Soverato Eventi
Menu

Soverato Eventi

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Squillace, la Provincia lunedì rimuoverà la discarica al bivio delle Mandrelle

rifiuti strada mandrelleSQUILLACE - Un progetto di educazione e tutela dell’ambiente finalizzato a sensibilizzare e diffondere la cultura del rispetto e della cura dell’ecosistema. Lo ha avviato l’amministrazione provinciale presieduta da Enzo Bruno, che lunedì terrà una conferenza stampa al termine di un grosso intervento di pulizia di discariche abusive di rifiuti lungo alcune strade. Perché l’ambiente è patrimonio di tutti, da esso dipende la vita umana e la difesa di questo valore “sociale” non può essere affidato solo alle istituzioni, ma esige il più ampio coinvolgimento possibile e la partecipazione delle comunità. Un percorso progettuale di responsabilizzazione collettiva, indispensabile per una “gestione culturale” dell’ambiente. Si parte con la rimozione dei rifiuti che ingombrano le strade provinciali, ma è finalizzata a far sì che questi spazi comuni sgomberati da sacchetti di spazzatura e ingombranti di ogni tipo non vengano ridotti a discariche a cielo aperto solo poche ore dopo l’ennesima ripulitura da parte dell’Ente intermedio. “Serve un’azione educativa capillare e integrata – afferma il presidente Bruno –. Questa è la condizione fondamentale per poter sviluppare un processo di maturazione in materia di scelte ambientali che favorisca lo sviluppo delle conoscenze attraverso l’adozione consapevole di nuovi comportamenti”. Lunedì 21 maggio si parte con la rimozione della discarica abusiva che sorge lungo la strada provinciale nei pressi del bivio di Squillace, all’inizio della strada cosiddetta “delle Mandrelle” e con la pulizia dei rifiuti abbandonati al bivio tra il cimitero di Squillace e il bivio di Montauro. Nei prossimi giorni, invece, sarà rimossa la discarica abusiva che sorge lungo la Strada provinciale 25 all’incrocio del quartiere Janò, a Catanzaro.

Carmela Commodaro

On. Wanda Ferro (FDI) su contratto di governo: tradito il Sud

Wanda Ferro 2CATANZARO -  “Nel contratto di governo giallo-verde è sparito qualunque impegno per il Sud. Niente infrastrutture, niente politiche per lo sviluppo, niente lavoro per i giovani. C'è solo il miraggio di una misura assistenziale come il reddito di cittadinanza che non si potrà iniziare a realizzare se non tra più di due anni. A soli due mesi dal voto il Movimento Cinque Stelle ha già tradito quel Sud che gli aveva dato grande fiducia. Di fronte ad un progetto politico che rischia di aumentare ancora di più e in maniera irreparabile il divario tra il Nord ed il Sud del Paese, Fratelli d’Italia sente ancor di più la responsabilità di essere il partito del Mezzogiorno, come ha sostenuto in campagna elettorale Giorgia Meloni. Difenderemo in parlamento gli interessi dei territori meridionali, che necessitano non di assistenzialismo, ma di misure che possano innescare processi di sviluppo e opportunità di vera occupazione attraverso gli investimenti infrastrutturali e la valorizzazione delle identità di territori meravigliosi e ricchi di storia, cultura e prodotti di eccellenza”. E' quanto afferma il deputato di Fratelli d'Italia Wanda Ferro.

Catanzaro, la senatrice Vono (M5S) incontra l'arcivescovo Bertolone

Incontro Vono Bertolone 768x432La famiglia e la persona umana di nuovo al centro delle politiche del Paese. Questo il tema emerso come prioritario nell'incontro tra Sua Eccellenza Mons. Vincenzo Bertolone, arcivescovo metropolita della diocesi di Catanzaro-Squillace e presidente Cec (Conferenza episcopale calabra), e la senatrice del Movimento 5 Stelle Silvia Vono. Tante sono state le riflessioni, anche di contesto internazionale, oltre che di visione politica e amministrativa da Roma fino in Calabria e nei suoi territori, toccati durante l'incontro. Le preziose osservazioni di Monsignor Bertolone sul contesto sociale di questa terra e sulle priorità - in particolare la povertà e il disagio sociale - che a suo parere vanno affrontate, hanno trovato pienamente d'accordo la senatrice Vono anche su quella che Sua Eccellenza considera la più grande sfida del momento: rimettere al centro la famiglia.
Monsignor Bertolone ha stigmatizzato il fatto che la famiglia appaia da tempo come una componente della società dimenticata dall'agenda politico-economica, mentre ha invece bisogno di tutte le attenzioni e il sostegno possibili, in modo da realizzare compiutamente una società vitale, equa, capace di sperare e guardare al futuro. "Numerose azioni concrete a sostegno della famiglia, della maternità e della natalità sono elencate tra i punti del contratto firmato dal Movimento 5 Stelle con la Lega - ha sottolineato la senatrice Vono - in linea con una nuova visione che rimetta al centro della politica non gli interessi finanziari e del mercato ma la persona con i suoi bisogni".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa