri mette la firma sul raddoppio giallo-verde, con un gol su assist di Lombardo. Sembra fatta, ma un generoso calcio di rigore accordato agli ospiti viene trasformato dal taurianovese Babuscia a 10' dal termine, per mettere ancora più ansia ai tifosi locali i quali, però, scaricano la propria esultanza al triplice fischio, per tre punti pesantissimi che riaprono il campionato.

Francesco Gioffrè

Volley, I DIV. Femminile: batticuore Davoli, superata al tie-break la Ludens Catanzaro

Volley, I DIV. Femminile: batticuore Davoli, superata al tie-break la Ludens Catanzaro - 5.0 su 5 basato su 2 voti

Pallavolo Davoli-Ludens CZ 1SANT'ANDREA SULLO JONIO: Due ore e mezza di pura adrenalina al Palazzetto dello sport andreolese nel big-match della sesta giornata di Prima Divisione femmile, girone unico, disputato tra la Pallavolo Davoli e la Ludens Catanzaro. Finisce 3-2 per le padrone di casa, che finalmente sfatano il tabù tie-break dal quale, nella scorsa stagione, sono arrivati solo dolori nelle gare disputate di fronte al proprio pubblico. Vincere partite come queste potrebbe significare qualcosa di positivo, anche se è troppo presto per fare previsioni visto che c'è ancora davanti il girone di ritorno, e la successiva "lotteria" dei play-off. Quel che è certo, però, è che le ragazze di coach Lentini sembrano avere il piglio della grande squadra in questa stagione; pur non giocando sempre in maniera perfetta, infatti, riescono comunque a fare la loro bellissima figura, e a trovare meritatamente risultati importanti. "Starting six" di partenza per Davoli un po' diverso dal solito; Elisa Nisticò e Antonella Martino centrali, la giovane Angela Messina e Cristina Costa in banda, Giada Catalogna al palleggio, Anna Gidari opposto. Risponde la Ludens allenata da Francesco Lo Forte con le due schiacciatrici Fabiola Citriniti e il capitano Patrizia Trimarchi, Martina Santise al centro, Ludovica Ammirato alzatrice, Greta Ammirato "fuorimano", Maidano libero. Primi scampoli di partita "livellati", con entrambe le compagini che si alternano in errori e belle giocate. Le ospiti, però, sembrano essere più "in palla", mentre per Davoli è Antonella Martino a "tenere in piedi la baracca", realizzando punti importanti.

Le azzurre vengono fuori poco a poco e, con Costa e Nisticò, firmano il primo sorpasso (9-7). I capovolgimenti di fronte, però, sono continui, e le nero-rosse catanzaresi si riscattano con Trimarchi e Citriniti, autrici di belle schiacciate. Nel Davoli bene anche Gidari, e ancora una volta Nisticò e super-Martino martellano la difesa avversaria. Entrano in campo anche "Lella" Chiaravalloti e l'altra under, Serena Zangari, rispettivamente al posto di Costa e Messina; nel finale di primo set, le "Lentini girls" approfittano di clamorose ingenuità difensive della Ludens, e si portano sull'1-0 (25-21).

Stesso copione nel secondo set, con i sestetti che restano invariati rispetto al via; qui il Davoli parte con il freno a mano tirato, per la gioia di Trimarchi e compagne che si portano sullo 0-3. Si risveglia, però, l'orgoglio davolese e si torna in parità; l'equilibrio, sembra nuovamente spezzarsi, e la Ludens inizia a macinare punti, ancora una volta con Trimarchi e Santise (14-18). Lentini, al time-out, getta nella mischia nuovamente Serena Zangari e Chiaravalloti, ed è proprio quest'ultima, con la maglia numero 25, a riportare la parità. Un ace di Catalogna porta il punteggio sul 22-20, ma proprio nello scatto decisivo la Ludens reagisce da grande, e regala al pubblico un finale thriller, riuscendo a strappare il pareggio sul 24-26.

Nel terzo set, Lentini opera dei cambi, e decide di "lanciare" il capitano Angela Ranieri al centro in luogo di Nisticò, e Chiaravalloti al posto di Costa. Pallavolo Davoli- Ludens CZ 2Stesso scacchiere tattico, invece, per Lo Forte, che di tanto in tanto inserisce Ludovica Racinelli, alternandola al libero Maidano. E' ancora la Ludens a recitare la parte del leone, con una grintosa Trimarchi in grande spolvero, che firma anche un ace. Davoli, però, non ci sta, e recupera trovando poi il 6-6 con un punto da servizio di Gidari. Ancora una volta è l'equilibrio a farla da padrone, in cui piccoli cali di concentrazione reciproci vengono rimediati con spettacolari schemi offensivi, e salvataggi miracolosi. Le azzurre riemergono nuovamente con una straordinaria Martino, sicuramente la "girl of the match" di questa partita, e con Chiaravalloti, che finalizzano i punti decisivi per il nuovo vantaggio davolese.

Si va al quarto set, con le stesse formazioni del terzo. Questa volta è il team azzurro della presidentessa Emilia Raimondo a dettare legge nelle prime battute, e le ragazze appaiono maggiormente determinate a cercare la vittoria, mentre le ospiti, per contro, cominciano a sbagliare più di prima. Ennesimo ribaltone, però, a metà set, con gli attacchi delle locali che, improvvisamente, diventano sterili ed imprecisi, permettendo alle ospiti di risalire la china. Le due difese, nel frattempo, continuano a superarsi, in particolare con le davolesi Catalogna, Chiaravalloti e Messina, che si esaltano in spettacolari bager. La Ludens si rifà sotto; prima si porta sul 14-14, poi va sul 17-21. Davoli sotto shock che cerca di reagire, riaprendo parzialmente la contesa, per poi vederla nuovamente chiudere dalle catanzaresi che, sul 22-25, rimandano tutto al tie-break.

Nei "rigori della pallavolo", Lentini ripropone le stesse ragazze del primo set, così come il collega Lo Forte. Si parte, ed è un serratissimo punto a punto, prima di regalare un finale al cardiopalmo alle due tifoserie che incitano, con tutta la voce che hanno, le rispettive beniamine: la Ludens spreca il primo match point (13-14), poi fa lo stesso Davoli (15-14), ma alla fine sono le azzurre a trionfare sul 17-15, facendo esplodere l'euforia del pubblico locale, per una vittoria che Lentini definisce "molto importante", perché regala il terzo posto con 8 punti all'attivo (e una gara da recuperare), a -1 dalla Ludens. Nel prossimo impegno, per le azzurre davolesi, ci sarà l'insidiosa trasferta di Pianopoli.

Francesco Gioffrè


PALLAVOLO DAVOLI 3

LUDENS CATANZARO 2
(25-21, 24-26, 25-20, 22-25, 17-15)

PALLAVOLO DAVOLI: Catalogna, Chiaravalloti (vice k), Ranieri A. (k), Ranieri M., Costa, Nisticò, Martino, Messina, Gidari, Zangari S., Zangari G., Daniele. All. Lentini.
LUDENS CATANZARO: Trimarchi (k), Talarico, Gallella, Mancuso, Racinelli, Ammirato G., Ammirato L., Citriniti, Zucco, Pisano, Santise, Maidano (primo L), Barberio (secondo L). All. Lo Forte.
ARBITRI: Pultrone e Paparazzo di Soverato.

Calcio a 5 Serie D: il Giropaco espugna Davoli, -3 dalla vetta

Calcio a 5 Serie D: il Giropaco espugna Davoli, -3 dalla vetta - 5.0 su 5 basato su 2 voti

Quadrifoglio-Giropaco 1DAVOLI – Con lo stesso punteggio dell'andata, il Giropaco prosegue la propria marcia in campionato, conquistando il derby contro il Club Quadrifoglio 97 di Davoli e si porta a -3 dalla vetta, approfittando del passo falso della capolista Five Soccer Cz, sconfitta 5-4 in quel di Siderno. Il derby è derby , si sa, e il Quadrifoglio di mister Gualtieri, non ci sta a fare la comparsa nonostante il divario in classifica, e soprattutto Caridi, Caruso e De Marco danno parecchio filo ad torcere ai "Matacera Boys". I soveratesi, dal canto loro, fanno valere il loro superiore tasso tecnico e ruotando l'intero roster e giocando una buona gara portano a casa il bottino pieno . Partita corretta, caratterizzata dal fair play tra le due squadre, sebbene l'incetta di cartellini gialli da parte del buon direttore di gara Trapasso possa mostrare il contrario, che inizia con i seguenti effettivi: per il Quadrifoglio Club, Voci tra i pali, Carito in retroguardia, Emanuele Corapi e Lentini esterni, capitan Migliarese punta; il Giropaco, invece, schiera Sposato in porta, Sinopoli a sorpresa centrale , Giuseppe D'Aquino e Chiaravalloti laterali a supporto dell'attaccante Donato. Primo sussulto dopo appena 20 secondi, con una conclusione gol Donato punizionecentrale di Chiaravalloti che impegna Voci; poco dopo è Lentini ad impensierire Sposato, che si supera in uscita. Al 4' prosegue il duello tra Chiaravalloti e Voci, con un'altra bella risposta del numero 12 davolese, che è strepitoso all'8' quando respinge un violento calcio di punizione di Donato. Al 10' e al 13' Sposato dice "no" due volte, a Carito ed a Migliarese, mentre prima del quarto d'ora il risultato si sblocca, grazie ad una punizione dal limite di Carlo Donato che "buca" Voci (foto 2) con un preciso e potente sinistro. Prima girandola di cambi per entrambi gli schieramenti, con gli ingressi di Raffaele per gli ospiti, e di Caruso e Procopio per i padroni di casa. Al 16' Sposato esce su Migliarese bloccando il pallone con le mani, ma il capitano davolese, cadendo a terra si infortuna, ed è costretto a lasciare il posto a Caridi. Nel Giropaco, entra anche Altamura , e al 17' arriva il raddoppio con una conclusione angolata di Giuseppe D'Aquino su assist di Chiaravalloti. Dopo 3' Sinopoli potrebbe triplicare, ma il suo tiro libero termina a lato; il Giropaco cerca la rete, ma Giacomo D'Aquino (anche lui subentrato) è sfortunato quando la sua "botta" incoccia l'incrocio dei pali e ritorna in campo sbattendo sulla linea, l'arbitro dice che non è goal e si va avanti. Al 24' il Quadrifoglio riapre il discorso con un "euro-gol" di Caruso, che scocca un bellissimo esterno sinistro dalla distanza, Sposato coperto da alcuni uomini non può nulla, e la palla s'insacca sotto l'incrocio dei pali , tra l' entusiasmo del numeroso pubblico locale. I giallo-blu davolesi si rianimano, e cercano di andare al riposo sul pareggio, ma non ci riescono, perché trovano sulla propria strada un grande Sposato, che si supera sul neo-entrato De Marco, e su Caruso. Dopo uno scoppiettante primo tempo, si torna in campo per la ripresa, con Migliarese che si riprende Vito Bono Giropacodall'infortunio e ri-scende in campo. Al 33' Chiaravalloti chiama l'ottimo Voci al "miracolo", e un minuto dopo il centrale soveratese trova il terzo goal, con un tiro imparabile. Al 35' la gara sembra chiusa, con il poker servito da Sinopoli, che sfrutta alla perfezione un assist di Donato. Altri cambi per il Giropaco, dentro Bono (in foto 3), Abruzzo (oggi vice-capitano, al posto di Gioffrè, assente per infortunio) e il giovane secondo portiere Lifrieri. Proprio "Cisco Lifry" si mette subito in mostra, allungandosi in corner su una conclusione "velenosa" di Caruso. Al 47' è cinquina soveratese, con Giacomo D'Aquino, che piega le mani di Voci con un potente destro che si va a insaccare sotto l'incrocio dei pali. Risultato deciso? Neanche per sogno, perché il Quadrifoglio ha un cuore grande così e nel giro di centoventi secondi (52' e 53') realizza due reti, con Caridi che finalizza un assist di Lentini, e con Procopio riaprendo di fatto la partita. Il pubblico davolese ricomincia a crederci, ma al 54' Donato toglie le castagne dal fuoco con la sesta marcatura, riportando le distanze a 3 lunghezze. Come diceva il presentatore Corrado, però, "e non finisce qui!", perché dopo pochi secondi un altro goal di Procopio rimette tutto in discussione, e il Quadrifoglio "torna a meno 2". I padroni di casa assediano la porta, ma la difesa soveratese si chiude a riccio respingendo gli attacchi, in particolare con Bono che a portiere battuto , salva sulla linea, con la faccia, una conclusione a botta sicura di De Marco. Nel finale, anche per il Quadrifoglio c'è il "cambio della guardia", con il portiere Christian Mazza che subentra a Voci; Mazza si supera per ben 4 volte ed è strepitoso su una bordata di Donato deviata con la mano aperta in calcio d'angolo. Iniziano i 3 minuti di recupero e come nella ultima partita le emozioni vanno a "go-go"; nel primo minuto di recupero Caridi recupera palla nei pressi dell'area soveratese e insacca con un preciso destro alla sinistra dell'incolpevole Lifrieri, facendo sognare ai davolesi l'incredibile rimonta . Ma l'illusione dura pochi secondi .E' il numero 8 Vito Bono (foto 3) a spegnere gli entusiasmi locali con una strepitosa azione personale che chiude i giochi regalando ai propri compagni il 5-7 finale, che permette al Giropaco di consolidare la seconda piazza e farsi vedere negli specchietti dalla Five Soccer Catanzaro.

Francesco Gioffrè


QUADRIFOGLIO CLUB DAVOLI 5
GIROPACO SOVERATO 7

QUADRIFOGLIO CLUB DAVOLI: Voci, Mazza, Caruso, Corapi A., Carito, Procopio, Caridi, Lentini, De Marco, Migliarese (k), Corapi E., All. Gualtieri.
GIROPACO SOVERATO: Sposato, Lifrieri, D'Aquino Giu. (k), D'Aquino Gia., Chiaravalloti, Bono, Abruzzo (vice k), Donato, Matacera, Altamura, Raffaele, Sinopoli. All. Matacera.
ARBITRO: Salvatore Trapasso di Catanzaro
MARCATORI: 14' e 54' Donato (G), 17' D'Aquino Giu. (G), 24' Caruso (C.Q.), 34' Chiaravalloti (G), 35' Sinopoli (G), 47' D'Aquino Gia. (G), 51' e 60'+1 Caridi (C.Q.), 52' e 54' Procopio (Q.D.), 60'+3 Bono (G).
NOTE: Pomeriggio nuvoloso, presenti circa 80 spettatori. Ammoniti: Donato, Sinopoli, Raffaele, D'Aquino Gia. e Lifrieri (G), Caruso (C.Q.). Angoli 15-9 per il Club Quadrifoglio. Recupero 1' pt e 3' st.

RISULTATI E CLASSIFICA DOPO IL 13a GIORNATA:
RISULTATI: Futsal Duomo Cz - Fantastic Five Siderno 1-1 ; Quadrifoglio Davoli-Giropaco Soverato 5-7; Atletico Siderno- Five Soccer Cz 5-4; La Cascina-Roccelletta (n.p.); Tigers-Squillace(n.p); riposa Andrè
CLASSIFICA: Five Soccer CZ 31, Giropaco 28, Atletico Siderno 23,Futsal Duomo Cz 22, Fantastic Five Siderno 20, Andrè 16, La Cascina Roccella 15, Roccelletta 10, Quadrifoglio Davoli 9, Squillace 9, Tigers 0.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa