La donna e la contemporaneità al centro della stagione 2017/2018 del Teatro del Grillo
Menu

La donna e la contemporaneità al centro della stagione 2017/2018 del Teatro del Grillo

teatro del grilloLa stagione teatrale del Teatro del Grillo 2017/2018 risplende la prosa prende avvio il 26 novembre con “Ho scritto Italia sulla sabbia” sand art di Erica Abelardo e si conclude il 18 marzo con “L’inquilina del piano di sopra”con Gaia De Laurentis e Luca Dighero. Una stagione, questa ventisettesima, dedicata alla contemporaneità e declinata al femminile. Le donne come interpreti e la donna come tematica trattata sono al centro dei sette spettacoli in programma con l’unica eccezione di “Chapeau”di Gianni De Feo che è un’anteprima nazionale di cui il teatro soveratese va fiero.La locandina con lo slogan “Prima di tutto il teatro” lancia da subito un messaggio chiaro, che sottolinea con forza il direttore artistico Claudio Rombolà con queste parole “ Il teatro non è residuale ma viene prima di ogni altra cosa”. Così come continua “Non esiste un genere teatrale che vada più di un altro, ma esiste un teatro che coinvolge ed emoziona e uno che non lo fa” sottolineando che un dato imprescindibile è quello di affidare il teatro a gente di teatro evitando la commercialità di spettacoli affidati a nomi televisivi, cinematografici, veline. Due gli appuntamenti previsti per ogni spettacolo: il primo turno pomeridiano alle ore 17.00 e il secondo turno serale alle ore 20.45. Anche quest’anno il Teatro del Grillo ha un amore dichiarato per la prosa, vi sono anche tre monologhi: quello di Anna Mazzauro che si racconta in “Nuda e cruda”, Chapeau di Gianni De Feo e “Mana Chuma Teatro. Come un granello di sabbia”con Salvatore Arena che porta sulle scene la vicenda di Giuseppe Gullotta, costretto a subire una reclusione di 22 anni da uomo innocente e una vicenda giudiziaria di ben 36 anni. Importante il progetto di coinvolgimento di tre scuole, il Liceo Classico, il Liceo Scientifico e l’Istituto Comprensivo con l’obiettivo evidente di avvicinare i giovani al teatro tramite gli incontri e la partecipazione anche alla fase preparatoria degli eventi.Anche in questa stagione 2017/2018 dunque il teatro e la cultura acquisiscono una centralità data la loro importanza vitale; “La cultura- sosteneva Claudio Abbado- è un bene comune primario come l’acqua; i teatri le biblioteche i cinema sono come tanti acquedotti”.E dell’acqua aggiungiamo noi non si può fare a meno. Per ulteriori info consultare il sito www.teatrodelgrillo.it

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa