Soverato Eventi
Menu

Soverato Eventi

Redazione

Segui Redazione su

Segui Redazione su

Caulonia: statua rubata, lo sdegno del sindaco: «Gesto riprovevole»

cauloia padroneUna statua lignea settecentesca che raffigura Sant'Ilarione Abate è stata rubata da ignoti nel convento dedicato al Patrono di Caulonia. «Un gesto riprovevole - afferma il sindaco Caterina Belcastro - che offende la Chiesa e l'intera Caulonia. Sono molto turbata, attonita e dispiaciuta per il grave gesto che segna la nostra comunità. L'auspicio - rimarca il primo cittadino - è che presto venga restituita la statuetta di Sant'Ilarione, che ha un prezioso valore simbolico e spirituale per i Cauloniesi».

Volley Soverato: altra vittoria in trasferta

Itas F. Martignacco 1
Volley Soverato 3

Parziali set: 27/29; 25/11; 22/25; 18/25

ITAS F. MARTIGNACCO: Pozzoni, Turco, Martinuzzo, De Nardi (L), Dhimitriadhi, Beltrami, Caravello, Sunderlikova, Molinaro, Gennari, Fedrigo, Tangini. Coach: Marco Gazzotti

VOLLEY SOVERATO: Boriassi, Formenti, Napodamo (L), Aricò, Boldini, Hurley, Barbiero, Guidi, Tanase, Saccani, Mangani, Riparbelli. Coach: Bruno Napolitano

ARBITRI: Laghi Marco – Traversa Nicola

DURATA SET:

MURI:

Volley Soverato logoCala il tris il Volley Soverato. La squadra guidata da coach Bruno Napolitano sbanca anche Martignacco superando le padrone di casa della Itas Città Fiera Martignacco e conquista la terza vittoria consecutiva, seconda in trasferta, portandosi a nove punti in classifica nel girone A. E’ stata una gara condotta bene dalle biancorosse, secondo set a parte, che hanno ottenuto una vittoria importante su un campo difficile. Ancora una volta è emersa la grande determinazione e grinta delle ragazze di Napolitano. Padrone di casa in campo con Gennari al palleggio e Sunderlikova opposto, coppia centrale formata da Martinuzzo e Molinaro, in banda Caravello e Dhimitriadhi con libero De Nardi. Rispondono le calabresi di coach Napolitano con la diagonale Boldini – Aricò, al centro Boriassi e Guidi, schiacciatrici Hurley e l’ azzurrina Alice Tanase mentre Napodano è il libero. Davanti ad una buona presenza di pubblico e con alcuni sostenitori del Soverato presenti in tribuna, il match inizia in equilibrio ma sono le locali a provare l’allungo sul 6-4 con il primo time out chiesto dalle ioniche. Al rientro, altre due punti delle ragazze di coach Gazzotti avanti 10-6 ma Soverato si riavvicina subito, 10-9 ed ecco il time out per Martignacco. Raggiunta la parità, Boriassi e compagne guidano il punteggio 13-14, ma le padrone di casa restano sempre attaccate alle avversarie e quindi in questa parte centrale del set la gara si mantiene in equilibrio con il pubblico che si diverte. E’ ancora Soverato a condurre ma il vantaggio è minimo, 18-19, con le due squadre che non riescono a dare lo sprint decisivo per allungare in questo primo parziale. Hurley regala il più tre alle ospiti e coach Gazzotti ricorre al time out sul 18-21; al rientro in campo Martignacco è a meno uno, 20-21 e sul 21-22 coach Napolitano chiama time out. Si rientra in campo, e squadre sul 23-23 ed il primo set point è per le locali, 24-23; annulla Hurley e si continua ai vantaggi. Muro di Guidi e set point Soverato, 24-25 prontamente annullato; terzo set point per Soverato avanti adesso 26-27 con Aricò in battuta ma niente da fare, 27-27. Alla quarta opportunità errore in attacco di Martignacco e set che si chiude a favore delle calabrese 27/29. Buona partenza nel secondo set di Martinuzzo e compagne che si portano sul 6-2 con Soverato costretto al time out; buon momento adesso per Martignacco che conduce 10-3 mentre Soverato sembra adesso non reagire. Altro tempo per Napolitano sul 12-3 per le padrone di casa. Non c’è il Soverato in questo parziale e coach Napolitano cambia parecchio mentre Martignacco è ampiamente avanti, 18-5. Termina il parziale con il punteggio di 25/11. Inizio equilibrato di terzo set con le biancorosse avanti 5-7 e con Hurley allunga sul 6-9 con coach Gazzotti che chiede time out. Continuano le due squadre ad essere vicine nel punteggio con le ospiti leggermente avanti, 14-16; fase decisiva del set e Soverato conduce 19-22 con time out per Martignacco che al rientro con un mini break si rifà sotto, 21-22 e time out questa volta per le calabresi. E’ parità 22-22 ma Soverato si riporta avanti e guadagna due palle set con un mani out di Alice Tanase, 22-24. Chiude capitan Aricò, 22/25. Sulla scia del set vinto, Soverato parte bene nel quarto gioco e si porta avanti 1-4 e 2-6 ma le locali rimontano e si portano ad una sola lunghezza, 5-6, con time out per Soverato. Rimonta Martignacco che adesso è avanti 9-7 ma è ancora parità, 11-11. E’ Soverato a tentare la fuga portandosi sul più tre, 12-15, con punto di Hurley e coach Gazzotti ricorre al time out. Adesso spinge la compagine di coach Napolitano, avanti 14-18, e diventano cinque i punti di vantaggio poco dopo, 16-21. Mantiene il vantaggio Soverato e conquista ben quattro match point che chiude con un attacco di Ludovica Guidi dal centro. Tre punti pesanti per le “cavallucce marine” che adesso nel prossimo turno osserveranno il turno di riposo. Prossima sfida, ancora in trasferta, nel turno infrasettimanale del 1 novembre in quel di Roma.

Vivere con l’artrite: Cittadini e medici si incontrano al Parco della Biodiversità

vivere con artrite 3E’ stata una mattinata all’insegna della salute e della prevenzione quella promossa dall'Acalmar- Associazione calabrese malati reumatici onlus – che ha animato il Parco della Biodiversità mettendo insieme cittadini e medici. "Vivere con l'artrite" il titolo dell’iniziativa, ultimo evento organizzato nell'arco del 2018 nella Città Capoluogo dall’Acalmar nell’ambito del progetto di volontariato sostenuto da Fondazione Con il Sud. La giornata, che ha registrato una notevole partecipazione, ha avuto inizio con un momento di dibattito nella sala del Musmi – moderato da Domenico Gareri - che ha offerto l’occasione per discutere delle malattie reumatologiche del bambino e dell'adulto e dei più recenti percorsi diagnostici e terapeutici che consentono ai pazienti calabresi di curarsi nella propria terra riducendo l’emigrazione sanitaria. Ci si è trasferiti, poi, al posto medico avanzato fornito dall'Unità territoriale Calabria del Corpo militare ACISMOM (Associazione dei cavalieri italiani del Sovrano militare Ordine di Malta) dove è stato possibile effettuare visite mediche gratuite. Presente anche il Dg dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio, Giuseppe Panella, che ha elogiato l’iniziativa dell’associazione nell’ambito di una programmazione mirata a limitare i viaggi della salute e i costi della sanità regionale calabrese. A dare il benvenuto è stato Rosario Pugliano, Presidente dell'Associazione, che ha rimarcato l’impegno messo in campo per dare supporto ai malati reumatici e difendere i diritti dei pazienti, sensibilizzando i cittadini a sostenere le attività del sodalizio. A sottolineare la fondamentale collaborazione tra presidi sanitari, associazionismo e terzo settore sono stati, nei loro saluti istituzionali, Giuseppe Iannello, presidente dell'Ordine degli avvocati, e Vincenzo Ciconte, presidente dell'Ordine dei medici di Catanzaro e consigliere regionale, che hanno posto anche l’accento sull’importanza di un’informazione più capillare a beneficio dei cittadini. Il presidente della Provincia, Enzo Bruno, ha rimarcato il valore di una location come il Parco della Biodiversità che "continua a essere una vetrina ideale non solo per il divertimento e lo spettacolo, ma anche per la promozione e la sensibilizzazione ai temi della salute grazie al valido esempio di Acalmar". E’ stata poi la volta dei medici offrire la loro testimonianza in un’ottica interdisciplinare: Rossella Cimino, direttore dell’UOC di Medicina interna, e Giuseppe Muccari, responsabile ambulatorio di reumatologia dell’ospedale Pugliese-Ciaccio, hanno affermato che la strada intrapresa verso un’assistenza più efficiente e attenta ai bisogni dei malati è quella giusta. Francesco Cassadonte, direttore dell'UOC Cardiologia, ha affrontato invece i profili dell’artrite relativi al rischio cardiovascolare, mentre Marco Vatrano - responsabile del Centro per lo studio e la cura dell'ipertensione polmonare – ha posto l’accento sulla specializzazione di un servizio che garantisce una corsia preferenziale e tempi di attesa estremamente ridotti. Clodoveo Ferri dell’Università di Modena ha evidenziato l’importanza di rafforzare la rete tra specialisti e amministratori pubblici e che la Calabria costituisce un modello positivo in quanto dotata di ben quattro piani terapeutici. Maria Cirillo, responsabile dell'ambulatorio di reumatologia pediatrica UOC Pediatria del Pugliese-Ciaccio, ha concluso ribadendo che gli sforzi profusi consentiranno di effettuare una diagnosi precoce quale strumento fondamentale per ridurre sempre di più l'emigrazione sanitaria.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa