Francesco Gioffrè
Menu

Francesco Gioffrè

Catanzaro, che figuraccia. La Sicula Leonzio passa 0-3 tra i fischi del “Ceravolo”

CATANZARO-SICULA LEONZIO 0-3

CATANZARO: Nordi, Sabato, Di Nunzio, De Giorgi, Zanini (76' Spighi), Maita (85' Badjie), Onescu (61' Marin), Sepe, Falcone (61' Cunzi), Letizia (85' Corado), Infantino. In panchina Marcantognini, Nicoletti, Cason, Van Ransbeeck, Gambaretti, Riggio, Puntoriere. All. Dionigi

SICULA LEONZIO: Narciso, Petermann (70'Marano), Camilleri, Gianola, Squillace, Esposito, Arcidiacono (76' Pollace), Aquilanti, Russo (62' Sibilli), Lascano (70' Foggia), D'Angelo. In panchina Ciotti, Monteleone, Granato, Davì, Cozza, De Felice, Giuliano. All. Diana

ARBITRO: De Remigis di Teramo (Ass. Netti di Palermo e Pellino di Frattamaggiore)

MARCATORI: 73' Marano, 75' rig. Arcidiacono, 86' Foggia

NOTE: spettatori 2870. Ammoniti Petermann, Marano, Marin. Angoli 6-7. Recupero 1' pt, 4' st

cz leonzioCATANZARO - Crisi nerissima per il Catanzaro, messa al tappeto anche in casa dalla Sicula Leonzio, capace di ‘passeggiare’ al “Nicola Ceravolo” con un sonoro 0-3. Punteggio meritato per quanto visto in campo, i siciliani di mister Diana stanno dando seguito al loro momento d’oro che dura da dieci gare; il tris in terra calabra consente ai bianconeri di scavalcare in classifica proprio i giallorossi quando siamo giunti al 25o turno. Al contrario, le ‘Aquile’ scendono più giù in classifica, ma è ancor più preoccupante il crollo loro morale e quello di tutti i tifosi, letteralmente furiosi a fine gara quando con fischi e cori hanno dato vita alla contestazione nei confronti dei giocatori. Già, sono proprio i ragazzi di mister Dionigi i più bersagliati dai sostenitori giallorossi, gli undici in campo hanno offerto forse la peggiore prestazione della stagione, tuttavia è difficile attribuire la totalità delle colpe tra questi e chi li dirige dalla panchina, di sicuro è che ad ora la squadra sembra smarrita, senza idee e gioco, né anima e abbandonata a se stessa. Insomma, urgono misure immediate per non rischiare brutte sorprese.
Nel giorno del ricordo di Bruno Pace, allenatore dello storico Catanzaro anni ‘70 settimo in Serie A, il Catanzaro attuale ha fatto decisamente male ; in uno scialbo primo tempo, chiusosi sullo 0-0, gli unici spunti degni di nota portano il nome di Letizia, che al 15' scalda i guanti dell'attento Narciso con un destro da fuori, e di Infantino che chiama in causa nuovamente l'ottimo portiere ospite alla mezz’ora. I locali da adesso in poi si fermano scoprendo più volte il fianco agli attacchi del Leonzio che, specialmente sulle fasce, inizia a spingere pericolosamente. Sono anche i tiri piazzati a creare brividi ai tifosi giallorossi ed a capitan Nordi, ultimo baluardo e bravissimo al 35' quando alza in corner una velenosa punizione dal lato sinistro vicino l'area battuta dall'ex cosentino (e beccato dal pubblico) Arcidiacono. I siciliani attaccano fino al riposo e anche dopo, cioè al rientro in campo: in avvio infatti Nordi compie due super parate, al 49' deviando sulla linea un potente stacco di testa di Lascano e due minuti più tardi sul sinistro dell'ex di turno Squillace. Sul corner seguente ci pensa poi Di Nunzio a respingere di testa un colpo volante del sempre insidioso Lascano e, mentre dal pubblico si levano i primi fischi, Falcone si divora il possibile vantaggio catanzarese mancando clamorosamente il tap-in su assist da destra di Infantino. Lo stallo prosegue e il Catanzaro ha un'altra opportunità al 70', Letizia però dà solo l’illusione ottica del gol colpendo l’esterno della rete dopo una bella parata di Narciso su Zanini. La dura legge del calcio però è inesorabile, sul capovolgimento di fronte arriva infatti il vantaggio ospite firmato dal neo entrato Marano che di testa, dopo l'ennesimo miracolo Nordi, appoggia comodamente in rete. I giallorossi vanno in tilt, ma sfiorano il pari con Zanini che spedisce in Curva Ovest un'invitante ribattuta di Narciso su Infantino. Dionigi effettua le sostituzioni per cercare di cambiare la situazione, invece arriva il rigore per un mani in area di Marin subentrato da poco, Arcidiacono dagli undici metri trasforma, vince il suo personale derby e festeggia sotto il settore dei tifosi bianconeri in delirio. È il colpo di grazia, le ‘Aquile’ crollano e la Sicula sigilla il risultato con la terza rete di Foggia, altro tap-in che scatena l'ira del pubblico. Lapidari Dionigi e Nordi in sala stampa a fine gara: “Chiediamo scusa a tutti i tifosi, dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare di più” hanno affermato in sintesi.

Francesco Gioffrè

RISULTATI 25.a GIORNATA SERIE C GIR. C: Bisceglie-Lecce 1-2, Monopoli-Fidelis Andria 2-0, Fondi-Juve Stabia 1-2, Catanzaro-Sicula Leonzio 0-3, Casertana-Trapani 0-0; Reggina-Virtus Francavilla 0-0, Siracusa-Akragas 1-0, Catania-Cosenza 2-2, Paganese-Matera 1-0. Riposa Rende

CLASSIFICA: Lecce 55, Catania 49, Trapani 41, Siracusa 39, Rende e Cosenza 35, Matera e Monopoli 34, J. Stabia 33, V.Francavilla 32, S.Leonzio 29, Catanzaro 28, Biscegli e Reggina 27, Fondi e Paganese, F.Andria e Casertana 23, Paganese 20, Akragas 11

Riecco il Quadrifoglio Soverato, otto reti alla Tre Colli Futsal nella sfida al vertice

CLUB QUADRIFOGLIO SOVERATO-TRE COLLI FUTSAL CZ 8-2

C.Q.SOVERATO: Basile, Politi, Girillo, Parisi, Caridi, Sposato, Bono, Gualtieri, Procopio, Bressi. All. Vitale

TRE COLLI FUTSAL CZ: Chiarella, Calabrese, Scolaro, Cartolano V., Di Miceli, Crispino, Cartolano N., Pellegrino, Muccari, Battaglia, Mancini, Pullano. All. Campagna

ARBITRO: Torcasio di Lamezia

MARCATORI: 7', 42', 55' e 60+2’ Parisi, 13' Girillo, 33' Calabrese, 34' Cartolano V., 37' e 44' Politi

quadrifoglioSOVERATO - Immediato riscatto del Club Quadrifoglio Soverato che, dopo lo scivolone di sabato scorso col Montepaone, fa suo il big match del nono turno del girone B di Serie D contro la vicecapolista Tre Colli Futsal. Al “Pala Scoppa” finisce 8-2 una partita particolarmente tesa, non tanto per il risultato finale, ma per la tensione in campo venutasi a creare in alcune situazioni. Sul campo però si è rivisto il quintetto che tutti conosciamo, la squadra soveratese ha infatti costruito parecchio, creato un’infinità di palle gol legittimando il primo posto dopo le ultime gare un pochino sfortunate. I catanzaresi di mister Campagna hanno avuto la capacità di riportarsi in partita in avvio di ripresa recuperando le due reti di svantaggio, ma ben presto si sono nuovamente dovuto arrendere alla superiorità dei ragazzi di mister Vitale, da parte loro bravi a rimettersi davanti per poi aumentare il vantaggio. Unica nota stonata le tre espulsioni totali dovute ad alcuni momenti di agitazione che hanno reso più complicata del dovuto la direzione arbitrale della gara.
LA PARTITA - Nonostante le assenze (Stivala, D'Aquino e Sinopoli) è un Quadrifoglio subito scatenato e aggressivo, fin dalle prime battute di gara infatti i biancorossi assediano la retroguardia catanzarese, l’intesa tra Parisi e Girillo è perfetta e sono proprio loro due a creare le palle gol più nitide fino al 7' quando l’esperto capitano biancorosso sigla la prima rete dell’incontro con una bella girata volante su assist del compagno. Gli attacchi locali sono sempre più frequenti e dopo pochi minuti il punteggio cambia ancora, arriva il 2-0 grazie ad un preciso calcio di punizione di Girillo. Tutto pare filare liscio, al 18' il numero 10 viene espulso dopo un diverbio con un avversario che ha provocato qualche istante di tensione generale, fortunatamente però rientrata nel giro di pochi secondi. La Tre Colli così cerca di rialzarsi e comincia ad affacciarsi dalle parti di Basile, senza però sfondare fino al riposo. Ripresa piena di emozioni, la Tre Colli insiste e accorcia subito le distanze con Calabrese per pareggiare i conti già al 34' con il tap in a porta sguarnita del capitano Vincenzo Cartolano. Quadrifoglio k.o.? Macchè! I locali infatti rialzano subito la testa riportandosi avanti al 37' con un siluro al volo, sotto l'incrocio, scagliato dal destro di Politi dalla lunga distanza sugli sviluppi di un corner. I biancorossi, ora più sereni, riprendono a macinare gioco ritrovando smalto e spettacolo, Caridi e compagni regalano ancora grandi giocate impegnando più volte il portiere giallorosso, al 42' però Parisi ‘decide’ di segnare infilando la palla nel sette con un bellissimo esterno destro; passano appena due minuti e arriva la cinquina, segna ancora Politi , stavolta da pochi passi. Il match nel frattempo si fa sempre più incandescente, da registrare altre due espulsioni (Bressi dalla panchina e Scolaro, per la Tre Colli, per doppia ammonizione) e la tripletta di Parisi al 55' a porta vuota su assit da sinistra di Bono. Caridi nel finale firma il settimo gol da centrocampo sfruttando il quinto uomo avversario, in fotocopia in pieno recupero arriva il poker di Parisi per l'8-2 finale che riconsegna la vittoria ai soveratesi del presidente Gualtieri ed il +5 sulle dirette inseguitrici.

Francesco Gioffrè

Scontro ad alta quota per il Club Quadrifoglio Soverato, al "Pala Scoppa" arriva la Tre Colli Futsal seconda in classifica

q.foglio fotoSOVERATO – Si è improvvisamente riaperto il campionato di Serie D di Calcio a Cinque calabrese, per ciò che concerne il Girone B. Il Quadrifoglio Soverato, imbattuto fino al turno precedente, ha infatti conosciuto la sua prima sconfitta di questo torneo, e lo ha fatto nel derby di Davoli contro il Futsal Montepaone. Non è dunque un momento positivo in casa biancorossa, la squadra di mister Vitale era infatti già reduce dall'eliminazione dalla Coppa Calabria per mano della Nuova Monterosso prima del derby, così per i soveratesi è arrivato il momento di rialzarsi. L'occasione è di quelle importanti, il primo vero scontro diretto dell'anno; prima contro seconda. A Soverato arriva infatti la Tre Colli Futsal Catanzaro, seconda con 16 punti assieme al Catanzaro Futsal e a -2 proprio dal Quadrifoglio; le premesse per una gara da brividi ci sono tutte, entrambe le squadre vogliono vincere per chiudere al meglio il girone d'andata prima della volata decisiva che coinciderà con le gare di ritorno. La formazione jonica mira infatti a ristabilire le distanze in classifica, quella del capoluogo calabro, d'altro canto, sogna il sorpasso e, perciò, la conquista della vetta; insomma, la gara sarà aperta ad ogni possibile sorpresa, peccato che il palazzetto soveratese non potrà ospitare gli spettatori (porte chiuse). Si giocherà domani pomeriggio, fischio d'inizio alle ore 15 sul parquet del "Pala Scoppa".

Francesco Gioffrè

PROGRAMMA 9.a GIORNATA: Club Quadrifoglio Soverato-Tre Colli Futsal CZ, Nausicaa C5-Young People CZ, Pol. Icaro-Maracanà C5, CZ Futsal-Roccelletta
CLASSIFICA: C.Q. Soverato 18, CZ Futsal e Tre Colli 16, Roccelletta 13, Nausicaa 8, Pol. Icaro 7, Maracanà CZ 6, F.Montepaone 5, Young People CZ 2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa