Il trio Nek-Max-Renga illumina il debutto della Summer Arena 2018, grande entusiasmo a Soverato (Foto)
Menu

Il trio Nek-Max-Renga illumina il debutto della Summer Arena 2018, grande entusiasmo a Soverato (Foto)

FOTO ARTICOLO rengaSOVERATO - Partenza 'a razzo' per l'edizione 2018 della Summer Arena, gli spettacoli estivi organizzati dalla Esse Emme Musica che ormai, da tre stagioni consecutive, è protagonista assoluta a Soverato. Ad inaugurare la stagione un trio niente male composto da Max Pezzali, Nek e Francesco Renga, vale a dire tre grandissimi artisti della musica italiana che con il MNR Tour 2018 stanno letteralmente spopolando in tutta Italia. Dopo una prima parte del tour invernale, nei palasport, è stata la volta dei concerti 'esterni' per i caldi mesi estivi, e ieri proprio Soverato ha ospitato un concerto assolutamente da ricordare. C'è stata grande attesa in città già dalle prime ore del pomeriggio con numerosi fans appostati nei pressi dell'arena di Via Cristoforo Colombo; intorno alle 18, a bordo di tre distinte auto, eccoli arrivare i tre cantanti per le prove del concerto, iniziato in serata sulle note del singolo "Duri da battere", brano apripista dell'album "Max Nek Renga - il disco". In un arena gremita e piena di cuori pulsanti di tutte le età, come sottolineato dagli stessi artisti durante lo spettacolo (Filippo Neviani, ovvero Nek, ha definito il trio come la "Band italiana ufficiale dei diversamente giovani"), questo 'tridente' ha dato vita ad un show molto gradevole, arricchito anche dai siparietti che dimostrano un grande feeling ed affiatamento tra i protagonisti. Ovviamente spazio al meglio del proprio repertorio, talvolta in trio, talvolta in coppia a turno, talvolta in singolo: "Cambio direzione", "Se io non avessi te", "Nessun rimpianto", "Il mio giorno più bello del mondo", "Sei solo tu", "La regola dell'amico" e tantissimi altri successi l'hanno fatta da padrone, musica per tutti i gusti, da brani più 'elettrici' ad altri più romantici, passando anche per testi malinconici. "E' molto bello come la vita possa cambiare il destino di noi musicisti, iniziamo a scrivere canzoni nelle cantine che, a distanza di anni, riusciamo a proporre in platee piene di gente" ha osservato sul palco Renga, mentre grande attenzione è stata rivolta alla musica che, proprio come i moderni social, è condivisa da tutti da sempre, anche dai tempi in cui i social non esistevano. Dopo la coreografia per "Guardami amore", con cuori bianchi di carta che si muovevano a ritmo di musica, il turno di canzoni adatte alle numerosissime coppie presenti come "La tua bellezza", "Sei solo tu", "Una canzone d'amore", "Eccoti", ed un medley acustico con Nek alla chitarra, l'arena si scalda, pubblico in piedi e sotto il palco per ballare, a ritmo scatenato, gli storici successi degli 883 come "Sei un mito", "La regola dell'amico", "Hanno ucciso l'uomo ragno", interpretati da un brillante Max Pezzali, accompagnato da Nek per l'ultima canzone citata (divertente Renga con la maschera dell'uomo ragno indossata per l'occasione) per poi scatenarsi in solitaria fino a scendere letteralmente in mezzo ai fans in delirio per lui, proprio come ha fatto lo scorso anno! Spazio anche per un dolcissimo Renga per "Angelo" e nel finale, i cavalli di battaglia "Laura non c'è", "Come mai" e la conclusione all'unisono con "Nord Sud Ovest Est" e "Tieni il tempo" per una serata da incorniciare per la Summer Arena, proiettata ora al concerto di Gianni Morandi di giovedì 19 luglio. Soverato così si conferma regina dell'estate come sottolineato dal sindaco Ernesto Alecci prima dell'inizio del concerto: "E' un grande orgoglio per me essere sindaco di questa città che da ben tre anni ha preso la scena musicale. Grande applauso da parte mia all'organizzatore Maurizio Senese che ha dimostrato ancora una volta come in Calabria si possano svolgere eventi di grande eccellenza come quello di questa sera perché Max Pezzali, Nek e Francesco Renga sono tra i big della musica italiana e averli a Soverato questa sera è per tutti noi cittadini motivo di grande soddisfazione".

Francesco Gioffrè

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa