Redazione
Menu

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Gli artisti uniti organizzano a Locri un concerto di beneficenza in favore dell’associazione Angela Serra

locriDomenica 16 dicembre, nella splendida cornice del Locri on Ice, presso la Piazza Martiri di Locri, si svolgerà il Concerto di Beneficenza “Artisti Uniti per la ricerca”, il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione “Angela Serra per la Ricerca sul Cancro - Sezione Locride”. Il concerto, la cui apertura del botteghino è prevista per le ore 19, vedrà la partecipazione degli artisti Mimmo Cavallaro, Mario Muscolo, Paolo Sofia, Gigi Talotta, Nino Tarzia, Manuela Cricelli, Peppe Platani, Maria Teresa D’Agostino, Carmelo Scarfò, Vincenzo Troppe, Vincenzo Oppedisano, Gabriele Albanese, Andrea Simonetta, Salvatore Gullace, Antonio Tallura ed Enzo De Liguoro, riuniti da Calabria Sona nella realizzazione del singolo “Ora c’è”, realizzato appositamente per l’evento e che è già possibile ascoltare su YouTube e acquistare su tutti i portali di musica digitale. Il concerto, che per la prima volta porterà nella Locride un grande progetto di beneficenza che vuole ricalcare la formula di successo sperimentata da progetti come USA for Africa o il Live Aid, permetterà all’Associazione Angela Serra di reinvestire la cifra raccolta in servizi o l’acquisto di macchinari per la ricerca nel nostro territorio e sarà presentato nell’ambito della conferenza stampa di presentazione del “Locri on Ice 2018”, che si svolgerà mercoledì 12 dicembre, alle ore 11, presso la Sala Consiglio del Comune di Locri, alla presenza del sindaco Giovanni Calabrese, dell’assessore alla Cultura Giuseppe Fontana, di Carmelo Scarfò, della presentatrice Maria Teresa D’Agostino e di due degli artisti che prenderanno parte al concerto del 16 dicembre.

Le giunte comunali di Chiaravalle e Torre querelano “Chi.Ce / Chiaravalle Attiva”

logo chiceLe giunte comunali di Chiaravalle Centrale e Torre di Ruggiero, con due distinte deliberazioni, hanno dato l'avvio alle procedure d'incarico legale per querelare i responsabili (al momento ignoti) della pagina Facebook “Chi-Ce / Chiaravalle Attiva”. La deliberazione della giunta comunale di Chiaravalle firmata dal sindaco Mimmo Donato è la n. 128 del 16 dicembre 2018, avente ad oggetto “la costituzione del Comune di Chiaravalle Centrale per la tutela dell'immagine dell'ente e autorizzazione al sindaco a presentare denuncia/querela, indicando come responsabile del procedimento la dottoressa Rosa Villirillo”. Le ragioni dell'azione legale sono spiegate nel corpo della delibera: “Sul profilo Facebook denominato Chi.Ce / Chiaravalle Attiva sono comparse considerazioni e frasi che ledono e offendono l'onorabilità, il decoro e l'operato del Comune, del sindaco, dei suoi amministratori e dipendenti”. Peraltro, “alcune considerazioni contenute hanno creato situazioni di allarmismo generalizzato giacché ipotizzano la sussistenza di situazioni potenzialmente lesive della salute pubblica”. Calunnia, diffamazione e procurato allarme, “salvo altri reati di analoga o maggiore consistenza”, le ipotesi formulate dagli amministratori comunali nel documento. Con specifico atto di indirizzo la delibera, immediatamente esecutiva, è stata trasmessa al responsabile del settore competente per il conferimento di incarico a un legale e per la stesura degli atti necessari “contro i soggetti individuati come responsabili”. Parallelamente e per gli stessi motivi, anche la giunta comunale di Torre di Ruggiero, presieduta dal sindaco Mario Barbieri, con deliberazione n. 66 del 5 dicembre 2018 ha promosso una “azione legale giudiziale a tutela degli interessi dell'amministrazione comunale” contro la pagina Facebook “Chi.Ce / Chiaravalle Attiva” con relativo conferimento incarico, annesse determinazioni e allegato parere di regolarità tecnica e contabile da parte del responsabile delle aree, Vincenzo Iozzo. I post in questione sono sempre stati pubblicati in forma anonima, per cui si farà ricorso alla polizia postale, oltre che alla magistratura, per individuare i curatori del profilo Facebook in questione.

Guardavalle, una visita a misura di studente

visitaIl 28 Novembre, in occasione delle mattinate FAI d’Inverno 2018, il borgo di Guardavalle si è animato, ospitando più di 600 alunni provenienti dalle scuole del comprensorio Soveratese.
A svolgere il ruolo di “Apprendisti ciceroni” gli alunni dell’IIS “Guarasci – Calabretta”, precisamente i ragazzi della III E del Liceo Scientifico guidati dalle professoresse Ornella Ieropoli e Concetta Salerno; e gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Guardavalle coordinati dalla professoressa Mariangela Salerno. Questi giovani apprendisti ciceroni si sono destreggiati con organizzazione e consapevolezza all’interno di un evento così importante, preparandosi per mesi e mettendo tutto il loro impegno e la loro volontà. Studenti e insegnanti, giunti in visita, sono stati guidati alla scoperta di Palazzi Nobiliari, Chiese, Torri e vari portali sparsi per le vie del paese. Attraverso questo itinerario alla scoperta del Borgo di Guardavalle, si sono scoperte le bellezze artistiche e culturali del posto spesso sottovalutate o, addirittura, ignorate. È appunto questo l’obbiettivo che il FAI propone attraverso gli apprendisti ciceroni: far conoscere tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano, mettendo in atto l’articolo 9 della Costituzione Italiana recita: ”La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.
La manifestazione è riuscita nel migliore dei modi grazie alla partecipazione di tutto il popolo Guardavallese, le forze dell’Ordine e l’entusiasmo del Sindaco Pino Ussia, che, sin dal primo momento, ha accolto con gioia la proposta di rendere il borgo di Guardavalle protagonista di questo evento. Nel corso della mattinata è giunta poi sul posto il Capo Delegazione FAI di Catanzaro prof.ssa Gloria Samà, entusiasta per l’ottima riuscita dell’evento e felice di annunciare l’appuntamento con le Giornate FAI di Primavera, che si terranno nel borgo di Badolato, il 23 e 24 Marzo 2018.

Mariabeatrice Gallelli e Ludovica De Troia

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa