Bravo Vito!
Menu

Bravo Vito!

Bravo Vito! - 5.0 su 5 basato su 2 voti

SOVERATO - La consapevolezza con cui siamo usciti, domenica sera, dal Teatro Comunale di Soverato, è quella che ancora una volta la nostra cittadina è riuscita a far crescere fra le sue mura, e ad esportarlo, per la definitiva consacrazione, anche al di fuori dei confini nazionali, un altro talento, Vito Cristofaro. La serata ci proponeva il concerto dell’orchestra della provincia di Catanzaro “La Grecìa” insieme al direttore d’orchestra, appunto Vito Cristofaro, e al Violinista Manuel Meo. Il programma ha visto l’esecuzione della Sinfonia in Re (Veneziana)” di Antonio Salieri, “L’Impresario in angustie, Ouverture” di Domenico Cimarosa, il “Concerto n°4 in re maggiore” e la “Sinfonia n°29 in la maggiore K.201 (K.18a) entrambe di Wolfgang Amadeus Mozart. Questo spettacolo rappresentava la seconda tappa di un mini tour che l’orchestra provinciale ha cominciato il 6 ottobre scorso nella Chiesa Madre di Sersale, anche in questa occasione, come per Soverato, l’ingresso era gratuito. La risposta del pubblico c’è stata, ma ci saremmo aspettati un flusso maggiore di gente, vista la gratuità dell’evento e soprattutto la possibilità di tributare un applauso ad un nostro giovane che sta ottenendo enormi soddisfazioni nel suo settore. La direzione di Vito Cristofaro, per la prima volta a Soverato da Direttore d’Orchestra in un concerto completo, è stata davvero apprezzabile, nonostante si sia diplomato in Direzione da soli due anni, si vede che ricopre il ruolo già con autorevolezza e consapevolezza, tutti gli elementi si muovo all’unisono non appena lui detta la nota, e si arrestano esattamente quando lui glielo indica, le sue movenze sono già quelle di un Direttore abile e “spettacolare” nel senso che riesce a trasmettere anche al pubblico le grandi sensazioni della musica che sta facendo eseguire a tutti gli elementi. Il lungo applauso finale tributatogli costituisce non solo un abbraccio da Soverato ad un suo grande figlio, ma anche un sorta di spinta a fare ancora meglio e a farci essere orgogliosi, ancora una volta, di avere prodotto un ragazzo serio, capace e pieno di talento. I numerosi posti liberi che si contavano a teatro però ci fanno anche capire che Soverato spesso è poco incline a cogliere le sollecitazioni, soprattutto quelle culturali, e che quindi bisognerà cercare, nel futuro prossimo, di stimolare una sorta di crescita intellettuale della nostra cittadina, in maniera tale che si possano aprire scenari nuovi e nuove possibilità di crescita per Soverato. Chi è rimasto a casa si sarà sicuramente riposato, in vista dell’imminente lunedì lavorativo, ma chi c’è stato ha potuto deliziare il suo palato con una grande serata di musica.  A fine concerto ecco le sensazioni del Direttore d’Orchestra Vito Cristofaro “Ogni volta che si dirige c’è sempre una grande emozione, in questo caso anche di più perché lo facevo qui a Soverato con amici, parenti e concittadini. Abbiamo deciso di fare un programma classico, insieme al concerto n.4 e alla sinfonia n.29 di Mozart, ho pensato che sarebbe stato simpatico fare ascoltare un pezzo di Salieri che notoriamente è stato sempre inteso come il suo avversario, ma in realtà ciò non è vero, e Cimarosa che anche a quei tempi era uno dei più eseguiti. Sabato prossimo 15 ottobre saremo al Politeama di Catanzaro, quindi invito chi non avesse potuto partecipare stasera a seguirci lì”.

Corrado Corradini

Noi Soveratiamo

Torna in alto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa estesa sui cookie. All'interno del sito c'è sempre un link all'informativa estesa. Cliccando sull'apposito tasto oppure su un qualsiasi elemento della pagina sottostante acconsenti all'uso dei cookie. Questo avviso ti verrà riproposto tra 12 mesi. Informativa estesa