Soverato Eventi
Menu

Soverato Eventi

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Si è svolto a Lamezia il 21^ Simposio meridionale, importante evento medico-scientifico

Congresso SimposioCATANZARO – Si sono concluse a Lamezia Terme le giornate del 21° simposio medico dedicato all'approfondimento di alcune tematiche inerenti l'attività svolta dagli anestesisti rianimatori, promosso dall'AAROI-EMAC (Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani - Emergenza Area Critica) e organizzato dalla dott.ssa Anna Maria Mancini direttore dell'unità operativa Anestesia e Rianimazione dell'ospedale "Giovanni Paolo II" di Lamezia Terme.
Nell'aprire i lavori, la dott.ssa Mancini ha definito il simposio meridionale, tornato a Lamezia dopo tredici anni, "l'evento, culturale più importante dell'anno in Calabria, per noi anestesisti, al di là della ricca ed articolata offerta formativa e del ricco e diversificato programma scientifico".
Il programma delle tre giornate ha proposto tematiche attuali ai medici di Anestesia, "specialità che – ha spiegato il primario Mancini - nell'arco di 156 anni ha raggiunto i traguardi odierni ad opera di specialisti attenti, infaticabili nella loro dedizione alla lotta contro il dolore e la cura come risposta alla richiesta di aiuto del malato che non è mai solo tecnica ma innanzi tutto profondamente umana nel rispetto sempre della dignità e dei diritti della persona ammalata e nel rispetto della morte".
Le sette sessioni previste hanno riguardato le diverse tecniche di intervento legate all'insufficienza respiratoria in rianimazione, con riferimento agli aspetti medico-legali nella pratica quotidiana, la partoanalgesia, con un confronto delle esperienze di anestesisti, ginecologi e neonatologi e la sepsi o setticemia, anche in conseguenza degli effetti su organi vitali. Il meeting scientifico si è poi concluso con una sessione dedicata al tema del dolore e alle connesse tecniche terapeutiche.
Presenti all'evento numerose autorità istituzionali e personalità nel campo medico. Tra questi il vescovo della Diocesi di Lamezia Terme, Mons. Luigi Antonio Cantafora, che evidenziato come sia fondamentale il ruolo degli anestesisti; il sindaco di Lamezia, Prof. Gianni Speranza con alcuni componenti della Giunta, che hanno espresso apprezzamento per il lavoro svolto; il Prof. Ermenegildo Santangelo, Ordinario di Anestesia e Rianimazione, Università Magna Graecia di Catanzaro e il Dott. Vincenzo Larussa, vicepresidente dell'Ordine dei medici di Catanzaro, che si sono soffermati sulla necessità di far acquisire maggiore credibilità alla sanità. Per il Direttore Generale dell'Asp di Catanzaro, Dott. Gerardo Mancuso, che si è complimentato con anestesisti e rianimatori, "il sistema sanitario calabrese ancora non è salvo, perché non è ancora salva la mentalità che vi sta dietro, certo ci sono problemi gestionali, ma nella gestione ci sono medici che hanno dimenticato la loro missione, diventando schiavi della politica e ricoprendo troppi ruoli non facendone bene così nessuno."

L'assessore regionale Caligiuri in visita a Chiaravalle Centrale

L'assessore regionale Caligiuri in visita a Chiaravalle Centrale - 5.0 su 5 basato su 1 voto

Mario Caligiuri ass. regionale alla CulturaL'assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri (in foto), si è recato in visita istituzionale nel Comune di Chiaravalle Centrale ricevuto dal sindaco Gregorio Tino, e dall'assessore alla cultura, Maria Teresa Sanzo. Caligiuri nel Palazzo Comunale ha incontrato amministratori, cittadini e rappresentanti delle associazioni ed ha fatto il punto sulle politiche culturali della Regione. Poi ha visitato l'Istituto tecnico "Enzo Ferrari", che comprende il Liceo Scientifico e l'istituto Agrario, dove insieme al sindaco Tino e alla Dirigente Rossana Perri, è stato inaugurato l'anno scolastico. Durante l'iniziativa l'assessore ha illustrato le politiche dell'istruzione della Giunta regionale mettendo in evidenza i progressi raggiunti e le opportunità di crescita per gli studenti calabresi. Ha inoltre risposto alle domande degli studenti.

Di Seguito l'esponente dell'esecutivo regionale si è recato alla scuola elementare, ricevuto dalla Dirigente Elisabetta Giannotti, dove ha potuto constatare l'elevatissima diffusione delle tecnologie, che rendono questo istituto tra i più informatizzati della regione. Durante la visita alla scuola media ha portato il saluto di buon anno scolastico agli studenti e alla dirigente Antonella Bozzo. Caligiuri ha, poi, percorso i luoghi cittadini della cultura, rappresentati dal teatro "Impero", dalla B¡blioteca Civica e dal Convento dei Cappuccini. Il Teatro, che sta svolgendo da anni un'apprezzata stagione, sarà oggetto di un intervento regionale tramite i piani integrati di sviluppo locale che ne consentirà una migliore fruizione.

La biblioteca, allocata nel monumentale palazzo "Stagliano'", contiene documenti inediti dei secoli XVIII e XIX e verrà collegata con il Sistema Bibliotecario Regionale, insieme con le altre biblioteche cittadine: quelle scolastiche e quella del Convento dei Cappuccini. Nel secolare Convento Caligiuri ha visitato la mostra curata da Pietro De Leo e da Ulderico Nisticò, promossa e finanziata dall'assessorato regionale alla cultura, dal titolo "Ex Reconditis Relucet Claravallis", che attraverso copie di documenti d'archivio ripropone la grande storia e cultura della Calabria. L'esposizione comprende copie di documenti di grande significato quali, tra i tanti, la Bolla di Lucio III del 1184 che concede alla Chiesa di Santa Severina il Credo senza "l'utroque", cioè la possibilità di recitarlo nella versione bizantina; la Carta geografica del Meridione dal Libro del re Ruggero di el Idriss del 1154 e una lettera autografa di San Francesco di Paola.

L'assessore Caligiuri ha ricordato che l'iniziativa si è ispirata dalla mostra romana dell'Archivio Segreto Vaticano "Lux in Arcana". Caligiuri è stato anche accolto da Padre Giuseppe Lombardi ed ha visitato la Chiesa di Sant'Antonio, la storica e ricchissima biblioteca con volumi del Cinquecento e del Seicento e il Museo dell'arte contadina, tutti ospitati nel Convento.

AC Catanzaro e Cooperativa Zarapoti insieme contro l'abuso di alcol

ACI  Cooperativa ZarapotiCATANZARO - Domani, venerdì 4 ottobre, alle ore 11.30, presso l'Automobile Club di Catanzaro, il presidente Eugenio Ripepe consegnerà alla Cooperativa Sociale Zarapoti degli speciali occhialini dispercettivi per la simulazione dello stato di ebbrezza alcolica. Gli strumenti saranno utili e preziosi nell'ambito di importanti progetti che la Cooperativa Zarapoti sta realizzando sulla corretta sensibilizzazione nei giovani dei danni provocati dall'abuso di alcol e droga. L'Automobile Club Catanzaro, da sempre attento all'educazione e alla sicurezza stradale, negli anni ha promosso iniziative in collaborazione con l'Automobile Club d'Italia, la Provincia di Catanzaro e la Croce Rossa Italiania, ed ha sposato immediatamente l'operato della Cooperativa Zarapoti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa